Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.


 

 

 

La NATO a Sostegno Missioni di Pace

 

La North Atlantic Treaty Organization (NATO) è stata fondata nel 1949

- HQ: Bruxelles

- Rappresentanti Permanenti e Delegazioni Nazionali

- Paesi componenti la NATO: 29

(Vedi n° 1)

 

 

La storia

 

 

1^ Struttura militare:

19.12.1950

Allied Command Europe - ACE

al comando del: Supreme Allied Commander Europe - SACEUR

HQ a Rocquencourt Francia e dal 1967 a Mons Belgio

Supreme Headquarters Allied Powers Europe SHAPE

 

1951

viene attivato il 2° Comando strategico

Allied Command Atlantic – ACLANT (Vedi N° 36)

Al comando del Supreme Allied Commander Atlantic - SACLANT

HQ Norfolk USA

  

Il Comando Europeo viene diviso in 3 aree di responsabilità:

al comando di un Commander in Chief - CINC

- Regione Nord (Scandinavia, Mare del Nord, Mar Baltico) - AFNORTH

            - Comandante - CINCNORTH a Oslo

            - 4 Comandi subordinati:

                        - Allied Air Forces Northern Europe - AIRNORTH - Kolsas Norvegia

                        - Allied Naval Forces Northern Europe - NAVNORTH - Kolsas Norvegia

                        - Allied Land Forces Norway - LANDNORWAY - Oslo Norvegia

                        - Allied Land Forces Denmark - LANDDENMARK - Copenaghen Danimarca

- Regione Centro (Europa Occidentale) a Fontainebleu Francia

                        - Allied Air Forces Central Europe - Fontainebleu Francia

                        - Allied Land Forces Central Europe - Fontainebleu Francia

                        - Allied Naval Forces Central Europe - Fontainebleu Francia

- Regione Sud (Italia e Mediterraneo - Grecia e Turchia non erano ancora parti dell’alleanza)

- Allied Forces Southern Europe - AFSOUTH (Vedi N° 6)

                  - Comandante - CINCSOUTH a Napoli

            - 3 comandi subordinati situati in Italia:

                        - Allied Land Forces Southern Europe - LANDSOUTH - Verona (Vedi N° 6)

                        - Allied Naval Forces Southern Europe - NAVSOUTH - Napoli (Vedi N° 6)

                        - Allied Air Forces Southern Europe - AIRSOUTH (Ved.N° 6)

                                  

Il 02.10.52 a seguito dell’ingresso di Grecia e Turchia vengono istituiti:

- Allied Land Forces South-Eastern Europe - LANDSOUTHEAST a Izmir Turkia

- Allied Land Forces South Central Europe - LANDSOUTHCENT a Larissa Grecia

 

Sempre nel 1952 viene istituito il 3° Comando strategico per la sicurezza nel canale della Manica:

Allied Command Channel - ACCHAN

al Comando del Commander-in Chief Channel - CINCHAN

 

15.03.53 Con la disattivazione del NAVSOUTH nasce il nuovo HQ Naval Striking and Support Forces Southern Europe - STRIKFORSOUTH a Napoli (Vedi N° 6)

alle dipendenze del CINCSOUTH Comandante della 6^ flotta USA

 

 

30.03.53 viene istituito l’HQ Allied Forces Mediterranean AFMED a Malta

Mare Mediterraneo e mar Nero.

viene disattivato il NAVSOUTH e il Comando passa al CINCAFMED alle dipendenze del SACEUR

Comandi dipendenti da CINCAFMED:

Comando Forze Navali Alleate di Gibilterra - COMGIBMED Gibilterra

Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Occidentale - COMMEDWEST Algeri

Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Centrale - COMMEDCENT Roma

01.03.55-…….V.Amm. Giuseppe Lubrano di Negozio

Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Sud Orientale - COMMEDSOUTHEAST Malta

Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Orientale - COMMEDEAST Atene

Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Nord Orientale - COMMEDNORTHEAST Ankara

 

nell' agosto del 1953 viene la riorganizzazione della Regione Centro:

- 1 solo Commander-in- Chief - CINCENT

- 3 Comandi subordinati:

            - COMLANDCENT

            - COMAIRCENT

            - COMNAVCENT

 

1956

Con l’entrata della Germania furono istituiti due nuovi Comandi:

alle dipendenze di Allied Naval Forces Central Europe

- Allied Naval Forces Northern Area Central Europe - NAVNORCENT

- Allied Naval Forces North Sea Sub Area - NORSEACENT

 

08.01.1962

istituzione del

- Allied Forces Baltic Approaches – BALTAP

sotto comando CINCNORTH retto a rotazione da Danimarca e Germania

con conseguente disattivazione (nel 1962) del NAVCENT e di 2 comandi subordinati NAVNORCENT e NORSEACENT

 

1966

soppressione di LANDCENT e AIRCENT assorbite da AFCENT

 

 

05.06.67 chiusura di AFMED trasferendo i suoi comandi nell' Allied Naval Forces Southern Europe NAVSOUTH che viene riattivato e messo alle dipendenze di CINCSOUTH a comando italiano, la sede viene trasferita da Malta a Nisida Napoli:

Comandi dipendenti da CINCNAVSOUTH dal 1967 al 1999:

- Comando Forze Navali Alleate di Gibilterra - COMGIBMED Gibilterra

- Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Centrale - COMMEDCENT Roma

31.07.72-04.05.1973 Amm. Gino De Giorgi

- Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Orientale - COMMEDEAST Atene

- Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Nord Orientale - COMMEDNORTHEAST Ankara

- Comando Alleato Sommergibili del Mediterraneo - COMSUBMED - Napoli

 -Comando Alleato Aeromarittimo del Mediterraneo - COMAIRMED - Napoli

 

Chiusura Comando Forze Navali Alleate del Mediterraneo Sud Orientale COMMEDSOUTHEAST con estensione delle responsabilità al COMMEDCENT

Forza operativa NAVSOUTH: NAVOCFORMED dal 28.05.69 poi STANAVFORMED

 

giugno 1974

nuova ristrutturazione Regione del Centro:

ricostituzione dell'Allied Air Forces Central Europe quale Major Subordinate Command di AFCENT sostituendo l'acronimo AIRCENT in AAFCE

 

aprile 1975:

viene costituito un quarto Major Subordinate Command:

United Kingdom NATO Air Forces - UKAIR

 

quindi nel periodo 1975-1994 la struttura dei Maior Subordinate Command of ACE risulta:

ACE:

            - AFNORTH

            - AFCENT

            - AFSOUTH

            - UKAIR

 

Struttura del comando di AFSOUTH nel 1989:

AFSOUTH Napoli

- Allied Land Forces Southern Europe LANDSOUTH a Verona (Vedi N° 6)

- Allied Land Forces South Central Europe (LANDSOUTHCENT) a Larissa Grecia

- Allied Land Forces South Eastern Europe (LANDSOUTHEAST) a Izmir Turchia

- Allied Air Forces Southern Europe (AIRSOUTH) a Napoli (dal 05.07.04 in Turchia - Allied Air Command Izmir (CC-Air Izmir) (Vedi N° 41)

- Quinto Allied Tactical Air Force (5 ATAF), a Vicenza, Italia (Vedi N° 52)

- Sesto Allied Tactical Air Force (6 ATAF), a İzmir, Turchia

- Settimo Allied Tactical Air Force (7 ATAF) a Larissa in Grecia, comando pianificato per  l’aeronautica greca ma mai effettivamente stabilito.

- Allied Naval Forces Southern Europe (NAVSOUTH) a Napoli (Vedi N° 41)

- Naval Striking and Support Forces Southern Europe (STRIKFORSOUKTH) a Napoli (Vedi N° 41)

 

30.04.92 viene costituita la forza operativa Standing Naval Force Mediterranean (STANAVFORMED) in sostituzione della NATO Naval On-Call Force Mediterranean (NAVOCFORMED).

 

02.10.92:

istituzione di:

- Rapid Reaction Corps – ARRC (Vedi N° 20)

 

01.01.93

Nella Regione Centro BALTAP passa alle dipendenze di CINCENT

 

30.06.94:

chiude l' Allied Command Channel ACCHAN

apre un nuovo Major Subordinate Command:

- Allied Forces Northwest Europe - AFNORTHWEST con base a High Wycombe UK

assume le funzioni di AFNORTH e di UKAIR chiusi il 30.06.94

 

1995:

semplificazione struttura comando:

-  Comandi strategici:

            - 2 Major NATO Commands for Europe and for Atlantic (SACEUR e SACLANT)

                        - 2 Major Subordinate Commands:

                                   - Regional Command North Europe (dal 03.03.2000 a seguito chiusura di  AFNORTHWEST) - RHQ North

                                   - Regional Command South Europe (dal 09.1999) - RHQ South

i comandi di componente navale e aerea furono confermati ai due Comandi regionali

i comandi di componente terrestre furono sostituiti dai Joint Commands JCs

gli HQ dei nuovi JCs presero il nome di Joint Sub Regional Headquarters - JHQ

Dipendenti da AFNORTH:

- Joint Command Centre a Heidelberg Germania

- Joint Command Northeast a Kaup Danimarca (dal 1999 sostituisce BALTAP)

- Joint Command North a Stavanger Norvegia

Dipendenti da AFSOUTH:

- Joint Command South a Verona

- Joint Command South Centre a Larissa Grecia

- Joint Command Southeast a Izmir Turkia

- Joint Command Southwest a Madrid Spagna

 

furono creati anche i Combiner Air Operations Centres - CAOC dipendenti da AIRNORTH e AIRSOUTH per controllo operazioni aeree NATO

 

01.09.99 chiusura di COMEDCENT, COMEDEAST, COMEDNOREAST e COMGIBMED.

COMSUBMED e COMMARAIRMED si trasformano in Forze Speciali di NAVSOUTH con la denominazione in: COMSUBSOUTH e COMMARAIRNAPLES

 

27.05.99 viene costituita la Standing Mine Countermeasures Force in the Mediterranean MCMFORMED. Il 3.09.01 diventa Mine Countermeasures Force South MCMFORSOUTH e dal 01.01.05 Standing NATO Mine Countermeasures Group 2

 

15.10.03 viene costituita la NATO Response Force (Vedi N° 37)

 

15.03.04 viene soppresso AFSOUTH e istituito l’Allied Joint Force Command Naples

 

01.07.04-01.03.10 La componente navale prende il nome di Allied Maritime Component Command Naples (CC-Mar. Naples)

Command Maritime Air Naples COMMARAIR

Command Submarine Southern Region COMSUBNATO

01.03.10-27.03.13 Allied Maritime Command (AMC) confluisce in MARCOM a Northwood UK

01.08.12 STRIKFORSOUTH si traferisce in Portogallo

 

 

 

 

 

 

Nuova Struttura Militare fino al 2014

 A) NATO Military Committe - MC (Vedi N° 3)

 

 B) International Military Staff - IMS (Vedi N° 4)

 

 C) Allied Command for Operations - A.C.O. (Vedi N° 5)

 

- Supreme Headquarters Allied Power Europe SHAPE - Mons BE (Vedi N° 2)

 

- NATO Special Operations Headquarters - Casteau BE (Vedi N° 2)

 

- Headquarters Allied Joint Force Command HQ Brunssum - NL (Vedi N° 40)

 

- Headquarters Allied Maritime Command HQ Northwood - GB (Vedi N° 55)

            - Command Maritime Air (COMMANDAIR) NORTH

            - Command Submarines (COMSUB) NORTH

 

- Headquarters Allied Air Command HQ Ramstein - DE (Vedi N° 57)

           - Combined Air Operations Center (CAOC 2) Uedem Germania (Vedi N° 51)

           - Combined Air Operations Center (CAOC 1) Finderup Danimarca (Vedi N° 23)

 

- Joint Headquarters Northeast - JHQ NORTHEAST - Karup DK (03.03.00-chiuso)

 

- Headquarters Allied Land Force Command Heidelberg - DE (Vedi N° 22)

 

- Headquarters Allied Joint Force Command Naples - IT - dal 15.03.04 (Vedi N° 6)

in precedenza AFSOUTH fino al 15.03.04

responsabilità operazioni KFOR-Active Endeavour-NTM I

- Headquarters Allied Maritime Component Command Naples (MC-Mar) - IT (01.07.04-01.03.13) - in precedenza NAVSOUTH (Vedi N° 6)

            - Command Maritime Air (COMMARAIR) Naples (Vedi N° 6)

            - Command Submarines (COMSUB) South (Vedi N° 6)

- Headquarters Allied Air Command Izmir (CC-Air Izmir) (Vedi N° 41) - TR (11.08.04-22.05.13) - in precedenza AIRSOUTH (Vedi N° 6)

- Combined Air Operations Center (CAOC 6) Eskisehir Turkia (24.03.00-19.06.13 - la responsabilità si trasferisce al CAOC di Torrejon) (Vedi N° 29)

           - Combined Air Operations Center (CAOC 5) Poggio Renatico Italia (Vedi N° 52) (disattivato il 01.07.13) la responsabilità si trasferisce al CAOC di Torrejion)

           - Combined Air Operations Center (CAOC 7) Larissa Grecia (Vedi N° 28) (1999 - chiuso 2013 - la responsabilità si trasferisce al CAOC di Torrejon)

- Headquarters Allied Land Force Command Madrid (CC-Land Madrid) - SP (01.07.04-07.02.13)

             - CAOC 8 AB Torrejon Spagna (01.09.99-01.01.13 viene disattivato e sostituito CAOC  Torrejon) (Vedi N° 28)

- Joint Headquarters South - JHQ SOUTH - Verona - IT (chiuso)

- Joint Headquarters Southcentre - JHQ SOUTHCENT - Larissa - GR

- Joint Headquarters Southeast - JHQ SOUTHEAST - Izmir - TH (chiuso)

- NATO Military Liaison Office – Belgrado (Vedi N° 49)

- NATO Headquarters Sarajevo - NHQSa – Bosnia (Vedi N° 43)

- NATO Headquarters Skopje - NHQSk - Skopie - Macedonia (Vedi N° 32)

 

Disattivati:

- Balcani Combined Air Center Vicenza 09.04.93-….09.01 (Vedi N° 21)

- CAOC 3 Bodoe Norvegia - 01.03.00-28.02.08 - la responsabilità si trasferisce al CAOC di Finderup (Vedi N° 23)

- CAOC 4 Meßstetten Germania - 30.06.08 - la responsabilità si trasferisce al DCAOC di Uedem (Vedi N° 51)

- CAOC 9 RAF Hig Wycombe UK - 2008 - la responsabilità si trasferisce al CAOC di Finderup (Vedi N° 23)

 

- Joint Headquarters Lisbon - PT (.....03.04-18.12.12)

- Combined Air Operations Center (CAOC 10) Lisbona Portogallo 01.09.99-28.06.13 - la responsabilità si trasferisce al CAOC di Torrejon (Vedi N° 28)

 

NATO FORCE STRUCTURE:

 Componente Terrestre:

- Rapid Deployable Corps Headquarters

- 02.10.92 Headquarters Allied Command Europe Rapid Reaction Corps - ARRC Rheindalen - DE  

  Dal 2010 Gloucester UK (Vedi N° 20)

- Headquarters EUROCORPS - Strasbourg - FR – (Vedi N° 18)

- Headquarters Corps Northeast - Szczecin - PL – (Vedi N° 27)

- Headquarters Rapid Deployable Italian Corps - Milan - IT – (Vedi N° 30)

- Headquarters Rapid Deployable Turkish Corps - Istanbul - TK – (Vedi N° 34)

- Headquarters Rapid Deployable German-Netherlands Corps - Munster - DE – (Vedi N° 35)

- Headquarters Rapid Deployable Spanish Corps - Valencia - SP – (Vedi N° 31)

- Headquarters Rapid Deployable Corps Franch - Lille - FR – (Vedi N° 44)

- NATO Deployable Corps - Thessaloniki - GR – (Vedi N° 46)

 

Componente Marittima:

COMITMARFOR HQ - Taranto IT – (Vedi N° 33)

COMUKMARFOR HQ - Portsmouth UK

COMSPMARFOR HQ - Rota SP

COMFRMARFOR HQ - Tolone FR

COMSTRIKFORNATOMARFOR - Napoli (da marzo 1999)

 

Componente Aerea:

Deployable CAOC

FR-JFACC

DEU-JFACC

UK-JFACC

 

- Other Stafss and Commands Responsible to SACEUR

- The Reaction Forces (Air) Staff - RE(A)S - Kalkar - DE

- Immediate Reaction Forces (Maritime)

- ACE Mobile Force - AMF - Heidelberg - DE – (Vedi N° 11)

- Naval Striking and Support Forces - STRIKFORNATO - Naples – IT - (Vedi N° 6)

- Naval Striking and Support Forces - STRIKFORNATO - Oeris – PT - (Vedi N° 53)

- Standing Naval Force Atlantic - STANAVFORLANT (dal 01.01.05 SNMG 1)

- Standing Naval Forces Mediterranean - STANAVFORMED (dal 01.01.05 SNMG 2)

- Standing Naval Forces Channel - STANAVFORCHAN (sostituito da MCMFORNORTH nel 1998)

- Mine Countermeasures Force South MCMFORSOUTH (dal 01.01.05 SNMCMG 2)

- Mine Countermeasures Force North MCMFORNORTH (dal 01.01.05 SNMCMG 1)

- ACO Counter Intelligence - ACO CI - presso SHAPE

- ACO Tactical Leaderchip Programme - Albacete SP – (Vedi N° 26)

 

 D) Allied Command for Transformation - A.C.T. (Vedi N° 36)

Alle dipendenze di ACT vi sono altri Elementi di Organizzazione funzionali al raggiungimento degli obiettivi di trasformazione:

- Joint Warfare Centre JWC - Stavanger - NO (Vedi N° 38)

- NATO Joint Force Training Centre JFTC - Bydgoszcz - PL (Vedi N° 39)

- NATO Maritime Interdiction Operational Training Center NMIOTC - Souda - GR (Vedi N° 48)

- NATO School - Oberammergau - DE (Vedi N° 8)

- Joint Analysis and Lessons Learned Centre JALLC - Lisbon - PT (Vedi N° 47)

- Joint Electronic Warfare Core Staff JEWCS - Yeovilton GB dal .....11.83 (01.07.12 diventa NATO CIS Group)

- Undersea Research Centre NURC - La Spezia – (Vedi N° 10)

 

A questi si aggiungono anche diversi Centri di Eccellenza che vengono costituiti su base di MoU tra i Paesi membri e i quali, una volta accreditato, mettono a disposizione della NATO il prodotto sviluppato.

 

 E) Other NATO Command & Staff Organisation

- Canada-US Regional Planning Group - CUSRPG

- NATO Airborne Early Warming and Control Force Command - NAEW&CFC - Mons - BE

- Combined Joint Plannin Staff CJPS - Mons - BE

- Allied Submarine Command - ASC - Norfolk USA

 

F) Agencies:

 

NATO Maintenance Supply Agency - NAMSA  (Vedi N° 9)

 

NATO Airlift Management Agency - NAMA

- Acquistare, gestire e supportare aerei da trasporto C-17

23.10.08-01.07.12 integrata nella NSPA (Vedi N° 9)

- Hq Capellen Luxembourg - Papa Air Base Hungheria - Wright Patterson Air Force Base Dayton USA

- Paesi: UK, Estonia, Hungheria, Lituania, Olanda, Norvegia, Polonia, Romania, Slovenia, USA, Finlandia, Svezia.

 

NATO Central Europe Pipeline Management Agency - CEPMA

Gestisce la rete di gasdotti militari integrati nell’Europa centrale e occidentale in tempo di pace, crisi e conflitti.

Fondata nel 1957, come Central European Operating Agency (CEOA) - Agence Center Europe d'exploitation. Rinominata nel 1997 in Central Europe Pipeline Management Agency (CEPMA) - Agence de gestion des oléoducs en Centre-Europe 

Dal 01.07.12 integrata nella NSPA (Vedi N° 9)

- Hq Versailles FR

- Paesi: Belgio, Francia, Germania, Luxemburgo, Olanda, USA.

 

NATO CIS Operating and Supporting Agency – NACOSA

Fornisce consulenza tecnica, installazione di computer, apparecchiature telefoniche e per videoconferenze, manutenzione hardware e software, configurazione e controllo reti e addestramento personale sui sistemi di comunicazione e informazioni della NATO:

……..1987-01.08.2004

(Vedi N° 54)

 successivamente la NACOSA assume il comando dell’Integrated System Support Center (ISSC), Allied Command Europe Communications Security (ACE Comsec), NATO Communication and Information Systems School (NCICC) (Vedi N° 12) a Latina e il Regional Signal Group SHAPE.

Il 07.09.04 viene integrata nella NCSA

- Hq Mons BE

- Paesi: nazioni NATO

 

NATO Communication and Information Systems Service Agency - NCSA (Vedi N° 54)

07.09.04-01.07.12 - integrata nella NCIA

 

NATO Comunications and System Agency - NACISA (Vedi N° 54)

22.01.91-01.07.96 integrata nella NC3A

 

NATO Standardization Agency - NSA (Vedi N° 59)

 

NATO Air Command and Control System Management Agency NACMA (Vedi N° 17)

 

NATO Research & Technology Agency RTA

- Ricerca e scambio informazioni tecniche

21.11.96-01.07.12 integrata nella STO

- Hq - Paris FR

- Paesi: nazioni NATO, Islanda, Luxemburgo.

Ramo esecutivo della RTA è la NATO Research and Technology Organization (RTO) nato nel 1998 e chiuso il 30.06.12

 

NATO Alliance Ground Surveillance Management Agency – NAGSMA

- Acquisizione aerea dati con sistema AGS (Alliance Ground Surveillance)

.....09.09- 01.07.12 integrata nella NPO

- Hq Bruxelles BE

- Paesi: Bulgaria, Ceka Rep., Danimarca, Estonia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Luxemburgo, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, USA.

 

NATO Helicopter Design and Developement Production and Logistic Management Agency -  NAHEMA (Vedi N° 19)

 

NATO Medium Extended Air Defence System Design and Development, Production and Logistc Management Agency – NAMEADSMA

- Gestisce il Sistema di difesa aerea a medio raggio MEADS

….07.96-06.07.12 integrata nella NPO

- Hq - Huntsville USA

- Paesi: Germania, Italia, USA

 

NATO Airborne Early Warning and Control Programme Management Agency - NAPMA (Vedi N° 14)

 

NATO Battlefield Information Collection and Exploitation System - BICES

- Scambio informazioni/intelligence tra le nazioni tramite intranet

............99-01.07.12 integrata nella NCIA (Vedi N° 54)

- NATO Hq Bruxelles

- Paesi: nazioni NATO, Australia, Austria, Finlandia, Nuova Zelanda, Svezia

 

NATO Multirole Combat Aircraft Development and Production Management Agency - NAMMA (Vedi N° 25)

viene integrata nella NETMA

 

NATO EFA Development and Logistic Management Agency NEFMA (Vedi N° 25)

viene integrata nella NETMA

 

NATO Eurofighter and Tornado Management Agency NETMA (Vedi N° 25)

 

NATO Consultation, Command and Control Agency NC3A

- Progettazione, acquisizione, integrazione, supporto tecnico dei sistemi NATO

Nata dalla fusione del SHAPE Technical Center (STC) all’Aia Paesi Bassi e la NATO Communications and Information Systems Agency (NACISA) a Bruxelles in Belgio

01.07.96-01.07.12 integrata nella NCIA (Vedi N° 54)

- Hq Bruxelles BE - The Hague NDL

- Paesi: nazioni NATO

 

NATO Agency Reform Team NART

nata il ......06.10

con lo scopo di ridisegnare le agenzie NATO

 

Organisation:

A) Comunications and Information:

-  ......09.05-01.07.12 Active Layered Theatre Balistic Missile Defence Project Office ALTBMD PO (Vedi N° 45) 

integrata nella NCIA (Vedi N° 54)

- ............55-01.07.96 SHAPE Technical Centre STC

Ha condotto attività di ricerca e sviluppo per la NATO nel settore della difesa aerea, a sostegno degli acquisti e dell'interoperabilità finanziati dalla NATO.

integrata nella NC3A (Vedi N° 54)

In precedenza SHAPE Air Defense Technical Center (SADTC).

È stata costituita nel 1955 e si trova all'Aia nei Paesi Bassi. Nel 1996 è stata fusa con NACISA per formare NC3A.

-.............07-01.07.12 Information and Communication Technology Management ICTM

Comando, controllo, comunicazioni e computer, intelligence, sorveglianza e ricognizione

integrata nella NCIA (Vedi N° 54)

 

 B) Science and Technology S&T:

Scienza e tecnologia al servizio NATO

Integrata nello STO 01.07.12

- Science and Technology Board STB - NATO HQ Bruxelles

- Collaboration Support Office CSO - Neuilly-sur-Seine Francia

- Centre for Maritime Research and Experimentation La Spezia - CMRE

 

C) Logistic

-  ..........59-............NATO Hawk Production and Logistic Organization Rueil-Malmaison FR - NHPLO

Organizzazione NATO per la produzione e il supporto logistico

Le nazioni membri sono Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi e Norvegia.

 

D) Civil Emergency Planning:

Il coordinamento generale del Piano di emergenza civile della NATO è facilitato dal Comitato per la pianificazione di emergenza civile (CEPC). Questo Comitato è il principale organo consultivo del Consiglio Nord Atlantico (NAC) nel settore della preparazione civile. Fornisce alla NATO la competenza pertinente e il supporto civile per gli obiettivi della NATO nel settore militare ma anche in caso di crisi civili (ad es. Area CRBN o risposta ai disastri).

Il Comitato si riunisce due volte l'anno per una sessione plenaria a livello dei capi delle organizzazioni nazionali di pianificazione civile di emergenza della NATO e dei paesi partner. Inoltre, si riunisce bisettimanale in sessione permanente, dove i paesi sono rappresentati dalle loro delegazioni nazionali presso la NATO. 

Il CEPC coordina e fornisce la direzione e la guida per quattro gruppi di pianificazione specializzati. Questi riuniscono governo nazionale, esperti del settore e rappresentanti militari per coordinare la pianificazione di emergenza in settori quali: protezione civile; trasporto; risorse industriali e comunicazioni; salute pubblica, cibo e acqua. Il loro scopo principale è sviluppare procedure da utilizzare in situazioni di crisi. 

- .....11.55-............. Senior Civil Emergency Planning Committee - SCEPC

- .....11.55-............. Civil Emergency Planning Boards and Committee - CEPC

- 03.06.98-............. Euro Atlantic Disaster Response Coordination Centre – EADRCC

- NATO HQ Bruxelles

 

2005 T.C. . Leonardo Pilastri (Senior Civil Emergency Planning Committee

 

 E) Traffic Management, Air Defence:

- ..........98-............. NATO Air Traffic Management Committee - NATMC

Creata nel 1955 sotto la denominazione CEAC "Committee for European Airspace Coordination", l'organizzazione è stata ribattezzata "Nato Air Traffic Management Committee" nel 1998

Partecipa all'elaborazione di procedure armonizzate in materia di gestione del traffico aereo. È stato tra l'altro incaricato di sviluppare procedure congiunte a livello civile e militare, al fine di rafforzare la sicurezza nell'ambito del traffico aereo come risposta alla minaccia terroristica legata all'uso di velivoli commerciali quali armi di distruzione di massa.

- .........79-............ NATO Air Defence Committee – NADC (Vedi N° 1)

- .........94-............ Military Committee Air Defence Study Working Group - MC/ADSWG

- ....12.70-01.07.12 NATO Programming Centre - NPC

NPC è responsabile del supporto del sistema e della manutenzione dei sistemi di comando e controllo aereo della NATO. Tra questi sistemi c'è anche il NATO Air Command and Control System ACCS. La sua missione è fornire un sistema efficiente ed efficace e supporto consultivo per garantire la massima capacità operativa delle risorse di comando e controllo aereo.

HQ Glons Liegi - Belgio

01.07.12 integrato nella NCIA (Vedi N° 54)

2015-2018 fa parte dell’Air Traffice Management and Air Defense

- 01.07.07-.............. NATO Movement Coordination Centre Europe - MCCE  (Vedi N° 50).

 

F) Electronic Warfare:

La guerra elettronica o electronic warfare (EW) comprende ogni azione riguardante l'uso dello spettro elettromagnetico o di energia diretta a controllare lo spettro delle emissioni radio, finalizzata all'attacco a forze nemiche, o l'impedimento di un assalto nemico tramite lo spettro elettromagnetico. Lo scopo della guerra elettronica è di sviluppare un vantaggio tattico e strategico nell'uso dello spettro elettromagnetico. La EW può essere generata dal mare, cielo e terra, e spazio, e avere come bersagli sistemi meccanici, robotici, umani, comunicazioni, radar e altre risorse.

- ..........56- attuale  NATO Electronic Warfare Advisory Committee – NEWAC (Vedi N° 1)

 

G) Meteorology:

Specialisti che elaborano le direttive riguardanti la meteorologia in ambito di operazioni NATO interforze.

19.10.67-  attuale Military Committee Meteorological Group – MCMG (Vedi N° 1)

 

H) Military Oceanographic:

- 1964 - The Military Oceanographic Group – MILOC (Vedi N° 1)

 

I) Educationand Training:

- 19.11.51-............    NATO Defence College – Roma NDC (Vedi N° 7)

- 14.12.45-............    The NATO School - Oberammergau – DE (Vedi N° 8)

-….04.74 -03.06.19  NATO Communications and Informations System School - NCISS - Latina IT (Vedi N° 12)

- 23.01.04-............    The NATO Training Group – NTG

Il NATO Training Group (NTG) è inquadrato nello Staff Generale dell’Allied Comand Transformation (HQ SACT) della NATO, per facilitare lo scambio d’informazioni tra i Paesi membri e le strutture della NATO nel settore dell’addestramento e della formazione, allo scopo di incrementarne l’interoperabilità.

Le riunioni, a cui partecipano delegati militari e civili delle nazioni NATO, sono ospitate dalle nazioni partecipanti due volte l’anno (Spring e Autumn Meetings) facendo sì che ciascun Paese organizzi un evento circa una volta ogni 10 anni.

- 06.07.06- ............ NATO Maritime Interdiction Operational Training Centre - NMIOTC - Souda GR (Vedi N° 48)

 

L) NATO Accredit Centres of Excellences:

- 16.12.02-............ Joint Air Power Competence Centre JAPCC CoE

- 31.05.06-............ Combined Joint Operations from the Sea CJOS CoE

- 28.06.05-............ Defence Against Terrorism DAT CoE

- 01.04.65-...........  Naval Mine Warfare NMW CoE EGUERMIN

- .....11.05-...........  Civil-Military Co-Operation CCOE

- 26.10.06-............ Joint Chemical, Biological, Radiological and Nuclear Defence JCBRN Defence CoE

- ..........03-............ Cold Weather Operations CWO CoE

- .....08.06-............ Command and Control 2C CoE

- 14.05.08-............ Cooperative Cyber Defence CCD CoE

- ..........07-............ Analysis & Simulation Centre for Air Operations CASPOA CoE  

- 03.10.08-.............CoE for Operations in Confined and Shallow Waters CSW CoE

- 01.11.08-............ NATO Centre of Excellence Military Medicine MILMED CoE

- 16.12.09-............ NATO HUMINT CoE

- 20.07.08-............ Military Engineer MILENG CoE

- ..........08-............ Counter Improvised Explosive Devices C-IED CoE

- 10.07.12-............ NATO Energy Security CoE ENSEC CoE

- 01.10.07-............ Explosive Ordinance Disposal EOD CoE

- 11.12.13-............ Military Police MP Coe

- .....06.09-............ NATO Modelling & Simulation M&S CoE

- 15.11.11-............ Multinational CoE for Mountain Warfare MN COEMW

- 23.08.13-............ Crisis Management and Disaster Response CMDR CoE

- 01.01.14-……....… Strategic Communications STRATCOM CoE

- 18.12.14-……....… Stability Policing SP CoE

- 13.12.17-…....…… Security Force Assistance SFA CoE

 

M) Project Steering Committee/Project Offices:

- ..........85-…..........NATO Continuous Acquisition and Life Cycle Support Office – CALS

Integrazione del sistema di codificazione NATO

- ..........74-............. NATO FORACS (Naval Forces Sensor and Weapon Accuracy Check Sites) (Vedi N° 13)

- 15.12.04-.............. Munitions Saffety Information Analysis Center - MSIAC - c/o NATO Bruxelles (Vedi N° 24)

 

 

 

 

                                                                                                                                            STRUTTURA Militare dal 2015

A) Militari Committee (Vedi N° 3)

 

 B) International Military Staff (Vedi N° 4)

 

 C) Allied Command Operations (Vedi N° 5)

 

Supreme Headquarters Allied Power Europe SHAPE - Mons BE (Vedi N° 2)

 

Military Command Structure:

 A) HQ Allied Joint Force Command - Brunssum NL (Vedi N° 40)

 B) HQ Allied Maritime Command - Northwood GB (Vedi N° 56)

 C) HQ Allied Air Command - Ramstein DE (Vedi N° 57)

 D) HQ Allied Land Command - Izmir TK (Vedi N° 55)

 E) HQ Allied Joint Force Command - Naples IT (Vedi N° 6)

 

 Rapidity Deployable Corps HQ

- 02.10.92 Headquarters Allied Command Europe Rapid Reaction Corps - ARRC Rheindalen - DE  

  Dal 2010 Gloucester UK (Vedi N° 20)

- Headquarters EUROCORPS - Strasbourg - FR – (Vedi N° 18)

- Headquarters Corps Northeast - Szczecin - PL – (Vedi N° 27)

- Headquarters Rapid Deployable Italian Corps - Milan - IT – (Vedi N° 30)

- Headquarters Rapid Deployable Turkish Corps - Istanbul - TK – (Vedi N° 34)

- Headquarters Rapid Deployable German-Netherlands Corps - Munster - DE – (Vedi N° 35)

- Headquarters Rapid Deployable Spanish Corps - Valencia - SP – (Vedi N° 31)

- Headquarters Rapid Deployable Corps Franch - Lille - FR – (Vedi N° 44)

- NATO Deployable Corps - Thessaloniki - GR – (Vedi N° 46)

 

Other Staffs and Commands Responsible to Saceur:

- The Reaction Forces (Air) Staff - RF(S)S - Kalkar DE

Staff multinazionale sotto comando tedesco la cui funzione è quella di elaborare piani per operazioni aeree congiunte in risposta a una crisi.

 

- NATO Airborne Early Warming Force - NAEWF - Mons BE presso SHAPE (Vedi N° 15)

 

- STRIKFORNATO - Oeris PT (Vedi N° 53)

 

 D) Allied Command for Trasnsformation

Guidato dal Comandante Supremo delle Force Alleate per la Trasformazione (Supreme Allied Command Trasformation - SACT)

Responsabile per lo studio delle trasformazioni future della struttura militare.

 

- HQ Supreme Allied Commander Trasformation HQ SACT - Norfolk - US (Vedi N° 36)

- NATO Training Group - NTG

- Joint Warfare Centre JWC - Stavanger - NO (Vedi N° 38)

- NATO Joint Force Training Centre JFTC - Bydgoszcz - PL (Vedi N° 39)

- NATO Maritime Interdiction Operational Training Center NMIOTC - Souda - GR (Vedi N° 48)

- NATO School - Oberammergau - DE (Vedi N° 8)

- Joint Analysis and Lessons Learned Centre JALLC - Lisbon - PT (Vedi N° 47)

- NATO Defense College - NDC - Roma (Vedi N° 7)

- NATO Communications and Informations System School - NCISS - Latina (Vedi N° 12)

- NATO Accredit Centres of Excellences

 

 E) Other NATO Command & Staff Organisations:

- Canada-US Regional Planning Group (CUSRPG)

- Combined Joint Planning Staff (CJPS) - Mons BE

- International Submarine Escape and Rescue Liaison Office - Norfolk

 

F) Organisation and Agencies:

 

- NSPA - NATO Support Agency (Vedi N° 9)

 

- NCIA - Comunication & Information Agency (Vedi N° 54)

 

- STO - Science and Tecnology Organization - Bruxelles BE (dal 01.07.12)

Rappresenta la principale organizzazione per la scienza e la ricerca tecnologica dell’Alleanza ed è composta dal Science and Technology Board (STB) e dal Scientific and Technical Committees (STC)

Nato dalla fusione del RTA, NURC

Organi esecutivi:

- Office of the Chief Scientist (OCS) - NATO Hq Bruxelles

- Collaboration Support Office (CSO) - Neuilly-sur-Seine Francia

- Centre for Maritime Research and Experimentation (CMRE) a La Spezia e già denominato in precedenza NATO Undersea Research Centre (NURC).

Presso il CMRE sono condotte ricerche scientifiche e operati sviluppi tecnologici, relativi al dominio marino, per poter affrontare attraverso soluzioni innovative i bisogni di difesa e sicurezza della NATO. (Vedi N° 10)

 

- NPO - NATO Procurements Organisation (dal 06.07.12)

È stata costituita al fine di gestire i programmi di acquisizione a carattere multinazionale quali, ad esempio, i progetti per la Smart Defence, nuovi programmi o parti di quelli esistenti.

Nato dalla fusione di: NATO Eurofighter and Tornado Management Agency (NETMA), la NATO Helicopter Management Agency (NAHEMA), la NATO Alliance Ground Surveillance Management Agency (NAGSMA), la NATO Medium Extended Air Defense System Management Agency (NAMEADSMA), e la NATO Airborne Early Warning Programme Management Agency (NAPMA)

                                   

- Civil Emergency Planning

 

- Air Traffic Management, Air Defence

 

- Airborne Early Warning:

Sistema Aviotrasportato di Preallarme e di Controllo: è un sistema radar aviotrasportato utilizzato per la sorveglianza aerea e per tutte le funzioni C3 (Comando, Controllo e Comunicazioni) a vantaggio sia delle forze coinvolte nella difesa aerea che delle forze tattiche terrestri. Comunemente per indicare questi sistemi in uso su velivoli si usa anche la locuzione aeromobile radar o picchetto radar.

- NATO Airborne Early Warning and Control Programme Management Organisation - NAPMO

 

- Electronic Warfare:

 

- Meteorology:

 

- Military Oceanography:

 

- Project Steering Committees/Project Offices:

- Alliance Ground Surveillance Capability Provisional Project Office - AGS/PPO

Il Sistema AGS è composto da 5 velivoli a pilotaggio remoto RQ-4D Phoenix e dalle relative stazioni di comando e controllo per la sorveglianza e la ricognizione.

Il programma è gestito 15 membri della NATO: Bulgaria, Rep. Ceka, Danimarca, Estonia, Germania, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia e USA.

Base operativa a Sigonella – capacità operativa iniziale febbraio 2021.

- Battlefield Information Collection and Exploitation System – BICES

Il sistema statunitense BICES è concepito come supporto automatizzato in grado di fornire, ai Comandanti NATO in ACE (Allied Command Europe), tutte le informazioni di “intelligence”, provenienti da svariate fonti, in tempi e forme tali da ottimizzarne il loro uso.

- NATO Continuous Acquisition and Life Cycle Support Office – CALS

E’un'iniziativa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti per l'acquisizione elettronica della documentazione militare e il collegamento delle informazioni correlate.

L'iniziativa ha sviluppato una serie di specifiche standard (protocolli) per lo scambio di dati elettronici con i fornitori commerciali.

- NATO FORACS Office (Vedi N° 13)

- Munitions Saffety Information Analysis Center – MSIAC (Vedi N° 24)

 

STRUTTURA Militare al 2020

 

NATO Militari Committee (Vedi N° 3)

 

International Military Staff (Vedi N° 4)

 

ALLIED COMMAND OPERATIONS (Vedi N° 5)

 

- Supreme HQ Allied Powers Europe (SHAPE) - Mons Belgio (Vedi N° 2)

- Joint Force Command Brunssum - Brunssum Olanda (Vedi N° 40)

            - Resolute Support

- Joint Force Command Naples - Napoli Italia (Vedi N° 6)

            - NATO Military Liaison Office Belgrade (Vedi N° 49)

            - NATO HQ Sarajevo (NHQSa) - Sarajevo Bosnia & Herzegovina (Vedi N° 43)

            - NATO HQ Skopie (NHQSk) - Skopje Macedonia del Nord (Vedi N° 32)

- Joint Force Command - Norfolk Virginia USA

- Joint Support and Enabling Command (JSEC) - Ulm Germania

- HQ Allied Maritime Command (HQ MARCOM) - Northwood UK (Vedi N° 56)

            - Standing NATO Maritime Groups

                        - Standing NATO Maritime Group 1 (SNMG1)

                        - Standing NATO Maritime Group 2 (SNMG2)

                        - Standing NATO Mine Countermeasures Group 1 (SNMCMG1)

                        - Standing NATO Mine Countermeasures Group 2 (SNMCMG2)

            - MARCOM Subordinate Commands

                        - NATO Maritime Air Command (COMMARAIR)

                        - NATO Submarine Command (COMSUBNATO)

            - NATO Shipping Centre

- HQ Allied Air Command (HQ AIRCOM) - Ramstein Germania (Vedi N° 57)

            - Combined Air Operations Centre (CAOC) Torrejon – Spagna (Vedi N° 28)

            - Combined Air Operations Centre (CAOC) Uedem (Vedi N° 51)

            - Deployable Air Command and Control Centre (DACCC) (Vedi N° 52)

- HQ Allied Land Command (HQ LANDCOM) - Izmir Tuchia (Vedi N° 55)

 

- The NATO CIS Group (Vedi N° 54)

 

- Rapid Deployable Corps Headquartes:

            - HQ Allied Command Europe Rapid Reaction Corps (ARRC) - Gloucester UK (Vedi N° 20)

            - Headquarters EUROCORPS - Strasbourg FR (Vedi N° 18)

- Multinational Corps Northeast - Szczecin PL (Vedi N° 27)

- Headquarters Rapid Deployable Corps Italy - Milan IT (Vedi N° 30)

- Headquarters Rapid Deployable Corps Turkei - Istanbul TK (Vedi N° 34)

- Headquarters Rapid Deployable German-Netherlands Corps - Munster DE (Vedi N° 35)

- Headquarters Rapid Deployable Corps Spain - Valencia SP (Vedi N° 31)

- Headquarters Rapid Deployable Corps France - Lille FR (Vedi N° 44)

- Headquarters Rapid Deployable Corps Greece - Thessaloniki GR (Vedi N° 46)

 

- Other Staffs and Commands Responsible to SACEUR

            - Immediate Reaction Force (Maritime)

            - Naval Striking and Support Forces (STRIKFORNATO) - Lisbon PT (Vedi N° 53)

            - NATO Airborne Early Warning & Control Force (NAEWF) - Mons BE (Vedi N° 15)

 

- Allied Command Transformation (ACT)

            - HQ Supreme Allied Command Transformation (HQ SACT) - Norfolk USA (Vedi N° 36)

            - Joint Warfare Centre (JWC) - Stavanger NO (Vedi N° 38)

            - NATO Training Group

            - NATO Joint Force Training Centre (JFTC) - Bydgoszcz PL (Vedi N° 39)

            - NATO Interdiction Operational Training Center (NMIOTC) - Souda GR (Vedi N° 48)

            - NATO School - Oberammergau DE (Vedi N° 8)

            - Joint Analysis and Lesson Centre - Lisbon PT (vedi N° 47)

 

- Other NATO Command & Staff (CJPS) - Mons BE

            - Canada-US Regional Planning Group (CUSRPG)

            - Combined Joint Planning Staff (CJPS) - Mons BB

 

ORGANISATIONS AND AGENCIES

 

- Support:

            - NATO Support and Procurement Agency (NSPA) (Vedi N° 9)

                       

- Communications and Information:

            - NATO Communications and Information Agency (NCI Agency) (Vedi N° 54)

                       

- Scienze and Technology (S&T):

            NATO Science and Technology Organization (STO)

                        - Scienze and Technology Board

                        - Programme Office for Collaborative S&T

                        Centre for Marine Research and Experimentation (CMRE) (Vedi N° 10)

 

- NATO Standardization Office (NSO)

            - NATO Term - The Official NATO Terminology Database

 

- Programme Offices:

            - NATO Alliance Ground Surveillance Management Agency (NAGSMA)

- NATO Helicopter Design and Development Production and Logistic Management Agency  (NAHEMA) (Vedi N° 19)

- NATO Medium Extended Air Defence System Design and Development, Production and Logistic Management Agency (NAMEADSMA)

- NATO Sea Sparrow Surface Missile System Office

- NATO Airborne Early Warning and Control Programme Management Agency (NAPMA) (Vedi N° 14)

 

- Civil Emergency Planning:

            - Senior Civil Emergency Planning Committee (SCEPC)

            - Civil Emergency Planning Boards and Committees

            - Euro-Atlantic Disaster Response Coordination Centre (AEDRCC)

 

- Air Traffic Management, Air Defence:

            - Aviation Committee

            - The NATO Air Defence Committee (NADC)

            - Military Committee Air Defence Study Working Group (MC-ADSWG)

            - NATO Programming Centre (NPC)

 

- Airbonne Early Warning:

- The NATO Airbonne Early Warning and Control Programme Management Organisation (NAPMO)

 

- Electronic Warfare:

            - NATO Electronic Warfare Advisory Committee (NEWAC)

 

- Meteorology:

            - The Military Oceanography (MILOC) Group

 

- Education and Training:

            - NATO Defense College (NDC)

            - The NATO School - Oberammergau Germania

            - NATO Communications and Information Systems (NCISS) School

            - The NATO Training Group (NTG)

- NATO Maritime Interdiction Operational Training Center - NMIOTC - Souda Naval Base, Creta

 

- Project Steering Committees/Project Offices:

            - Alliance Ground Surveillance Capability Provisional Project Office (AGS/PPO)

            - Battlefield Information Collection and Exploration System (BICES)

            - NATO Continuous Acquisition and Life Cycle Support Office (CALS)

            - NATO FORACS Office

            - Munitions Safety Information Analysis Center (MSIAC)

 

 

 

NATO Accredited Centres of Excellences:

 

Naval Mine Warfare Coe - 01.04.65

NMW CoE

La missione principale del Centro e’ quella di supportare, nell’ambito della guerra di mine navali, la NATO e le Nazioni Alleate/Partner attraverso: lo sviluppo ed aggiornamento di Concetti, Dottrine e Tattiche; la valorizzazione delle Lezioni Apprese durante le attivita’ operative e le esercitazioni; l’individuazione delle necessita’ formative ed addestrative per il personale del settore.  

Il Naval Mine Warfare Centre of Excellence (NMW COE) ha origine dalla Scuola di Guerra di Mine Belga-Olandese EGUERMIN, situata ad OSTENDA (BELGIO), attiva dagli anni ‘60.

Nel 2005 viene deciso di creare all’interno di EGUERMIN un Centro di Eccellenza per la NATO, su struttura Bi-nazionale Belga e Olandese, il cui accreditamento presso la NATO avviene nel novembre 2006.

Nel 2014, a seguito di cambiamenti nei criteri di accreditamento dei COE presso la NATO e di alcune riorganizzazioni interne, viene deciso di separare completamente la Scuola dal NMW COE e di aprire all’adesione di altre nazioni.

Il processo si conclude nel dicembre 2018 con la firma dei MOU (Memoranda of Understanding) di costituzione del nuovo NATO NMW COE, che vede Belgio e Olanda come Framework Nations e Italia e Polonia come Sponsoring Nations.

Il NATO NMW COE continua ad essere co-ubicato con EGUERMIN ad Ostenda, ma le due entita’ ora sono totalmente indipendenti e legate solamente da accordi di collaborazione.

Stati membri: Italia dal dicembre 2018 - Belgio - Olanda - Polonia

 

Branch Head Doctrine and Standardisaton:

….10.19-  attuale C.F.  Fortunato Genovese

 

attualmente non sono disponibili buste su carta intestata ne bolli d'ufficio

 

-------------------------------------------------------------------

 

Joint Air Power Competence Centre Coe - 16.12.02

JAPCC CoE

- Kalkar Germania

L’impegno nel fornire all’Alleanza e alle nazioni sponsor consulenza ed esperienza, in modo tempestivo ed innovativo, relativamente alla trasformazione del potere aereo, si esplica nella definizione e sviluppo di una serie di progetti di lavoro, in alternativa “commissionati” da ACT, richiesti dalle nazioni ovvero individuati nell’ambito del JAPCC stesso.

Accreditamento NATO: 01.01.05

Stati membri: Italia-Canada-Francia-Germania-Grecia-Spagna-Turkia-USA-UK-Romania-Belgio-Rep. Ceka-Ungheria-Norvegia-Olanda-Polonia.

 

Assistant Director:

01.01.05-.....07.08 G.B.A. Baldazzi Elia

.....08.08-.....07.11 G.B.A. Cecchetti Alessio

.....08.11-.....07.14 Col.Pil. Sardo Roberto

.....08.14-.....07.16 Col.Pil. Cicconardi Gustavo

.....08.16-15.08.18 Col.Pil. Galgani Marco

15.08.18-  attuale  G.B.A. Giuseppe Sgamba

 

Timbri amministrativi

Joint Airpower Competence Centre Romerstrasse 140 47546 Kalkar

Buste intestate con etichette:

Joint Air Power Competence Centre Romerstrasse 140 47546 Kalkar

Joint Air Power Competence Centre ITA SNR Romerstrasse 140  47546 Kalkar

 

 

Uso di poste locali

----------------------------------------------

 

Cold Weather Operations CoE ...........03

CWO COE

- Tverlandet Norvegia

 

Addestramento per operazioni in zone fredde con avverse condizioni climatiche

Accreditamento NATO: 2007

Stati membri: Norvegia

---------------------------------------------------------------

 

Defence Against Terrorism CoE - 28.06.05

DAT CoE

- Bakanliklar Ankara Turkia

Difesa contro il terrorismo

Accreditamento NATO: 14.08.06

Stati membri: Turkia-Olanda-Germania-USA-Bulgaria-UK-Romania-Ungheriaa.

---------------------------------------------------------------------

 

Civil-Military Co-Operation CoE- .....11.05

CCOE

- Enschede Netherlands

Cooperazione civile-militare (CIMIC)

Accreditamento NATO: 31.07.07

Stati membri: Danimarca-Germania-Olanda-Polonia-Slovenia-Ungheria.

------------------------------------------------------------------------

 

Combined Joint Operations from the Sea CoE - 31.05.06

CJOS - CoE

- Norfolk - USA

Supportare le Nazioni sponsorizzate e la NATO nel migliorare la loro capacità di condurre operazioni congiunte alleate dal mare al fine di contrastare le attuali ed emergenti sfide alla sicurezza marittima globale.

Accreditamento NATO: 31.05.06

Stati membri: Italia-Canada-Francia-Germania-Grecia-Olanda-Norvegia-Portogallo-Romania-Spagna-Turkia-USA-UK.

 

- Branch Head Transformation:

31.05.06- ...........  C.V. Daniele Romano

…..08.13-………      C.V. Massimiliano Nannini

.............-………      C.V. Alberto Maffeis

…..08.17-  attuale  C.V  Bruno Scalfaro

 

- Expeditonary Operations and Joint Manoeuvre Section:

31.05.06-….08.09 T.C. Antonio Casuscelli

--------------------------------------------------------------

 

Command and Control CoE - .....08.06

C2 CoE

- Utrech Netherlands

interoperabilità interforze e multinazionale

Accreditamento NATO: 04.04.08

Stati membri: Belgio-Estonia-Germania-Olanda-UK-Slovacchia-Spagna-Turkia-USA.

----------------------------------------------------------------

 

Joint Chemical, Biological, Radiological and Nuclear Defence CoE - 26.10.06

JCBRN Defence CoE

- Vyskov Czeca Republic

La Combined Joint CBRN Defense Task Force della NATO è composta dal CBRN Joint Assessment Team e dal CBRN Defense Battalion.

Il CBRN Defence Battalion è un organismo NATO specificamente addestrato ed equipaggiato per affrontare incidenti e / o attacchi CBRN contro le popolazioni, il territorio o le forze della NATO.

Il battaglione si addestra non solo per i conflitti armati, ma anche per il dispiegamento in situazioni di crisi, dove supporta le autorità civili, come calamità naturali e incidenti industriali.

Ricade sotto l'autorità del Comandante supremo alleato in Europa.

Accreditamento NATO: 31.07.07

Stati membri: Italia-Rep.Ceca-Ungheria-Polonia-UK-USA-Francia-Germania-Grecia-Slovaccia-Slovenia-Canada-Romania-Austria.

CBRN Btg operativo dal 01.12.03 – piena operabilità 28.06.04

  

Senitof:

...........11-.....08.13 T.C. Romeo Tomassetti

......08.13- attuale   T.C. Stefano Pensalfini

 

Buste intestate:

Joint CNRN Defence Centre of Excellence

 

Non esistono buste intestate alla Rappresentanza italiana ne timbri amministrativi

 

Uso poste locali

---------------------------------------------------------------

 

CASPOA CoE - ..........07

Analysis & Simulation Centre for Air Operations

- Limonest Cedex Francia

Preparazione personale militare per il comando e controllo operazioni aeree

Accreditamento NATO: 2008

Stati membri: Italia-Francia-Germania-USA

 

RAMI CASPOA (dal 03.09.12)

 

01.08.14-30.08.17 T.C. Andrea Saglia

30.08.17-  attuale  T.C. Federico Sacco Maino

 

Timbri amministrativi:

R.A.M.I. - C.D.A.O.A. Base Aerienne 117  75015 - Parigi

Base Aerienne 942 CASPOA 26.542 BP 19 69579 Limonest Cedex

 

Uso posta locale

----------------------------------------------------------

 

Explosive Ordinance Disposal CoE - 01.10.07

EOD CoE

- Trencin Slovak Republic

smaltimento e rendere sicuri tutti i tipi di ordigni, sia convenzionali e non convenzionali, improvvisati, chimici, biologici e nucleari.

Accreditamento NATO: 25.02.11

Stati membri: Slovacchia-Rep. Ceka-Polonia-Ungheria-Romania.

----------------------------------------------------------------

 

Cooperative Cyber Defence CoE - 14.05.08

CCD CoE

- Tallin Estonia

Addestramento tecnici contro minacce informatiche

Accreditamento NATO: 28.10.08

Stati membri: Le Nazioni fondatrici del CCD della NATO sono Estonia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Slovacchia e Spagna. Ungheria, Polonia, Stati Uniti e Paesi Bassi si unirono negli anni seguenti. Nel 2014 Francia, Regno Unito, Repubblica Ceca e Austria. Nel novembre 2015 hanno aderito la Finlandia, la Grecia e la Turchia. Dal 17.06.19 Bulgaria, Danimarca, Norvegia e Romania in seguito Belgio, Croazia, Montenegro, Portogallo, Slovenia, Svezia, Svizzera.

 

14.05.08 nella Research and Development Branch

31.01.09 Costituzione della Rappresentanza Militare Italiana

-----------------------------------------------------------------

  

CoE for Operations in Confined and Shallow Waters - 03.10.08

CSW CoE

- Kiel Germania

Addestramento operatività in acque poco profonde

Accreditamento NATO: 26.05.09

Stati membri: Italia (dall' agosto 2014) -Germania-Grecia-Finlandia-Turkia-Polonia-Olanda-USA.

  

Under Water Operations - Staff Officers:

…..08.14-...………  C.F.  Andrea Barbera

…..08.18-  attuale Col. Antonio Belfiore

  

Buste intestate con etichette:

Centre of Excellence for Operations in Confined and Shallow Waters Schweriner Strabe 31 - 24106 Kiel - Germany  www.coecsw.org 

Timbri amministrativi:

COE CSW Centre of Excellence for Operations in Confined and Shallow Waters Schweriner Strabe 31 - D-24106 Kiel

Centre of Excellence Operations in Confined and Shallow Waters  COE CSW

 

 

Uso posta locale

-----------------------------------------------------------

 

NATO Centre of Excellence Military Medicine - 01.11.08

MILMED CoE

-Budapest Hungheria

Supporto medico

Accreditamento NATO: 12.10.09

Stati membri: Italia-Rep. Ceka-Francia-Germania-Ungheria-Romania-UK-Olanda-Slovacchia-USA.

 ---------------------------------------------------------------

  

Counter Improvised Explosive Devices CoE - ................08

C-IED CoE

- Madrid Spagna

Contrasto agli ordigni esplosivi improvvisati IED

Accreditamento NATO: 16.11.10

Stati membri: Spagna-Germania-USA-Francia-Ungheria-Olanda-Portogallo-Romania-Rep.Ceka.

----------------------------------------------------------

 

NATO HUMINT CoE - 16.12.09

Oradea Romania

Consulenze strategiche

Accreditamento NATO: 14.07.10

Stati membri: Rep. Ceka-Grecia-Ungheria-Polonia-Romania-Slovacchia-Slovenia-Turkia-USA-

----------------------------------------------------------

 

Military Engineer CoE - 20.07.08

MILENG CoE

- Ingolstadt Germany

Consulenze in materia di ingegneria militare

Accreditamento NATO: 26.03.10

L'Euro NATO Training Engineer Center (ENTEC) è stato fondato nel 1977. Il 20.07.08 viene istituito il MILENG, Il 27.03.09 diventa operativo.

10 nazioni sponsor originali Canada, Grecia, Paesi Bassi, Gran Bretagna, Norvegia, Turchia, Francia, Repubblica Ceca, Romania e Germania. Dal 26.03.09 Belgio, Danimarca, Italia, Polonia e Stati Uniti, seguite dalla Spagna nel 2012 e dall'Ungheria nel 2019.

  

Rappresentanti italiani:

.........12-............ T.C. Luciano Fantetti

.............-  attuale Magg. Mario Rodà

 

Non esistono buste intestate alla Rappresentanza italiana ne timbri amministrativi

 

Uso di posta locale

--------------------------------------------------------

 

NATO Modelling & Simulation CoE - .....06.09

M&S CoE

- Roma

 

Il NATO M&S COE si propone di offrire alta e qualificata professionalità oltre che competenza nell’ambito della modellazione e simulazione a beneficio della NATO e delle altre Nazioni facenti parte dell’Alleanza.

Accreditamento NATO: 18.07.12

Stati Membri: Italia-Rep.Ceka-USA-Germania

 

Director: 

18.07.09-28.10.12 Col. Francesco Mastrorosa

28.10.12-10.08.15 Col. Stefano Nicolò

10.08.15-12.11.18 Cap.v. Vincenzo Milano

12.11.18- attuale  Col. Michele Turi

 

Buste intestate:

NATO Modelling & Simulation Centre of Eccellenze

 

--------------------------------------------------------------

 

NATO Energy Security CoE -10.07.12

ENSEC CoE

- Vilnius Lithuania

Fornisce competenze tecniche in materia di sicurezza energetica

Accreditamento NATO: 12.10.12

Stati membri: Italia-Lituania-Francia-Turkia-Estonia-Lettonia-

Dal 2014:UK-Georgia-Rep. Ceka dal 2016: Germania-USA

  

Head of Division:

.…….13-….08.17  T.C. Luca Dottarelli

….08.17-….09.20  C.F. Andrea Manfredini

 

Non esistono timbri amministrativi

Buste intestate:

Nato Energy Security Centre of Excellenze

 

Uso di posta locale

----------------------------------------------------------------

 

Multinational CoE for Mountain Warfare - 15.11.11

- Bohinjska Bela Slovenia

Addestramento per operazioni in zone montuose

accreditamento NATO 27.11.15

Stati membri fondatori: Italia-Slovenia-Austria-Ungheria. In seguito: Germania-Turchia-Croazia-

 

 Deputy Director:

……..16-……..19  Col Alberto Zamboni 

.………..-  attuale  Col. Ruggero Cucchini

National Representative:

............-….05.15 T.C. Renzo Martini

….05.15-  attuale T.C. Marco Mercurio

 

Buste intestate:

NATO Mountain Warfare Centre of Excellence Poljce 27 Sl-4275 Begunje Gorenuskem Slovenia

Timbri amministrativi:

NATO Mountain Warfare Centre of Excellence

 

 

Uso di posta locale

Postalizzazioni in Italia

-------------------------------------------------------------

 

Crisis Management and Disaster Response CoE - 28.08.13

CMDR CoE

- Sofia Bulgaria

Gestione delle crisi e capacità di soccorso

accreditamento NATO 31.03.15

Stati membri: Bulgaria-Polonia-Grecia

---------------------------------------------------------

 

Military Police CoE - 11.12.13

MP Coe

- Budgoszcz Poland

Migliorare la polizia Militare

Accreditamento NATO: 28.05.14

Stati Membri: Polonia-Croazia-Rep. Ceka-Germania-Olanda-Romania-Bulgaria-Ungheria-Grecia-Slocacchia-Italia dal 03.06.15

  

Senior office:

…………..-  attuale  LTC ITA CC Alessandro Lingeri

 

Lettera con intestazione a mano:

NATO MP Centre of Excellence Szubinska 105, 85-092 Bydgoszcz (Pl)

 

 

Uso di posta locale

 ------------------------------------------------------------

 

Strategic Communications Coe - 01.01.14

STRATCOM CoE

- Riga Lettonia

Comunicazioni strategiche

Accreditamento NATO: 01.09.14

Stati Membri fondatori: dal 01.07.14 Italia-Lettonia-Estonia-Germania-Lituania-Polonia-UK- Successivamente: Finlandia-Svezia-Francia-Olanda-USA-Canada.

 

Timbri amministrativi:

NATO Strategic Communications Centre of Excellence Kalnciema iela 11B Riga, LV-1048, Latvia

 

Uso di posta locale

-----------------------------------------------------------

 

Stability Policing Coe 18.12.14

SP CoE

- Vicenza Italia

Formazione personale Polizie collassate o in ricostruzione

 

Accreditamento NATO 12.05.15

Stati membri: Italia-Francia-Olanda-Romania-Spagna-Rep.Ceka-Polonia-Turkia-Grecia.

 

Direttore:

18.12.14-02.08.15 Col. Fausto Vignola

02.08.15-18.10.19 Col. Andrea Paris

18.10.19-  attuale  Col. Giuseppe De Magistris

 

Timbri amministrativi:

NATO Stability Policing Centre of Excellenze  (lineare e tondo)

 

Buste intestate:

Centro di Eccellenza NATO per la Polizia di Stabilità Il Direttore

 

-----------------------------------------------------------------------------------

 

Security Force Assistance 13.12.17

SFA CoE

- Norfolk USA presso ACT

Addestramento istruttori ed advisor impegnati nelle operazioni di assistenza e supporto delle forze di sicurezza locali.

Accreditamento NATO 03.12.18

Stati membri: Italia (Framework Nation) - Albania - Slovenia

 

Sezione SFA nazionale:

Direttore:

13.12.17-17.04.20 Col. Franco Merlino

17.04.20- attuale   Col. Massimo Di Pietro

 

Capo di Stato Maggiore:

2018 T.C. Massimo Moncada

 

Lettere intestate:

(logo) NATO Security Force Assistance Centre of Excellenze

 

===================================================================

===================================================================

 

1) Belgio 04.04.49-  attuale  North Atlantic Treaty Organization  - NATO

Sistema di difesa collettiva in base al quale i suoi Stati membri indipendenti acconsentono alla difesa reciproca in risposta a un attacco di qualsiasi parte esterna. Il quartier generale della NATO si trova ad Haren Bruxelles, mentre il quartier generale delle operazioni del comando alleato è vicino a Mons in Belgio.

Attualmente, la NATO ha 30 membri. Nel 1949 c'erano 12 membri fondatori dell'Alleanza: Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Islanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Regno Unito e Stati Uniti. Gli altri paesi membri sono: Grecia e Turchia (1952), Germania (1955), Spagna (1982), Repubblica ceca, Ungheria e Polonia (1999), Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Romania, Slovacchia e Slovenia, Albania e Croazia (2009) e Montenegro (2017), Macedonia (07.05.20).

 

Il Consiglio Atlantico è composto da un Rappresentante per ogni nazione ed è presieduto dal Segretario Generale della NATO.

 

Segretari generali NATO italiani:

01.08.64-01.10.71 Manlio Brosio

13.08.94-17.10.94 Sergio Balanzino

20.10.95-05.12.95 Sergio Balanzino

17.12.03-01.01.04 Alessandro Minuto Rizzo

 

Vice Segretario Generale:

………..-30.09.11 Claudio Bisogniero

 

Rappresentante permanente (Ambasciatore):

21.11.50-31.05.54 Alberto Rossi Longhi

01.06.54-17.01.58 Adolfo Alessandrini

18.01.58-08.05.59 Umberto Grazzi

09.05.59-02.10.67 Adolfo Alessandrini

03.10.67-15.01.71 Carlo De Ferrariis Salzano

22.01.71-16.01.80 Felice Catalano Melilli

18.01.80-14.04.83 Vincenzo Tornetta

14.04.83-18.09.85 Sergio Romano

19.09.85-15.01.91 Francesco Paolo Fulci

15.06.91-06.05.93 Enzo Perlot

26.07.93-01.02.98 Giovanni Jannuzzi

02.05.98-06.09.02 Amedeo De Franchis

07.09.02-22.02.07 Maurizio Moreno

12.04.07-01.12.10 Stefano Stefanini

12.12.10-31.12.12 Riccardo Sessa

21.01.13-19.09.14 Gabriele Checchia

01.10.14-06.03.16 Mariangela Zappia

07.03.16-12.04.19 Claudio Bisogniero

12.04.19-  attuale Francesco Maria Talò

 

Consigliere Militare:

1993-1996        Gen. Rolando Mosca Moschini

1999-2002        Gen. Stefano Panato

2005-2008        Contram. Gian Paolo Sessa

....07.16-……….  G.D. Michele Risi

……….-  attuale  A.D. Andrea Gueglio

  

Buste intestate:

Rappresentanza Permanente d’Italia presso il Consiglio Atlantico Bruxelles

Rappresentanza Permanente d’Italia presso il Consiglio Atlantico  Boulevar Leopoldo III 1110 Bruxelles

Timbri amministrativi:

Rappresentanza Militare Italiana presso il Consiglio Militare NATO Bruxelles

Rappresentanza Permanente d’Italia presso il Consiglio Atlantico Bruxelles Ufficio del Capo Ufficio Addetti e Consigliere Militare Segreteria

Ufficio dell’Addetto per la Difesa e Consigliere Militare Rappresentanza Permanente d’Italia in seno all’Unione Europea Bruxelles

 

↑ Collezione Vasco Franco

 

1956-  attuale NATO Electronic Warfare Advisory Committee - NEWAC

Il Comitato consultivo della NATO sulla guerra elettronica (NEWAC) è responsabile dell’elaborazione della policy, della dottrina e delle procedure nel campo della guerra elettronica in seno all’Alleanza Atlantica.

IlComitato è composto da Gruppi di lavoro Interforze (Joint), ciascuno con competenze su aspetti diversi della Guerra Elettronica (Electronic Warfare - EW).

- Gruppo sulla guerra elettronica (NATO Electronic Warfare Working Group - NEWWG)

- Gruppo sulla banca Dati delle emissioni (NATO Emitter Data Base Advisory Group - NEDBAG)

- Gruppo sulla guerra elettronica terrestre (Land Electronic Warfare Working Group - LEWWG)

- Gruppo sulla guerra elettronica aerea (Air Electronic Warfare Working Group - ALEWWG)

- Gruppo di coordinamento dei corsi della guerra elettronica (NATO Electronic Warfare Course Coordination Group - NEWCCG)

- Gruppo di coordinamento interforze dei Chairmen’s dei Gruppi di Lavoro (NATO Electronic Warfare Joint Chairmen’s Coordination Group - NEWJCCG)

Il NEWAC è composto da rappresentanti di ogni paese NATO e dei Comandi Strategici. I membri sono alti funzionari nelle organizzazioni nazionali di guerra elettronica. Il presidente e il segretario del comitato sono assegnati in modo permanente allo Stato maggiore militare internazionale presso la sede della NATO, a Bruxelles.

 

19.10.67-  attuale Military Committee Meteorological Group (MCMG)

 

2003-2006 C.F. Giorgio Trossarelli

 

1964 – attuale Military Oceanography (MILOC) Group

Nato dalla fusione dell’ex Military Oceanography Group e il Military Committee Group nel 2011

L'Alleanza opera spesso, o monitora le condizioni che influenzano i suoi interessi strategici, oltre i confini dei suoi paesi membri. Occorre quindi disporre delle informazioni più accurate, tempestive e pertinenti - sia attuali che previsionali - che descrivono gli aspetti meteorologici e oceanografici (METOC) di questi ambienti. 

 

1996 C.F. Giorgio Trossarelli

2003-2006 C.F. Giorgio Trossarelli

 

Battlelfield Meteorogical System and Support (BMSS)

2003-2006 C.F. Giorgio Trossarelli

 

NATO Air Defence Committee - NADC

E’ un organo della NATO che promuove l’armonizzazione delle iniziative dei vari Paesi dell’Alleanza Atlantica nel settore dei sistemi di comando e controllo e dei sistemi d’arma concernenti la difesa aerea, nonché fornisce consulenza al Consiglio Nord-Atlantico su tutti gli aspetti della difesa aerea, inclusa la difesa missilistica di teatro. Esso è costituito da alte autorità militari dei Paesi partecipanti, che si riuniscono due volte all’anno.

Capo Delegazione italiana:

01.11.06-17.02.10 G.S.A. Giuseppe Bernardis

 

2) Belgio 02.04.51- in corso SHAPE

fino al 1967 in Francia

Comando Supremo delle Potenze Alleate in Europa

 HQ a Mons

 

Rappresentanza Militare Italiana (ITALDELEGA):

- Ufficio R.M.I.

- Capo Ufficio e Vice Comandante

- Sezione Personale

- Sezione Affari generali

- Sezione di Stato Maggiore

- Sezione Sanitaria

- Sezione Amministrativa

 

Italian National Military Representative :

 

2004 Gen. Pietro Frisone

2012 Gen. Maurizio Valzano

2014 G.D. Giuseppe Antonio Spinelli

30.03.16-07.11.18 G.S.A. Roberto Nordio

2017 C.A Edoardo Compiani

………..-30.09.19 G.D.A. Mauro Ghiacci

30.09.20-  attuale  C.A. Pacioni Enrico

  

Deputy Italian National Military Representative:

2004-2006 C.V. Claudio Testoni

2010-2013 C.V. Giorgio Trossarelli

 

Deputy Chief of Staff for the support of the supreme command of the allied powers in Europe

………..-05.02.93 G.C.A. Antonio Milani

05.02.93-……….  A.S. Giuseppe Spinozzi

……….-…..02.00 A.S. Luigi Lillo

 

Military Assistant of the Deputy Chief of Staff presso il Comando Militare di S.H.A.P.E.

1960-1961 G.B.A. Vincenzo Lucertini

2003-2004 A.S. Claudio Testoni

2008-2011 Col. Maurizio Settesoldi

 

Military Assistant Comandante Supremo Forze NATO (SACEUR):

….….05-.…….08 C.F. Ostilio de Majo

……..08-….08.11 C.F. Francesco Procaccini

 

Deputy Chief of Staff Plans - Senior Italian Officer (SENITOFF):

01.08.16-31.06.19 G.B. Ignazio Gamba

 

Timbri amministrativi :

Rappresentanza Militare Italiana SHAPE

Rappresentanza Militare Italiana presso il Comando Supremo delle Potenze Alleate in Europa – Ind. Telegr.: Italdelega SHAPE

Rappresentanza Militare Italiana presso il Comando Supremo delle Forze Alleate in Europa B-7010 -S.H.A.P.E. (Belgio)

S.H.A.P.E. National Military Representative Italy

Italian National Military Representative (B7010 Shape-Belgium)

 

 

 

SHAPE:

L’ufficio non è dotato di “Guller” ufficiale poiché viene utilizzata la posta belga per la corrispondenza privata e il corriere per la posta militare. Esiste anche un ufficio postale interno con annullo “SHAPE Belgique 7010” e un ufficio postale dell’esercito inglese.

 

Nato Special Operations Coordination Centre - NSHQ

Il NSHQ funge da coordinatore per tutte le forze speciali in tutte le operazioni della NATO dirigendo le attività dei comandi della componente delle operazioni speciali. Consente alle F.S. di tutte le nazioni di addestrarsi, pianificare e lavorare meglio insieme.

Aperto nel 2006 come NSCC Nato Special Operations Coordination Centre nel 2010 prende il nome attuale NSHQ.

HQ a Casteau

 

3) Belgio 02.04.51- in corso NATO Military Committe - MC

 

Il Comitato Militare (MC) è l'organismo militare di rango più elevato della NATO e costituisce la principale fonte di consulenza militare per gli organi decisionali civili dell’Alleanza, in primis il North Atlantic Council e il Nuclear Planning Group. La sua consulenza è richiesta prima di qualsiasi autorizzazione che comporti azioni militari e, di conseguenza, rappresenta il punto di congiunzione tra il processo decisionale NATO e la sua struttura militare. Il Comitato Militare, inoltre, fornisce indirizzi ai due Comandanti strategici dell’Alleanza traducendo in orientamenti di carattere militare le decisioni del NAC, è responsabile per la generale condotta degli affari militari dell’Alleanza sotto l’autorità del NAC e dell’efficace funzionamento della agenzie ad esso subordinate. Inoltre ogni anno prepara una valutazione a lungo termine della forza e della capacità dei paesi e delle aree che presentano un rischio per gli interessi della NATO. Si riunisce settimanalmente a livello di rappresentanti militari (MILREP) e generalmente tre volte l'anno a livello dei Capi di Stato Maggiore della Difesa

 

Chairman of the Military Committee (CMC):

 

……....56-….01.57 Gen. Giuseppe Mancinelli

06.05.99-30.06.02 Amm. Guido Venturoni

27.06.08-16.11.11 Amm. Giampaolo Di Paola

 

Miltary Assistant to the Chairman of the NATO MC:

….03.08-….11.11 Amm. Giorgio Lazio

 

Unità Organizzative e relativi compiti

- Military Assistant

- Segreteria Particolare

- Segreteria Generale

- Sezione Amministrativa

- Ufficio Area NATO

- Ufficio Area UE

  

Military Representative Committee NATO e UE (ITALSTAFF):

Il Rappresentante Militare italiano (MILREP) è un generale che rappresenta il Capo di Stato maggiore della Difesa presso il NATO MC in sessione permanente e l’agenzia NATO per la Standardizzazione. ITALSTAFF segue gli studi e gli sviluppi delle tematiche militari discusse in seno all’Alleanza, partecipando ai relativi Comitati/Gruppi di lavoro.

Si articola in 4 sezioni con personale interforze:

- Personale

- Stato Maggiore (Pianificazione, operazioni, logistica ed addestramento)

- Sanità

- Amministrazione

 

.….07.73-….05.76 G.B. Alberto Li Gobbi

……...82-.……..83 G.S.A. Basilio Cottone

….12.86-….12.89 G.C.A. Vittorio Bernard

1993                   G.S.A. Antonio Rossetti

01.10.02-……….   T.Gen. Antonino Altorio

11.07.05-25.07.08 A.S Ferdinando Sanfelice Di Monteforte

25.07.08-.....08.11 G.S.A. Gian Piero Ristori

03.09.11-25.06.15 G.C.A. Gianmarco Chiarini

13.10.15-29.11.18 A.S. Stefano Dotti

29.11.18-  attuale  G.S.A. Roberto Nordio

 

Deputy Military Representative to the NATO Military Committee and Chief of the NATO Office to the Italian Military Delegation, NATO HQ:

……..…..-01.09.19 G.B. Paolo Cuppone

01.09.19-  attuale  G.D. Massimo Panizzi

 

 

Intestazioni a macchina da scrivere:

Rappresentanza Militare Italiana presso i Comitati Militari della NATO e della UE 1110 Bruxelles

Buste intestate:

Rappresentanza Permanente presso l'Unione Europea

Rappresentanza Militare Italiana presso i Comitati Militari della NATO e della U.E. Bruxelles

Timbri amministrativi:

Italian Military Representative to the NATO and EU Military Committees Bruxellex

Representation Miliaire Italienne aupres des Comites Militaires OTAN et UE Bruxelles

Rappresentanza Militare Italiana presso i Comitati Militari della NATO e dell'Unione Europea

 

Uso posta locale

 

4) Belgio 02.04.51- in corso International Military Staff - IMS

 L’International Military Staff, diretto da un Generale a tre stelle (Director General IMS-DGIMS) nominato dal Comitato Militare, è l’elemento di supporto del Comitato Militare stesso deputato alla preparazione di studi, valutazioni, report, documenti che rappresentano le basi di discussione e di decisioni assunte in ambito Comitato Militare. L’IMS, inoltre, è responsabile della pianificazione, delle valutazioni e della policy su aspetti militari coerentemente con le determinazioni del NAC. Di fatto l’IMS rappresenta il link tra gli organismi decisionali di livello politico della NATO e i Comandanti Strategici. L’IMS è composto da 5 divisioni:

- Plans & Policy Division (P&P): sviluppa e coordina il contributo del Comitato Militare alla politica e alla pianificazione NATO nei settori della politica di difesa, pianificazione strategica, policy e pianificazione sulle armi speciali, pianificazione della difesa e delle forze, proliferazione delle armi di distruzione di massa, la NATO Response Force (NRF) e le capacità in generale;

- Operations Division (OPS): supporta il Comitato Militare nello sviluppo di piani operativi e sulle modalità di come gestire le crisi internazionali. Promuove e sviluppa l’addestramento e le esercitazioni multinazionali sia in ambito NATO sia nell’ambito del sodalizio di cooperazione denominato Partnership for Peace (PfP);

- Intelligence Division (INT): fornisce al Segretario Generale della NATO, al NAC, al MC e a altri organismi della NATO, elementi di intelligence di carattere strategico. Raccoglie e valuta le informazioni ricevute dai Paesi membri della NATO e dai comandi militari. Inoltre, sviluppa e implementa la policy di settore;

- Co-operation and Regional Security Division (C&RS): si adopera per la cooperazione della NATO nell’ambito dell’Euro-Atlantic Partnership Council (EAPC) e del Partnership for Peace (PFP), del NATO-Russia Council, della NATO-Ukraine Commission, della NATO-Georgia Commission, del Mediterranean Dialogue, della Istanbul Cooperation Initiative e con singoli paesi partner in tutto il mondo. Sviluppa iniziative per il coinvolgimento NATO in aspetti di disarmo, controllo degli armamenti e sicurezza cooperativa;

- Logistics and Resources Division (L&R): sviluppa e coordina il contributo del Comitato Militare per la pianificazione strategica delle risorse della NATO necessarie agli organismi militari. Si occupa, inoltre, di armamenti, ricerca e tecnologia, risorse umane e personale, investimenti e finanza. Il Direttore Generale dell’IMS dirige le attività dell’IMS avvalendosi di un Ufficio del Direttore e della Sala situazioni.

 

Director:

10.02.67-17.02.69 Gen. Ezio Pistotti

….03.88- …....…91 G.S.A. Corrado Melillo

 

Assistant Director Operations Division:

.....07.07-20.07.10 G.D. Antonio Li Gobbi

 

Deputy Director Operations and Planning 

….09.15-….12.18 Gianmarco Badialetti

 

Director Division “Cooperative Security”

09.09.20-  attuale G.D. Francesco Diella

  

 

5) Belgio 02.04.51- in corso  Allied Command for Operations A.C.O.

Nasce dalla fusione dell'Allied Command Europe (ACE) e dall'Allied Command Atlantic (ACLANT) nel   giugno 2003

L’Allied Command Operations è il Comando Strategico della NATO che si occupa di tutte le operazioni e le esercitazioni dell’Alleanza indipendentemente dalla regione geografica di intervento e ha il proprio quartier generale Supreme Headquarters Allied Powers Europe (SHAPE) presso Casteau - Mons (BE). Il Supreme Allied Commander Europe (SACEUR) è sempre un generale “quattro stelle” americano che ricopre anche l’incarico di responsabile del Comando US in Europa. Il SACEUR, quando autorizzato dal NAC e secondo le linee guida del Comitato Militare, dirige la pianificazione per le operazioni militari, compresa l'individuazione di forze necessarie per condurre le diverse missioni e la richiesta di queste forze ai Paesi membri. Tali esigenze operative vengono analizzate di concerto con il Supreme Allied Commander Transformation (SACT). Il SACEUR formula raccomandazioni alle autorità politiche e militari della NATO su qualsiasi questione militare che possa influenzare la capacità dell’Alleanza di svolgere le proprie funzioni. Egli, inoltre, ha anche accesso diretto ai Capi di Stato Maggiore della Difesa e può comunicare con le competenti autorità nazionali, se necessario, per agevolare l'espletamento dei suoi compiti. In caso di aggressione contro uno dei Paesi della NATO il SACEUR, in qualità di comandante supremo, è responsabile dell'esecuzione di tutte le misure militari all'interno della sua capacità e ha l'autorità per preservare o ripristinare la sicurezza del territorio dell'Alleanza. Altri compiti che rientrano nella responsabilità del Comandante supremo alleato in Europa sono:

- contribuire alla stabilità nell'area euro-atlantica attraverso lo sviluppo e la partecipazione in operazioni, la promozione di contatti e attività di cooperazione e di altri esercizi intrapresi nel quadro della Partnership for Peace e delle relazioni con la Russia, l'Ucraina e i Paesi del Dialogo Mediterraneo

- condurre analisi a livello strategico per identificare carenze di capacità;

- gestire le risorse assegnate dalla NATO per le operazioni ed esercitazioni;

- sviluppare e condurre, in collaborazione con l’Allied Command Transformation (ACT), programmi di addestramento ed esercitazioni Joint & Combined per i comandi militari e le forze NATO e dei Paesi partner.

 

Deputy Chief of Staff Plans ACO Hq

.....09.07- 12.09.10 G.D. Leonardo Di Marco

29.09.17-……...19 Gen. Ignazio Gamba 

 

 

 

6) Italia 21.06.51-15.03.04 Allied Forces Southern Europe - AFSOUTH a Napoli dal 10.04.53 a Bagnoli

Al Comando del CINCSOUTH 3 Comandi subordinati:

A) Allied Land Forces Southern Europe - LANDSOUTH - Verona

B) Allied Naval Forces Southern Europe - NAVSOUTH - Napoli

C) Allied Air Forces Southern Europe - AIRSOUTH - Napoli (08.51-30.08.51 provvisoriamente a Firenze - dal 04.04.54 a Bagnoli)

 

Comandante - CINCSOUTH alle dipendenze del SACEUR

- Settore italiano: Allied Land Forces Southern Europe (COMLANDSOUTH) a comando italiano

Italia, Grecia, Creta, Turkia, isole Egeo

- Settore greco-turco: Allied Land Forces South-Eastern Europe (LANDSOUTHEAST) - HQ Izmir

a comando USA

dal Caucaso ai Balcani

 

CINCSOUTH:

02.03.77-31.07.77 Amm. Luigi Tomasuolo (11° CINCSOUTH)

 

Deputy CINCSOUTH:

………. -05.02.93 G.C.A. Oreste Gargioli

05.02.93-……….  G.C.A. Antonio Milani

 

Buste intestate:

Headquarters Allied Forces Southern Europe

Timbri amministrativi:

Comando Forze Alleate Sud Europa Quartier Generale Italiano - Servizio Amministrativo Viale della Liberazione, 1 - 80124 Bagnoli (NA)

 

 

A) 07.51-15.03.04 Allied Land Forces Southern Europe - LANDSOUTH

HQ Verona

Comandanti delle Forze di Terra alleate sud Europa FTASE:

21.06.51-30.08.52 G.C.A. Maurizio Lazzaro de Castiglioni

01.07.52-31.07.54 G.C.A. Enrico Frattini

01.08.54-31.05.57 G.C.A. Clemente Primieri

01.06.57-…..11.58 G.C.A. Alessandro Albert

…..11.58-31.03.59 G.C.A. Aldo Rossi

01.04.59-...……….. G.C.A. Aurelio Guy

……….....-...……….. G.C.A. Antonio Gualano

……….....-...……….. G.C.A. Siro Bernabò

……....68-..……..69 G.C.A. Guido Vedovato

……….....-…...…….. G.C.A. Ugo Centofanti

16.10.69-……...….. G.C.A. Cosimo Cassone

……….....-28.02.72 G.C.A. Raffaele Caccavale

29.02.72-...……….  G.C.A. Mario Alessi

……….....-...……….  G.C.A. Angelo Maria Galateri di Genola e Suniglia

……….....-...……….  G.C.A. Ettore Brancato

…..05.76-10.06.77 G.C.A. Alberto Li Gobbi

11.06.77-..……..79 G.C.A. Giuseppe Maria Vaccaro

03.09.81-30.04.83 G.C.A. Vittorio Santini

……….....-...……….  G.C.A. Aldo De Carlini

30.04.83-15.05.87 G.C.A. Giorgio Donati

16.05.87-…...….89 G.C.A. Benito Gavazza

……….....-...……….  G.C.A. Natale Dodoli

..………...-14.01.92 G.C.A. Fulvio Meozzi

15.01.92-..……….  G.C.A. Lucio Innecco

14.01.94-06.07.94 G.C.A. Franco Angioni

07.07.94-01.02.96 G.C.A. Biagio Rizzo

02.02.96-30.09.97 G.C.A. Cesare Pucci

01.10.97-13.10.01 G.C.A. Giuseppe Ardito anche Comandante di COMFOTER

14.10.01-25.05.03 G.C.A. Alberto Ficuciello anche Comandante di COMFOTER

26.05.03-09.12.03 G.C.A. Antonio Quintana anche Comandante di COMFOTER

10.12.03-15.03.04 G.C.A. Cosimo D’Arrigo anche Comandante di COMFOTER

 

B) 07.51-15.03.04 Allied Naval Forces Southern Europe - NAVSOUTH - Napoli

30.03.53-05.06.67 viene istituito l’HQ Allied Forces Mediterranean AFMED a Malta

05.06.67 chiusura di AFMED con trasferimento dei suoi comandi nell' Allied Naval Forces Southern Europe COMNAVSOUTH che viene riattivata comando di un ammiraglio italiano.

 

05.06.67-.. ….…… Amm. Luciano Sotgiu a Malta

..…..…70-24.03.72 Amm. Gino Birindelli con sede a Malta e trasferito l’01.04.1971 a Napoli.

24.03.72-30.03.74 Amm. Giuseppe Pighini

02.03.75-02.03.77 Amm. Luigi Tomasuolo

…..09.81-.….01.84 Amm. Vittorio Marulli

…..10.84-.….11.85 Amm. Giasone Piccioni

…..11.85-.….01.87 C.A. Sergio Majoli

…..01.87-.….09.88 A.S. Filippo Ruggiero

13.01.91-.….02.92 Amm. Guido Venturoni

…..05.96-…...…….  A.S. Umberto Guarnieri

……….....-18.02.00 Amm. Giuseppe Spinozzi

18.02.00-...……….  A.S. Luigi Lillo

……....00-..……..05 Amm. Gian Polo Sessa 

01.11.02-01.07.04 Amm. Ferdinando Sanfelice Di Monteforte

 

 

Alle dipendenze di COMNAVSOUTH con sede a Nisida Napoli:

dal 11.09.67 Comando Alleato Sommergibili del Mediterraneo - COMSUBMED

dal 21.11.68 Comando Alleato Aeromarittimo del Mediterraneo - COMAIRMED

 

Operazioni gestite da AFSOUT: “Maritime Monitor” - “Sharp Guard” - “Deny Flight” - IFOR - SFOR.

 

15.03.53 Con la disattivazione del NAVSOUTH nasce il nuovo HQ Naval Striking and Support Forces Southern Europe - STRIKFORSOUTH a Napoli

alle dipendenze del CINCSOUTH Comandante della 6^ flotta USA

 

Head Logistic Officer:

1999-2000 Amm. Gian Paolo Sessa 

 

15.03.04 viene soppresso AFSOUTH e istituito l’Allied Joint Force Command Naples

Comando navale NATO Sud Europa, gestisce la NRF (SNMG-2 e SNMCMG-2) alle dipendenze di MARCOM.

La missione del Comando delle forze armate alleate di Napoli è quella di preparare, pianificare e condurre operazioni militari al fine di preservare la pace, la sicurezza e l'integrità territoriale degli Stati membri dell'Alleanza in tutta l'Area di responsabilità del Comandante supremo alleato.

 

Chief of Staff:

…..06.10-28.04.13 Gen. De Vincenti Leandro

28.04.13-31.08.16 Gen. Leonardo di Marco

01.09.16-10.09.19 G.D. Luciano Portolano (anche Senior Italian Officer)

10.09.19-29.01.21 G.C.A. Antonio Vittiglio (anche Command Element U.E.)

29.01.21-  attuale  G.C.A. Ignazio Gamba (anche Command Element U.E.)

 

Joint Operations Center (JOC):

2010-2012 Col. Cuzzelli Giorgio

 

Comandante HQ Italiano:

16.12.15-01.08.19 Col. Vincenzo Lauro

01.08.19-  attuale  C.V. De Bonis Marcello

 

01.07.04-27.03.13 La componente navale prende il nome di Allied Maritime Component Command Naples (CC-Mar. Naples)

01.07.04-27.05.05 A.S. Ferdinando Sanfelice di Monteforte

28.05.05-04.06.08 A.S Roberto Cesaretti

05.06.08-10.03.11 A.S. Maurizio Geminiani

10.03.11-28.03.13 A.S. Rinaldo Veri

 

27.03.13 Allied Maritime Command (AMC) confluisce in MARCOM a Northwood UK

 

Command Maritime Air Naples COMMARAIR

Command Submarine Southern Region COMSUBNATO

 

01.08.12 STRIKFORSOUTH si traferisce in Portogallo cambiando denominazione in STRIKFORNATO (Vedi N° 53)

  

Operazioni gestite attualmente dal JFCN:

- KFOR

- NATO Mission Iraq

- Active Endeavour

- Allied Provider.

- Nato Response Force (Vedi N° 37)

- Standing NATO Maritime Group 2 (SNMG-2)

- Standing Mine Countermeasures Group 2 (SNMCMG2)

- NHQSa - NATO Headquarters - Sarajevo Bosnia & Herzogovina (Vedi N° 43)

- NATO MLO - NATO Headquarters Skopje Liaison Office – Macedonia (Vedi N° 32)

- NATO MLO - NATO Liaison Office - Belgrade Serbia (Vedi N° 49)

- Joint HQ Southcentre - Larissa GR

 

 Buste intestate:

Comando NATO Via Madonna del Pantano, Loc. Lago Patria 80014 Giugliano in Campania (NA)

Allied Joint Forces Command Naples Office of the Chief on Staff and Head of the European Union Command Element via Madonna del Pantano, Loc. Lago Patria 80014 Giuliano in Campania (NA) ITALIA

Timbri amministrativi:

Quartier Generale Italiano presso Joint Force Command Naples

 

 

C) 08.51-05.07.04 Allied Air Forces Southern Europe - AIRSOUTH

 05.08.51-30.08.51 provvisoriamente a Firenze - dal 01.09.51 a Napoli - dal 04.04.54 a Bagnoli

dal 05.07.04 in Turchia - Allied Air Command Izmir (CC-Air Izmir)

 

Deputy Commander AIRSOUTH:

01.07.52-………....  Gen. Sergio Lalatta

30.06.61-02.05.63 G.S.A. Duilio Sergio Fanali

……....73-…..03.75 G.S.A. Alessandro Mettimano

 

Chief of Staf:

01.07.52-……...….  Gen. Aldo Urbani

 

Forza operativa:

05.08.51-….11.51 Air Tactical Group

 

….11.51-01.04.54 56^ Tactical Air Force di Vicenza (TAF) - Gen. Rainieri Cupini

 

01.04.54-……….  5° Allied Tactical Air Force (V ATAF)

 

Commander:

01.04.54-…..……. Gen. Rainieri Cupini

01.09.58-….06.61 G.B.A. Luigi Bianchi

07.01.71-….10.71 G.S.A. Vincenzo Lucertini

…..10.71-….…..76 G.S.A. Marco Menegozzo

…..…..80-….12.82 G.S.A. Basilio Cottone

…..01.83-…..…….  G.S.A. Gioacchino Papacchini

……….....-…..…….  G.S.A. Fulvio Ristori

……...…..-06.04.93 G.S.A. Giuseppe Degli Innocenti

06.04.93-22.06.94 G.S.A. Antonio Rossetti

22.06.94-…...…….  G.S.A. Andrea Fornasiero

1999                    G.D.A. Leonardo Tricarico

...……..99-….…..99 G.S.A. Giovanni Sciandra

 

Deputy Commander:

01.06.54-01.01.56 G.B.A. Luigi Bianchi

 

Buste intestate:

Headquarters Allied Air Forces Southern Europe -.- Comando Forze Aeree Alleate Sud Europa

  

Bollo di franchigia:

Repubblica Italiana POSTE Comando Forze Aeree Alleate Sud Europa FIRENZE

Prima data conosciuta: 22.09.51 da Firenze

 

Dall’Allied Joint Force Command Naples dipendono anche:

 

NATO Force Integration Units:

Unità di integrazione della Forza NATO istituiti nel settembre 2015 nell’ambito del piano di prontezza NATO (Readiness Action Plan) sotto il comando dell’JFCN ed il controllo della Multinational Division Southeast di Bucarest.

 

NATO Force Integration Unit Bulgaria - Sofia

NATO Force Integration Unit Romania - Bucarest

 

Hanno come scopo coordinare le attività delle “Very High Readiness Joint Task Force (VJTF)

 

NATO Aegis Ashore Missile Defence Site Romania -Deveselu

parte del NATO Missile Defence System

Da maggio 2016 sotto il comando dell’AJFCN ed il controllo della Multinational Division Southeast di Bucarest.

 

05.09.17 è operativo il NATO Strategic Direction South Hub (NSDS-HUB)

Osservatorio dell'Alleanza Atlantica su Medio Oriente, Nordafrica, Sahel e Africa Subsahariana. Il centro ha come obiettivo principale quello di comprendere e di coordinare le risposte alle sfide strategiche che l'Alleanza deve affrontare sul fronte sud. Si concentrerà su minacce come terrorismo, destabilizzazione, radicalizzazione, migrazioni, inquinamento ambientale e disastri naturali.

Hq presso il JFC-Naples - Lago Patria

 

Direttori:

….10.17-19.11.18 G.B. Roberto Angius

19.11.18-11.11.19 G.B. Ignazio Lax

11.11.19-  attuale  G.B. Davide Re

 

7) Italia 19.11.51-  attuale  NATO Defence College

Come indicato nell'orientamento strategico sul NATO Defense College realizzato dal Consiglio della NATO e dal Comitato militare (MC123/8) la missione dell'Istituto è:

Contribuire alla efficacia e alla coesione dell'Alleanza

Sviluppare il pensiero strategico su questioni politico-militari

Costituire un polo di formazione, studio e ricerca capace di:

Preparare selezionati ufficiali e funzionari della NATO ad importanti ruoli multinazionali

Realizzare studi accademici e di ricerca a sostegno dell'attività dell'Alleanza

Collaborare con gli altri istituti formativi della NATO nella formazione del proprio personale.

19.11.51 a Parigi presso l’Ecole Militaire

18.01.67 trasferito a Roma

dal 10.09.99 a Cecchignola

  

Commander:

1957-1958 - G.C.A. E. De Renzi

1961-1963 - G.C.A. U. De Martino

….04.65-….03.66 Gen. Sergio Duilio Fanali

 

Director of Management (DoM) advisor to the Commandant 

01.04.17-……..….  G.B. Mario Ramponi

..………..-  attuale  G.B. Riccardo Brizi

 

Faculty Advisor and Senior Italian Representative:

25.02.05-…..06.08 Col. Giuseppe Morabito

 

Director Field Studies Branch:

.….06.08-…..06.12 Col. Giuseppe Morabito

 

Director of the Middle East Faculty:

…...07.12-.….07.16 Col. Giuseppe Morabito

..….07.16-…..07.18 Col. Filippo Bonsignore

 

PIO:

09.09.05-…...……   Col. Giancarlo Fortuna

.....08.12-06.03.17 T.C. Alberto Alletto

06.03.17-30.04.18 T.C. Camillo della Nebbia

 

Buste intestate:

NATO DEFENSE COLLEGE Viale della Civiltà del Lavoro 38 00144 ROMA

NATO DEFENSE COLLEGE Viale della Civiltà del Lavoro 38  ROMA

 

 

 

 

8) Germania ….03.53-............ The NATO School - Oberammergau

E’ la principale struttura di addestramento della NATO a livello operativo. La Scuola conduce istruzione militare multinazionale e formazione individuale a sostegno delle operazioni, della strategia, della politica, della dottrina e delle procedure della NATO attuali e in via di sviluppo. Ciò include la cooperazione e il dialogo con il personale militare e civile di nazioni non NATO.

Il 14.12.45 l’infrastruttura venne adibita dalle Forze americane quale sede del 6819° “Information and Educational School” (Scuola Informativa  e  Educativa). Nel  marzo  del  1953  venne  condotto con pieno successo il primo corso NATO. A partire dal 1966 la Scuola fu posta sotto il controllo operativo del SACEUR. Nel 1975 infine l’istituto ricevette l’attuale denominazione di NATO SCHOOL (SHAPE). Oggi   la   Scuola è posta   sotto   il   controllo   operativo   del Supreme   Allied Commander  for  Tranformation  (SACT) con  sede a  Norfolk  in  Virginia  (USA),

Oggi presso la Scuola prestano servizio circa duecento persone tra ufficiali, sottufficiali, graduati    e civili in rappresentanza   di 24   nazioni: Albania,   Austria,   Belgio,   Canada,   Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Lituania,   Lussemburgo,   Norvegia,   Olanda,   Polonia,   Portogallo,   Romania, Slovenia, Spagna, Turchia, Ungheria e Stati Uniti d’America.

 

Direttore affari internazionali NSO:

2004-2008 G.B. Federico Maria Pellegatti

 

Special Advisor Strategic Plans and Policy, Outreach:

….09.19-  attuale Col. Cavallo Carlo

 

9) Lussemburgo 21.05.58-01.07.12 NATO Maintenance Supply Agency - NAMSA

01.07.12 integrata nella NSPA

La NAMSA è la principale agenzia di gestione del supporto logistico della NATO.

Il compito principale della NAMSA è assistere le nazioni della NATO organizzando appalti e forniture comuni di pezzi di ricambio e organizzando i servizi di manutenzione e riparazione necessari per il supporto di vari sistemi d'arma nei loro inventari.

Ramo esecutivo della NAMSA è il NATO Maintenance and Supply Organization (NAMSO); inizialmente NATO Maintenance Supply Service System (NMSSS) a Chateauroux in Francia.

Il 04.11.64 si trasforma in NAMSO. A ottobre 1967 si trasferisce a Capellen in Luxemburgo.

- Hq Capellen Luxembourg - Rueil Malmaison FRA - Ungheria

 

Rappresentante nazionale:

06.10.65-30.12.66 G.B.A. Vincenzo Lucertini

….02.98-……....….  T.Gen. Antonino Altorio

 

Capo ufficio collegamento:

NAMSA:

1969-1972 Cap. Giuseppe De Stefani

1972-1976 Cap. Ettore Ricciari

1976-1979 Magg. Romano De Collibus

1979-1982 Magg. Antonio Ranocchiari

1982-1985 Cap. Sandro Ruggieri

1985-1988 T.C. Luigi Curatolo

1988-1991 T.C. Gaetano Dongiovanni

1991-1994 T.C. Luigi Facci

1994-1997 Col. Emilio Cocchi De Sanctis

1997-2000 T.C. Vincenzo De Carlo

2000-2003 Col. Francesco Danese

2003-2006 T.C. Domenico dell'Uva

2006-2009 T.C. Daniele Ceccarelli

 

01.07.12- in corso NSPA - Support Agency NATO

La NATO Support Agency (NSPA) è la NATO Integrated Logistics and Services Provider Agency, che combina l'ex NATO Maintenance and Supply Agency (NAMSA), la Central Europe Pipeline Management Agency (CEPMA) e la NATO Airlift Management Agency (NAMA).

L'NSPA riunisce in un'unica Organizzazione le attività di supporto logistico e di approvvigionamento della NATO

Sede Capellen Luxembourg (dal 01.07.12)

Centri operativi: Luxemburgo, Francia, Ungheria e Italia.

L'NSPA è l'organo esecutivo della NATO Support Organization (NSPO), di cui fanno parte tutte le 28 nazioni della NATO.

 

Capo ufficio collegamento:

01.08.09-31.07.13 T.C. Leonardo Pilastri

01.08.13-………...  T.C. Domenico dell'Uva

 

Senior Technical Officer

..….10.13- …..... .   Matteo Rinaldi

 

Buste intestate:

NATO OTAN NSPA

NATO Suppot Agency - Agence OTAN de Soutien

Timbri amministrativi:

Italian Liaison Office To NSPA - NATO Support Agency Capellen (Lux)

 

Uso di posta locale

 

Southern Operational Centre NATO Support Agency – SOC NSPA

Il Southern Operational Centre, costituito nel 1972, è ubicato all’interno del sedime di pertinenza della Scuola Volontari di Truppa dell’Aeronautica Militare di Taranto, che gli fornisce supporto tecnico-logistico. Originariamente, il Centro era precedentemente un semplice deposito di materiali di ricambio per i sistemi d’arma del cosiddetto fianco sud della NATO. Dal 2003, in seguito alla revisione dello strumento operativo della NATO, il SOC è responsabile per la custodia, il mantenimento e lo schieramento di tutti i materiali, nonché centro di addestramento per il funzionamento operativo dei campi a disposizione dei Paesi dell’Alleanza Atlantica

 

Comandanti:

07.12.09-….08.13 Col. Renato Costantino Lepore

 

Senior Officer:

..….11.16- attuale Col. Cristian Darretta

 

 

Buste intestate:

NSPA Nato Support Agency Logistic Operations Southern Operational Centre

NSPA SOC  C.P. 105 74122 Taranto Italy

 

 

Rappresentanza Militare Italiana presso l'Organizzazione di Supporto ed Approvvigionamento NATO – Roma (ITALNSPO)

 

Rappresentante Militare Italiano:

……….-  attuale  Amm.Isp. Roberto Dattola

 

Vice Rappresentante Militare Italiano:

……….- ………  Col. Giovanni Romano

 

Timbri amministrativi:

Rappresentanza Militare Italiana presso l'Organizzazione di Supporto ed Approvvigionamento NATO (ITALSPO)

 

 

10) Italia 02.05.59-  attuale Centre for Maritime Research and Experimentation  - CMRE

Il CMRE conduce ricerche e sperimentazioni scientifiche marittime all’avanguardia, che vanno dallo sviluppo del concetto alla dimostrazione di prototipi in mare.Fa parte della “NATO Science & Technology Organization”.

 

In precedenza:

dal 02.05.59 SACLANT ASW Research Centre - SACLANCEN

Nei primi anni il programma scientifico era principalmente incentrato sull’acustica subacquea, sull’oceanografia, sulla valutazione dei concetti dei sistemi antisommergibili.

Dal 1987 SACLANT Undersea Research Centre

19.06.03 NATO Undersea Research Center - NURC

Il cambio di nome coincide con lo spostamento dall’attenzione dalla guerra sottomarina alla ricerca subacquea.

01.07.12 Centre for Maritime Research and Experimentation - CMRE

Sede: La Spezia

Gestisce due navi di ricerca, l’Alliance (dal 1988) e la Leonardo (dal 2002).

1960-1964 Nave Aragonese

1964-1987 Nave Maria Paolina G.

 

Military advisor:

2016-  attuale Cap. Paolo Lombardo

 

 ⇑⇑

Prima volta dopo 90 anni della spedizione del Comandante Nobile di una missione in periodo invernale.

Lettera spedita dal porto di Reykjavik, tappa di avvicinamento al Polo Nord.

Data 06.02.2018

 

 

11) Germania 1963-31.10.02 Missione AMF-L (Allied Command Europe Mobile Force – Land)

La Allied Command Europe Mobile Force - Land è un comando NATO a livello brigata, antesignana della NATO Response Force, che guida una forza, costituita, per mobilitazione "su chiamata", da reparti di fanteria leggera a livello battaglione, forniti e designati dai vari paesi membri, il cui ruolo era quello di una forza di reazione immediata, in grado di rischierarsi sul campo, entro 48 ore dall'inizio della crisi, pronto al combattimento per poi avere il rinforzo, entro una settimana dall'inizio della crisi, delle forze di intervento rapido, rappresentate dall'Allied Rapid Reactions Corps.

Paesi componenti: USA - GB - Germania - Belgio - Canada - Olanda - Luxemburgo - Italia

HQ Heidelberg

Fa parte del Comando alleato in Europa (ACE), con sede in SHAPE a Casteau Belgio

 

L'Italia partecipa con un "Gruppo Tattico" della B. Taurinense che dal 1986 è denominato "Cuneense":

- Comandante e Comando 3° Rgt Alpini

- Cp Comando 3° Rgt Alpini

- Btg Alpini "Susa" di Pinerolo - Cp 34^, 35^, 36^, 133^

- 40^ Batteria Gruppo Artiglieria da Montagna "Pinerolo" di Susa

- 101° Ospedale da Campo aviotrasportabile di Torino

- Cp Alpini Paracadutisti

dal 1986 vengono aggiunti:

- Cp Genio Guastatori di Abbadia Alpina

- Cp Controcarri di Torino (fino al 1992)

- Elicotteri AB47 G3B - AB206 - AB205 G.s. "Toro" del 4° Rgt AVES "Altair"

 

Comando:

05.03.69-15.03.72 G.B Alberto Li Gobbi

20.06.86-31.12.88 G.M. Franco Angioni

 

Operazioni:

Il primo impiego operativo della AMF (L) è stato nel 1991, durante la Guerra del Golfo, quando una parte della sua componente aerea è stata destinata a presidiare il confine tra Iraq e Turchia per far fronte ad una potenziale minaccia per il territorio di uno stato membro.

L'AMF (L) è stata una delle formazioni della NATO impiegate in Norvegia durante l'esercitazione Strong Resolve 1998.

L'AMF (L) ha poi costituito il nucleo del dell'Albania Force (AFOR), una forza internazionale a guida NATO responsabile per della distribuzione di aiuti umanitari ai profughi del Kosovo in Albania durante la crisi del Kosovo del 1999

Chiusa il 31.10.02 e sostituita dalla NATO Response Force

 

Timbri amministrativi:                         

Cuneense Italian Contingent Headquarters

 

 

Uso poste locali

Uso P.M. G.B. "ACE Mobile Force British Forces 1 Postal Service"

  

12) Italia .....04.74 -03.06.19  NATO Comunications and Informations System School - NCISS

- HQ Latina

….10.59 ACE High Communications System NATO  a Borgo Piave

….04.74 NATO Communications School a Latina - NCS

.……..89 NATO Comunications and Informations System School - NCISS

01.07.12  entra a far parte della nuova Agenzia di Comunicazione e Informazione della NATO - Agenzia NCI - nata dalla fusione di: NC3A - NACMA - NCSA - ALTEMO - Hq NATO ICTM.

Fornisce un addestramento altamente sviluppato ed economicamente vantaggioso al personale militare e civile della NATO e delle nazioni non NATO per il funzionamento e la manutenzione dei sistemi di comunicazione e informazione.

   

Comandanti:

.....09.80-.....09.83 Col. Cavaliere Vincenzo

.....09.83-.....09.86 Col. Cornelio D'Avenio

.....03.99-26.09.90 Col. Giovanni Russo

26.09.90-.....10.92 Col. Federico Castronovo

.....10.11-12.12.05 Col. Palombi Sante

12.12.05-02.10.09 Col. Borfiga Luigi

02.10.09-08.09.11 Col. Antonio Cuppone

08.09.11-08.10.13 Col. Turchetta Marcello

08.10.13-16.12.16 Col. Silvio Monti

 

Trasferita a Oeiras in Portogallo

   

13) Belgio ............77- in corso NATO Naval Forces Sensor and Weapons Accuracy Check Sites - FORACS

Paesi membri: Italia,Canada,Danimarca,Germania,Grecia,Norvegia,UK,USA.

Misurare il rilevamento, distanza, direzione ed errori di posizione dei sensori a bordo delle navi, sottomarini e elicotteri

Hq NATO FORACS Bruxelles

NATO FORACS AUTEC NFA - Florida USA (dal 1994)

NATO FORACS GRECIA NFG - Souda Bay Grecia (dal 1984)

NATO FORACS NORVEGIA NFN - Stavanger Norvegia (dal 1978)

 

IT SNR:

2000-2005 Amm. Cerutti Fernando 

 

Navi a Souda:

Termoli 1998

Tremiti 14-20-21/10/09

Urania  21-29/11/02

Carabiniere giugno 2015

Margotti Novembre 2015

 

14) Olanda .....12.78- in corso  NATO Airborne Early Warming and Control Programme Management Agency - NAPMA

dal 06.07.12 confluisce nel NPO

Agenzia esecutiva di NAPMO (NATO Airborne Early Warning and Control Programme Management Organization) che gestisce la NATO Airborne Early Warming & Control - NEW&C

HQ a Brunssum

 

- Programme Management Division

- Programme Support Division

- Chief Engineer Office

- Finacial Controller Office

- Human Resources and General Services Office

 

Chief Programme Support Division:

.............-31.07.10 Col. Paolo Cecchini

01.08.10-............. Col. Pierlorenzo Galli

15.07.14-…...07.18 Col. Marco Maistrello

…..09.16-…...07.18 Col Giorgio Romano

 

15) Germania 28.06.82- in corso NATO Airborne Early Warming & Control - NEW&C -

La NAEW & C Force fornisce una capacità di sorveglianza, avvertimento e controllo aviotrasportata multinazionale e immediatamente disponibile a sostegno degli obiettivi della NATO. La Forza prende le sue direzioni operative e riferisce alla struttura di comando militare della NATO, ma dipende dal NAPMO per la modernizzazione, la manutenzione e la sostenibilità della flotta E ‑ 3A. La Forza NAEW & C esercita il controllo operativo sulla Forza composta da due elementi operativi: la componente E ‑ 3A che utilizza 16 aeromobili E ‑ 3A dalla base aerea della NATO (NAB) situata a Geilenkirchen, in Germania, e il componente E ‑ 3D che opera sette aeromobili E ‑ 3D della Royal Air Force (RAF) Waddington, Regno Unito. La Forza mantiene anche tre Forward Operating Bases (FOB) a Trapani, in Italia; Konya, Turchia; Aktion, Grecia, e una posizione operativa avanzata (FOL) a Oerland, Norvegia.Il quartier generale della forza NAEW & C è ospitato presso la base operativa principale NE ‑ 3A, Geilenkirchen, Germania con il posto del comandante della forza (maggiore generale) che si alterna tra la Germania e gli Stati Uniti e il vice comandante della forza assegnato al Regno Unito. Lo staff della sede è composto da circa 100 militari e civili di tutte le nazioni partecipanti ed è responsabile della pianificazione e valutazione operativa, definizione dei requisiti e budget, logistica e sistemi di comunicazione e informazione (CIS).

Attualmente, il programma NATO NAEW & C comprende 16 nazioni che partecipano come membri a pieno titolo: Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Turchia e Stati Uniti.

Il Regno Unito esercita una partecipazione limitata come membro NAPMO; ma la sua flotta di velivoli E-3D è parte integrante della NAEW & C Force.

La Francia ha un ruolo di osservatore e mantiene un coordinamento continuo per garantire che i suoi quattro aerei E-3F rimangano interoperabili con le altre flotte E-3.

 

Componente E ‑ 3A - Geilenkirchen, Germania (attivata 28.06.82 - fine 1988 pienamente operativa)

La componente E ‑ 3A è l'unica unità operativa della NATO. La sua missione è fornire aeromobili e personale di volo addestrato per fornire una piattaforma di sorveglianza e / o controllo ogniqualvolta indicato dal comandante della NAEW & C Force.

 

Componente E - 3D - RAF Waddington, Regno Unito (01.07.92 pienamente operativa)

Ha raggiunto la capacità operativa iniziale nel luglio 1992, e condivide la missione NAEW & C con il componente gemello a Geilenkirchen.

 

- Forward Operating Base (FOB):

Trapani Italia

 

 

Comandanti “Operations Wing AWACS Component” e IT-SNR:

….…..03-19.09.06 Col. Alberto Pierotti

19.09.06-09.09.09 Col. Angelo Piccillo

09.09.09-19.12.13 Col. Marco Francesco D’Asta

19.12.13-11.07.17 Col. Arturo Di Martino

11.07.17-  attuale  Col. Giorgio Santoro

 

RAMI:

.............-..........09 T.C. Roberto Palmisano

.........09-31.07.13 T.C. Stefano Cambi

31.07.13-03.08.17 T.C. Stefano De Angelis

03.08.17-  attuale  T.C. Mauro Tangali

 

 

Timbri amministrativi:

Rappresentanza Aeronautica Militare Italiana N.A.E.W. Force E-3° Component Geilenkirchen (GE)

Rappresentanza Aeronautica Militare c/o NAEW & C. Force D-52511 Geilenkirchen

Italian Air Force Senior National Representative

 

 

Uso di poste locali

 

 

FOB Trapani (dal 01.01.86):

01.09.05-06.07.09 T.C. Antonio Eramo

07.07.09-21.07.11 T.C Mauro Montagnino

22.07.11-17.12.13 T.C. Gabriele Gualazzini

18.12.13-02.06.14 Ten. Giovanni Fiume

03.06.14-30.08.20 T.C. Massimo Simotti

31.08.20-  attuale   T.C. Pietro Imbrò

 

 

Buste intestate

NATO AIRBORNE EARLY WARNING & CONTROL FORCE FORWARD OPERATING BASE TRAPANI-BRIGI-ITALY

Timbri amministrativi:

N.A.E.W. Force - E - 3A DETACHMENT Forward Operating Base - Trapani

  

Uso di poste locali

 

16) Germania ............87-............96 NATO EFA Development and Logistic Management Agency NEFMA

Responsabile per lo sviluppo congiunto e la produzione degli Eurofigter

Ramo esecutivo del NEFMO (NATO European Fighter Aircraft Development, Production an Logistic Management Organization)

1996 integrata nella NETMA

 

Comandante Divisione Eurofigter:

1989-1990 Col. Emilio Biasin

 

17) Belgio .....01.91-01.07.12 NATO Air Command and Control System Management Agency - NACMA

La NACMA è un'agenzia NATO indipendente il cui compito principale è quello di condurre la pianificazione centrale, l'ingegneria del sistema, l'implementazione e la gestione della configurazione per il programma NATO Air Command and Control System (ACCS). Il Programma intende sostituire i sistemi di difesa aerea esistenti nella NATO Europa, con un unico sistema che, a livello tattico, fornirà la capacità di pianificare, svolgere compiti ed eseguire operazioni aeree difensive, offensive e di supporto

È l'organo di acquisizione e attuazione della NATO ACCS Management Organization (NACMO), istituita e approvata dal Consiglio Nord Atlantico (NAC) nel luglio 1990.

.....01.91-01.07.12 - integrata nella NCIA (Vedi N° 54)

- NATO Hq Bruxelles BE

- Paesi: nazioni NATO

 

Deputy General Manager:

….01.11-01.07.12 Col. Enzo Montalti

 

Liaison Officer e IT SNR

01.08.09-01.06.12 Mauro Mantegazza

 

Capo sezione piani e programmi:

.............-30.04.10 Gen. Manlio Martorelli

 

01.07.12 si integra nella NCI e dal 01.01.13 diventa ACCS Air Command and Control System passa sotto il Comando dell’HQ Allied Air Command Ramstein (vedi n° 51)

 

18) Francia 22.05.92- in corso EUROCORPS

Forza multinazionale a livello di Corpo d'Armata nata nel 1992, che fa capo all'Unione europea, agisce sotto il Comando e il Controllo (C2) della NATO e comprende reparti provenienti da Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo e Spagna (paesi fondatori)

Il Comando dell'EUROCORPS ha sede a Strasburgo.

Staff (Stato Maggiore): Ufficiali provenienti da Grecia, Italia (dal 22.06.09), Polonia, Romania e Turchia (paesi associati)

Nel settembre 2002, l'EUROCORPS diviene un Corpo d'Armata "di reazione rapida“(Rapid Deployable Corps) disponibile sia per le esigenze dell'Unione Europea, sia per quelle della NATO.

 

 

IT SNR:

22.06.2009-2011 T.C. Giovanni Cappello

2012-8/2016 T.C. Paolo Magno

8/2016-9/2020 T.C. Gianfranco Colosimo

9/2020- attuale Magg. Federico Pirola

 

Timbri amministrativi:

Headquarters EUROCORPS - Strasbourg

Headquarters EUROCORPS - Senior Italian Officer (tondo e lineare)

Headquarters EUROCORPS - Senior Italian Officer - Protocollo Generale Riparto S: ……. Prot. N. EC/HA ……… Data arrivo …..

Headquarters EUROCORPS Quartier Aubert de Vincelles BP 70082 Rue du Corps Europèen F - 67020 STRASBOURG Cedex 1 - Senior Italian Officer -

ITALIAN SNR - HQ EUROCORPS Quartier Aubert de Vincelles BP 70082 Rue du Corps Europèen F - 67020 STRASBOURG Cedex Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

uso di posta locale

 

19) Francia 01.09.92 - attuale - NATO Helicopter Design and Development Production and Logistic Management Agency - NAHEMA - Aix en Provence FR

- Progettare, sviluppare e produrre elicotteri NH90

Nazioni partecipanti - Comitato direttivo: Italia, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Belgio.

06.07.12 integrata nella NPO

 

General Manager:

..............-31.07.10 Amm. Roberto Frascaro

……03.20-  attuale  Amm. Giorgio Gomma

 

Divisione Logistica:

..............-31.10.12  C.V. Stefano Corona

 

20) Inghilterra    02.10.92-in corso  Allied Rapid Reaction Corps

Forza Multinazionale di Intervento Rapido

HQ a Bielefed UK - dal 1994 a Rheindahlen GE - dal 04.05.06 a Gloucester UK

 

L'Italia ha da sempre il Vice Comandante:

1992-1995 Gen. Alberto Ficuciello

1995-1997 Gen. Carlo Cabigiosu

1997-1999 Gen. Piero Giovannetti

1999-2001 Gen. Fabrizio Castagnetti

2001-2004 Gen. Giuseppe Valotto

..........04-05.03.07 Gen. Giuseppe Emilio Gay

05.03.07-..........08 Gen. Gianmarco Chiarini

..........08-18.02.12 Gen. Riccardo Marchiò

18.02.12-17.10.14 Gen. Marcello Bellacicco

17.10.14-22.03.18 G.D. Roberto D'Alessandro

22.03.18-11.04.20 G.D. Maurizio Boni

02.04.20-  attuale  G.D. Lorenzo D’Addario

 

Operazioni:

14.12.95-15.09.96 Bosnia - Operazione Joint Endeavour (IFOR) - Comando Forze Terrestri

1998-1999 Kosovo - Comando Forze Terrestri KFOR

04.05.06-04.02.07 Afghanistan - Comando Forze Internazionali ISAF IX

.....05.08-.............  Iraq - Joint Operations Centre a Bassora

.....01.11-.....01.12 Afghanistan - Comando congiunto con ISAF

16.01.13-16.01.14 ruolo di NATO Response Force (NRF)

 

Timbri amministrativi:

Allied Rapid Reaction Corps DCOMARRC Office

Allied Rapid Reaction Corps Headquarters Deputy Commander Italian Senior National Representative

Nato Headquarters Allied Rapid Reaction Corps (NRDC-UK) Italian National Intelligence Cell Bulding 255 – “Imjin Barracks” GL3 1HW Innsworth Gloucestershirez  indirizzo telegrafico; ITA NIC Hq ARRC  g-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nato Headquarters Allied Rapid Reaction Corps (NRDC-UK) - Deputy Commander/ Italian Senior National Representative - Bulding 255 – “Imjin Barracks” GL3 1HW Innsworth Gloucestershirez  (UK)

 

↑ Collezione Vasco Franco

 

Uso posta locale

 

21) Italia 09.04.93-…09.01 Balkans Combined Air Center Vicenza

Incarico di coordinare le operazioni di supporto aereo della NATO nei Balcani, Bosnia e Kosovo.

Ogni squadrone che ha partecipato alle operazioni Deny Flight e Operazione Deliberate Force ha inviato un ufficiale di collegamento.

Nasce dal trasferimento del CAOC Mobile Computerizzato americano di Sembach a Vicenza.

 

Current OPS Director:

….03.93-……….95 T.C. Iannuzzi Alfredo

 

Disattivato nel settembre 2001 confluisce nel Combined Air Operations Center (CAOC 5) Poggio Renatico

 

22) Germania 01.07.93-09.03.2000 Allied Land Forces Central Europe - LANDCENT

La missione di LANDCENT è contribuire alla protezione della pace e alla deterrenza dell’aggressione, pianificare, preparare e dirigere le operazioni delle forze terrestri assegnate per la sicurezza e la difesa della propria area di responsabilità, pianificare, coordinare e condurre operazioni sincronizzate aria / terra a sostegno della campagna teatrale di CINCENT, e essere pronti a condurre operazioni di sostegno alla pace

HQ a Heidelberg

09.03.00-01.07.04 Joint HQ Centre - JHQCENT

01.07.04-01.03.10 Component Command-Land - CC-LAND HQ ED

01.03.10-01.04.13 HQ Allied Force Command - HQFCHD

 

Buste intestate:

Headquarters ACE Mobile Force (L) Campbell Barracks Postfach 10 26 20  D-69016 Heidelberg, F.R. Germany

 

 

Uso di posta interna dell’HQ con logo “HQ Allied Land Forces Central Europe”, datario tondo “Heidelberg (data) 69115” e quadrato “Deusche Post (importo) e data”

 

23) Danimarca ……..93-.....07.13  Combined Air Operations Center (CAOC 1) 

Responsabile difesa spazio aereo Islanda, Norvegia, Danimarca e Regno Unito

HQ a Finderup

17.10.08 diventa Combined Air Operations Center Finderup

- il CAOC 3 Reitan 01.03.00-28.02.08 trasferisce la responsabilità al CAOC Finderup

- il CAOC 9 REF High Wycombe Regno Unito disattivato nel 2008 traferisce la responsabilità al   CAOC Finderup

Nazioni partecipanti: Danimarca, Norvegia, Regno Unito, Germania, Polonia, Italia (dal 07.10.08), Tuchia

 

Dal 6/2013 il CAOC F viene disattivato e la responsabilità della sua area di Air Policing passa al CAOC Eudem.

 

IT SNR

07.10.08-….08.11   T.C. Francesco Quero

 

Timbri amministrativi:

Aeronautica Militare Italian National Representative presso CAOC 1 Finderup (DK)

 

  

 

 

Uso di poste locali

 

24) Belgio  ………94-  attuale Munitions Safety Information Analysis Center (MSIAC)

Centro di analisi delle informazioni sulla sicurezza delle munizioni.

1976 nasce la NATO AC/258

1979 NATO AC/310

26.05.1988 Pilot NIMIC

01.05.1991 NIMIC viene fondato e trasferito all’HQ NATO

1994/5 l’Italia aderisce al NIMIC

….05.2003 MSIAC (operativo dal 15.12.2004)

Paesi membri: Italia - Australia - Belgio - Canada - Finlandia - Francia - Germania - Paesi Bassi - Norvegia - Spagna - Svezia - Regno Unito - Stati Uniti - Polonia - Corea.

HQ Bruxelles

Il MSIAC è diretto da un comitato di rappresentanti senior di ciascuna nazione membro.

 

Steering Committee:

…………-  attuale C.V. Alberto Tessitori 

 

 

25) Germania ..........96 - in corso  NATO Eurofighter and Tornado Managemant Agency - NETMA

È responsabile dello sviluppo e della produzione congiunta del Typhoon e dell'aereo da combattimento multiruolo della NATO il Panavia Tornado

La NETMA è stata istituita nel 1996 per sostituire due precedenti organizzazioni:

- NAMMA (NATO Multirole Combat Aircraft Development and Production Management Agency 12.08.69-……..96)

Ramo esecutivo della NAMMO NATO Multirole Combat Aircraft Development and Production Management Organization.

- NEFMA (NATO EFA Development and Logistics Management Agency ……..87-……..96).

Paesi membri: Italia, Germania, Spagna, UK

HQ Monaco Germania - La sede è dal 2015 ad Hallbergmoos

 

Dal 06.07.12 inserita nel NPO - NATO Procurements Organisation

 

General Manager:

07.06.99-……….04 Gen. Isp. Carmine Cianci

21.01.08-31.01.11 Gen. Antonino Altorio

Tornado logistic division:

.............-14.06.12 Col. Armando Bonavoglia

Division leader:

.............-22.02.12 Col. Andrea Napolitano

 

Una caratteristica particolare dell'Eurofighter è quella di essere l'unico aereo militare moderno costruito in quattro linee di montaggio diverse: i quattro paesi che hanno dato origine al progetto, infatti, producono componenti comuni a tutti gli esemplari ma sono responsabili dell'assemblaggio finale dei propri velivoli. Le quattro linee di assemblaggio si trovano a Warton (UK) (vedi n° 142), Hallbergmoos (Germania), Torino-Caselle (Italia) e Getafe (Spagna) (vedi n° 141). Ogni partner assembla i suoi esemplari ma produce le solite parti che poi vengono distribuite ai vari impianti di assemblaggio. La produzione delle parti è così divisa:

 - BAE Systems produce le sezioni frontali e la parte anteriore delle sezioni di coda della fusoliera, i canard, il cupolino, il cockpit, la deriva e i flaperon interni - Regno Unito

-  Premium Aerotec produce la fusoliera centrale - Germania

-  Leonardo produce l’ala sinistra, i flaperon esterni e la parte posteriore delle sezioni di coda della fusoliera - Italia

-  EADS-CASA produce l’ala destra e gli slat - Spagna

 

26) Belgio .....01.96 –.....07.09 A.C.O. - T.L.P. Tactical Leadership Programme

Programma addestrativi NATO equipaggi velivoli da combattimento

base Offenberg a Florennes in Belgio

da luglio 2009 nella base di Albacete in Spagna

Gestito da: Spagna-Belgio-Danimarca-Germania-G.B.-Italia-Olanda-USA-Francia-Grecia

 

Command:

1999-1999 LtC Tommaso Collorafi - Chief Concepts & Doctrine

2003-2005 LtC Marco D'Asta - Chief Flying

2007-2009 LtC Matteo Omura - Chief Academics

Academics:

1996-1997 Capt Felice De Rosa - C3

1998-2000 Capt. Marco Francesconi - CSAR

2001-2003 Maj Vittorio Carminato - CSAR

2004-2006 Capt Roberto Bianchini - CSAR Specialist

2007-2009 Capt Dario DE Liguoro - CSAR Specialist

Concepts & Doctrine:

1996-1998 Maj Tommaso Collorafi - Offensive Ops

1999-2001 Maj Enrico Frasson - Offensive Ops

2002-2004 Maj Nino Monaco - Offensive Ops

2005-2007 Capt. Marcello Majorani - Offensive Ops

2008-2009 Capt. Silvestro Iovane - Air to Ground Ops

Flying Branc:

1997-1998 Capt. Rikki Saitta - Air Defence DCA

1998-1998 Capt Felice De Rosa - Air Defence C3

1999-2001 Capt Ivan Laudizi - Air Defence Def Ops

1999-2001 Capt Edoardo Meacci - Air Defence C3

2002-2004 Capt Stefano Bianca - Air Defence Def Ops

2002-2004 Maj Antonio Porpora - Air Defence C3

2002-2004 M.llo Luigi Pecora - Graphics

2005-2007 Capt. Paolo Pizzuti - Air to Ground DCA

2005-2008 Capt Massimo Ferrari - Air to Ground GCI Specialist

2005-2009 WO Luca D'Alessandro - Graphics

2008-2009 Capt Fabio Masci - Air to Air DCA

2009-2009 Maj Marco Paganella - Air to Air C2 Specialist

 

Timbri amministrativi:

Tactical Leadership Programme Florennes Belgio

Allied Command Operations ACO Tactical Leadership Programme Support Unit P&C Base J.Offenberg Florennes

Allied Command Operations ACO Tactical Leadership Programme Admin Office Base J.Offenberg Florennes

 

 

Uso di poste locali

 

Spagna .....07.09- attuale Rappresentanza Militare Aeronautica Italiana RAMI

Base di Albacete

Il TLP, che dal Luglio del 2009 ha sede presso la base aerea di Albacete, è un'organizzazione nata sulla base di un Memorandum of Understanding (M.O.U.) sottoscritto da 10 Nazioni firmatarie: Italia, Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Grecia, Germania e Danimarca. La missione è quella di migliorare l'efficacia delle operazioni aeree condotte dalle Forze Alleate, promuovendo lo sviluppo sia delle capacita' di leadership assertiva, che di analisi, pianificazione ed esecuzione, specifiche di un Mission Commander. Il TLP inoltre collabora attivamente con la NATO sulla base di una "Letter of Agreement" firmata dalle due Organizzazioni.

L'Italia, che ha aderito al programma come Nazione firmataria nel Gennaio 1996, attualmente rappresenta la prima nazione in termini di investimento economico e ricopre, con un proprio ufficiale, la posizione di Capo della Flying Branch.

 

Capo RAMI:

..........12-01.08.14 T.C. Marco Mastroberti

01.08.14- attuale    T.C. Generoso Polese

 

Timbri amministrativi:

Rappresentanza Aeronautica Militare Italiana Tactical Leaderchip Programme Base Aerea de Albacete Carretera de Murcia s/n 02071 Albacete (Spain)

 

Uso di poste locali

 

27) Polonia 18.09.99-  attuale Corps Northeast Szczecin

Forza Multinazionale di Intervento Rapido

Ufficiali di: Belgio, Canada, Croazia, Rep. Ceka, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Olanda, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Turchia, UK, USA:

HQ: Stettino

 

28) Spagna 01.09.99-01.01.13 Combined Air Operations Center (CAOC 8)

Responsabile dello spazio aereo della penisola Iberica e delle Canarie.

HQ Torrejon

Fa parte della NATO Integrated Air Defence System

Staff: Germania, Grecia, Italia, Portogallo, Spagna, Turchia e U.SA.

 

01.01.13 -  in corso  Combined Air Operations Center Torrejon

E’ responsabile di tutte le operazioni aeree nello spazio aereo della NATO a sud delle Alpi e delle operazioni di Air Policing della NATO sull’Albania, Slovenia e Montenegro.

il CAOC Torrejon è inserito nel NATO Integrated Air and Missile Defence System.

Incorpora anche il CAOC 7 di Larissa Grecia (1999-2013) e il CAOC 10 (01.09.99-28.06.13) di Lisbona Portogallo disattivati.

Staff: tutti i paesi dell’alleanza.

 

29) Turkia 24.03.00-19.06.13 Combined Air Operations Center (CAOC 6) Eskisehir

Centro di commando e controllo subordinato delle forze aeree alleate della NATO nell’Europa meridionale. Conduce la polizia aerea, la difesa aerea e interagisce con l’aviazione turca per conto della NATO.

Staff multinazionale provenienti da Turchia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Norvegia, Spagna e Stati Uniti.

 

Disattivato il 19.06.13 con trasferimento di responsabilità al CAOC di Torrejon in Spagna.

 

30) Italia 01.12.01- in corso NRDC-IT Nato Rapid Deployable Corps - Italy

Il NATO Rapid Deployable Corps - Italy (NRDC-ITA) è un Comando NATO alle dipendenze del Comandante Supremo delle Forze Alleate in Europa (SACEUR), presso SHAPE (Supreme Headquarters Allied Powers Europe) in Belgio. E’ stato costituito per far fronte, in caso di necessità immediata, allo schieramento di una forza multinazionale in un’area di crisi. Deve esser pronto a condurre operazioni difensive, offensive, in supporto della pace, di supporto umanitario ed altre operazioni sia dentro che fuori l’area di responsabilità dell’Alleanza Atlantica, in base a quanto stabilito dal Comando NATO della missione.

01.07.15-31.12.17 si riconfigura in Joint Task Force HQ JTFHQ

01.01.18-  attuale HQ Stand-by come NRF18-LCC (Land Component Command)

 

Sede a Solbiate Olona

01.07.04-15.01.05 impiegato come Comando Componente Terrestre NRF 3 – B. Taurinense

04.08.05-04.05.06 impiegato nella Missione ISAF al Comando del Gen. Del Vecchio

01.07.07-15.01.08 impiegato come Comando Componente Terrestre NRF 9 – B. Friuli

28.01.09-25.07.09 rischieramento in Afghanistan Gen. Gian Marco Chiarini

12.01.11-30.06.11 impegnato come Comando Componente Terrestre NRF 16 – B. Friuli

22.01.13-24.01.14 rischieramento in Afghanistan - G.C.A. Giorgio Battisti

 

01.10.97-01.12.00 Comando Forze di Proiezione

Assume alle dipendenze la Brigata Meccanizzata "Friuli", la Brigata Bersaglieri "Garibaldi", la Brigata Paracadutisti "Folgore" con i supporti 10° Rgt Genio Guastatori, 3° Rgt Cavalleria dell'Aria "Aldebaran", 33° Rgt Logistico di Manovra "Ambrosiano", Rgt Lagunari "Serenissima", 26° Rgt "Bergamo", 121° Rgt "Macerata".

Dal 1° Dicembre 2000 si riconfigura in comando di pianificazione cedendo le sue pedine operative al 1° e al 2° FOD.

 

Comandanti:                          

T.Gen. Luciano Forlani

M.Gen. Bruno Viva

 

01.11.01-01.12.02 Corpo d’Armata di Reazione Rapida NRF                   

T.Gen. Bruno Viva

 

01.12.02- in corso Nato Rapid Deployable Corps - IT                               

19.03.02-28.02.04 T.Gen. Fabrizio Castagnetti

01.03.04-04.09.07 G.C.A. Mauro Del Vecchio

05.09.07-26.08.08 Gen. Giuseppe Emilio Gay

26.08.08-30.06.11 Gen. Gian Marco Chiarini

30.06.11-24.11.14 Gen. Giorgio Battisti

24.11.14-29.09.16 G.C.A. Riccardo Marchiò

29.09.16-09.12.19 G.C.A. Roberto Perretti

09.12.19-  attuale  G.C.A. Luigi Miglietta

 

Brigata di Supporto al NRDC

- 1° Rgt Trasmissioni di Milano - Btg Spluga e Sempione

- Rgt Supporto Tattico Logistico - 33° Rgt Logistico Ambrosiano

 

Comandanti:

01.11.01-27.06.02 B.G. Giovanni Fantasia

28.06.02-15.07.04 B.G. Mario Righele

16.07.04-31.07.05 G.B. Sergio Giordano

01.08.05-09.10.06 G.B. Ruggero D'Osualdo

10.10.06-24.07.08 G.B. Raffaele De Feo

27.07.08-22.10.09 G.B. Bruno Bucci

23.10.09-10.11.11 G.B. Antonio Pennino

11.11.11-10.01.13 G.B. Alessandro Guarisco

11.01.13-31.10.14 G.B. Michele Cittadella

01.11.14-11.09.15 G.B. Giuseppe Poccia

11.09.15-27.11.18 G.B. Domenico Ridella

27.11.18-19.10.20 G.B. Simone Giannuzzi

19.10.20-  attuale  G.B. Uberto Incisa di Camerata

 

Capo di Stato Maggiore:

..........03-31.08.07 G.D. Luigi Pellegrino

31.08.07-26.05.09 G.D. Antonio Satta

26.05.09-20.09.10 G.D. Paolo Serra

20.09.10-16.04.12 G.D. Leonardo Di Marco

16.04.12-.....11.14 G.D. Rosario Castellano

.....11.14-25.01.16 G.D. Maurizio Boni

25.01.16-24.02.17 G.D. Giovanni Manione

24.02.17-14.01.19 G.D. Maurizio Riccò

14.01.19-21.05.20 G.D. Angelo Michele Ristuccia

21.05.20-  attuale  G.D. Fabio Polli

 

Buste intestate:

NATO Rapid Deployable Corps - Italy Il Generale Comandante

NATO Rapid Deployable Corps – Italy Commander

NATO Rapid Deployable Corps - Italy Il Capo di Stato Maggiore

Brigata di Supporto (stemma) Support Brigade

Timbri amministrativi:

Brigata di Supporto al NRDC-ITA (HQ) Comando

Headquarters NATO Rapid Deployable Corps (Italy)

 

Very High Readiness Joint Task Force (VJTF) (dal 2015)

La VJTF si centra sul comando di una unità a livello di una brigata in condizione di gestire una componente land fino a cinque battaglioni e con le possibilità di essere supportata da adeguati assetti aeronautici navali e di forze speciali. Il livello di prontezza richiesto gli consentirà di dispiegarsi completamente in un periodo di 48 – 72 ore al massimo.

 

Italia, Francia, Germania, Polonia, Spagna, Regno Unito e Turchia assumono il comando a rotazione annuale.

10.01.18-09.01.19 Land Brigade (sotto la direzione del NRDC-ITA):

132^ Brigata Corazzata Ariete - G.B. Angelo Michele Ristuccia

- Comando Brigata

- 11° Rgt Bersaglieri di Orcenico

- 10° Rgt Genio Guastatori di Cremona

- 32° Rgt Carri di Tauriano

- Reparto Comando e Supporti Tattici Ariete di Pordenone

187° Rgt Par.Folgore di Livorno

7° Rgt Trasmissioni di Sacile

1° Rgt Artiglieria da Montagna di Fossano – Col. Stefano Panoni

Scuola di Commissariato di Maddaloni

PM 13° Rgt Carabinieri “Friuli Venezia Giulia” di Gorizia

NATO Readiness Initiative (NRI)

01.01.20-31.12.20

9° Rgt Alpini de l’Aquila

01.01.21-31.12.21

1° Rgt Bersaglieri di Cosenza

 

 

 

31) Spagna 05.01.02- in corso NATO Rapid Deployable Corps - Spain

Forza di intervento rapido

Inprecedenza dal 2000 come High Readiness Force

Hq a Betera

Attualmente 12 nazioni fanno parte del quartier generale: Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Portogallo, Romania, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti, Rep. Ceca e Spagna

 

 

32) Macedonia 17.06.02- in corso       Nato HQ Skopjie (NHQSk)

Mandato: Richiesta Presidenza della Repubblica Macedone - Ha la responsabilità delle attività Nato in Fyrom

Nel 2005 è stato creato il NATO Headquarters Skopje - NHQSk, che nel luglio 2013 ha cambiato il nome in NATO Advisory Team (NAT) e successivamente in NATO Liaison Office Skopje (NLOSk).

 

Il Comandante del NHQS svolge le funzioni di NATO Senior Military Representative (SMR) alle dipendenze del Joint Force Commander Naples.

 

Comando italiano:

17.09.02-11.03.03 T.Gen. Gaetano Cigna 

 

Interoperability Advisor - IT SNR:

.........03-..............  T.C. Vincenzo Marzuco

............-..........04   T.C. Marino Zampiglia       

…….......- ………...... T.C. Sergio Cuofan                            

…….......-…........….. T.C. Paolo Fedele                                          

……...07-..........08   T.C. Biagio Capone

............-..............   T.C. Mauro Sebastio

.........11-..........12   T.C. Giovanbattista Emiliani

16.10.13-…...10.14   T.C. Maurizio Marchetti

 

attualmente un solo militare quale Operations Intel Advisor

  

Timbri amministrativi:

Nato HQ Skopie IT Senior National Red

Nato Contingente Italiano in Macedonia Comando Gestione Transito

Nato HQ Skopje

NHQS IT-SNR/NCC

LCT ITA - A Advisor Interoperability NATO Advisor Team Skopje

IT SNR/NCC "Skopje"

IT NSE "Skopje"

Nato HQ Skopje IT-NSE

Nato HQ Skopje IT-NSE  Data .... Prot.n. ..../IT-NSE/ ....

Nato HQ Skopje Italian Senior Officer

Italian National Support Element - Skopje -

Minuta

 

 

Uso del guller "Joint Guardian Kosovo"

1^ data conosciuta 13.07.03

Uso di posta locale

 

33) Italia 04.09.02- attuale Comando Italiano della Forza Marittima - COMITMARFOR

Capacità di intervenire con rapidità al Comando di Forze aeronavali e anfibia NATO-multinazionali in caso di crisi nell’area del Mediterraneo con compito di mantenimento o imposizioni della pace, aiuti umanitari e difesa collettiva contro la proliferazione delle armi di distruzione di massa.

HQ a Taranto

….12.03 Ful Operational Capability

….10.99-01.10.03 COMGRUPNAVIT (Comando Gruppo Navale Italiano) si integra con COMFORAL (Comando Forze d’Altura)

COMFORAL e COMITMARFOR si uniscono in un solo Comando.

Il Comandante è un Contrammiraglio italiano imbarcato sulla Nave Etna o Garibaldi.

Il Deputy COMITMARFOR è il Comandante del GRUPNAVIT

Il COMGRUPNAVIT assume il Comando, su rotazione, della Forza Anfibia Italo-Spagnola (COMSIAF)

11.03.05 Certificazione NATO come Comando con capacità Marittima di Reazione Rapida (Hrf-M, High Readiness Force Maritime)

 

COMITMARFOR - COMFORAL  

04.09.02-03.03.04 A.D. Maurizio Gemignani 

03.03.04-27.10.05 C.A Andrea Toscano

27.10.05-18.07.07 A.D. Giuseppe De Giorgi

18.07.07-25.02.09 A.D. Rinaldo Cherubino Veri

25.02.09-24.10.10 A.D. Claudio Gaudiosi

24.10.10-26.09.11 C.A. Filippo Maria Foffi

26.09.11-07.07.12 A.D. Emilio Foltzer

07.07.12-30.07.13 C.A. Carlo Massagli

30.07.13-12.09.14 C.A. Paolo Treu

12.09.14-28.06.16 C.A. Andrea Gueglio

28.06.16-30.11.17 C.A. Giuseppe Berutti Bergotto

30.11.17-30.09.19 C.A. Aurelio De Carolis

30.09.19-………

 

GRUPNAVIT:

….10.99-….10.01 C.A. Luigi Binelli Mantelli  

 

Deputy Commander COMITMARFOR (Comandante del GRUPNAVIT)

03.08.02-01.03.04 C.A. Rinaldo Cherubino Veri

01.03.04-28.02.05 C.A. Salvatore Ruzittu

25.05.07-….11.07 C.A. Emilio Foltzer

….11.07-26.06.09 C.A. Ruggiero Di Biase

….09.09-….12.09 C.A. Giovanni Gumiero

28.07.11-30.08.13 C.A. Enrico Credentino

30.08.13-15.07.14 C.A. Guido Rando

15.07.14-27.02.16 C.A. Pierpaolo Ribuffo

27.02.16-07.11.17 C.A. Salvatore Vitiello              

07.11.17-18.07.19 C.A. Flavio Biaggi         

18.07.19-  attuale  C.A. Alberto Sodomaco

 

34) Turkia   22.09.02- in corso NATO Rapid Deployable Corps - Turkey

Forza di intervento rapido

Hq a Istambul

 

IT SNR:

2011 Magg. Roberto Lacobella

….09.17-  attuale Col. Salvatore Jannella

 

Vice Comandante:

23.09.13-31.01.14 G.D. Antonio Satta

27.09.18-02.09.19 G.D. Antonio Vittiglio

….10.19-  attuale  G.D. Gaetano Zauner

 

Timbri amministrativi:

Nato Rapid Deployable Corps Turkey

Lettere intestate:

HQ NRDC-T  Istambul

ITA Senior National Representative HQ NATO Rapid Peployable Corps - Turkey

 

Uso di posta locale

  

35) Germania ....11.02- in corso 1 German-Netherlands Corps

Forza di intervento rapida

Hq Munster Germania

 

IT SNR:

……....13-30.08.17  Col. Ascenzo Tocci

30.08.17-  attuale    Col. Aldo Maria Vergano

 

Timbri amministrativi:

1° Corpo D'Armata GE/NL Italian Senior Representative Schiossplatz, 17 48143 Munster

1° Corpo D'Armata Tedesco/Olandese Ufficiale Senior Italiano

 

 

Uso di posta locale

 

36) USA 21.11.02- in corso  Allied Command for Transformation - A.C.T.

L’Allied Command Transformation (ACT), il cui quartier generale per assistere il Comandante Supremo Alleato per la Trasformazione (SACT) è a Norfolk (Virginia), è l'unico comando NATO in Nord America e l'unica sede permanente della NATO al di fuori dell'Europa. ACT ha il compito fondamentale di guidare la trasformazione della NATO e rappresenta l’attore principale dell’Alleanza per il cambiamento, poiché facilita e sostiene il miglioramento continuo delle capacità militari per mantenere e migliorare l'efficacia operativa dell'Alleanza. Pertanto SACT, coerentemente con le indicazioni provenienti dal NAC, ha la responsabilità di:

- individuare le capacità fondamentali per fronteggiare le minacce presenti e prevedibili, verificarne la possibilità di acquisizione diretta da parte della NATO oppure attraverso i Paesi membri;

- assegnare le priorità nel soddisfacimento delle esigenze capacitive individuare;

- fornire raccomandazioni generali sulla trasformazione al Comitato Militare;

- dirigere la trasformazione delle strutture militari della NATO, delle sue capacità e delle dottrine, al fine di migliorare l'efficacia militare dell'Alleanza;

- collaborare con SACEUR per l'integrazione e la sincronizzazione tra le attività di trasformazione e le attività operative;

- individuare il quadro concettuale per lo svolgimento delle future operazioni Joint & Combined;

- definire il modo in cui saranno condotte le operazioni future e le capacità di cui avranno bisogno;

- sviluppare la dottrina, la ricerca scientifica, la sperimentazione e lo sviluppo tecnologico nell’ambito dell’adozione di nuovi concetti operativi concentrandosi su settori quali la formazione e l'istruzione, lo sviluppo concettuale, l’approccio globale, la sperimentazione, la ricerca e la tecnologia.

Analogamente a SHAPE anche il quartier Generale di ACT è organizzato, in maniera funzionale, in divisioni:

- strategic Plans & policy;

- integrated resource management;

- capability Development

- Joint Force Trainer

- military co-operation division

Precedentemente dal 1952 : Comando alleato dell'Atlantico (ACLANT)

HQ Norfolk Virginia USA

 

IT SNR ACLANT:

1959-1960 C.F. Gino De Giorgi

  

Vice Comandanti ACT (DSACT)

02.07.07-29.09.10 Gen. Luciano Zappata (1° DSACT Italiano)

04.09.13-24.03.16 Gen. Mirco Zuliani

19.07.19- attuale  Gen.C.A. Paolo Ruggero

 

Military Assistant Deputy Supreme Allied Commander Trasformation:

…….07-….08.10 C.V. Paolo Pezzutti

 

Executive Assistant Deputy Supreme Allied Commander Transformation:    

 ……..07-08.10.10 Col. Lorenzo D'Addario

 

Assistant Chief of Staff Capability Engineering:

2010-2013 G.B. Giovanni Fungo

 

Deputy Chief of Staff:

…..08.16-…….19 G.D. Aerea Stefano Salamida

 

National Liaison Representative:

………....-... ………  Col. Angelo Borgogelli

….08.17-  attuale  Col. Alessandro Carpitella

 

Rappresentante Marina Militare Italiana:

….09.96-….08.99 C.F. Giovanni Gumiero

 

Etichette adesive: 

N.A.T.O. - HQ SACT  National Liaison Representative Italy 7857 Blandy Road Suite 100/A#31 Norfolk, VA 23551-2490 (USA)

 

 

Uso di posta locale

 

 

37) Belgio 15.10.03- in corso Nato Response Force. (NRF)

E’ una forza multinazionale altamente pronta e tecnologicamente avanzata composta da componenti di forze terrestri, aeree, marittime e delle forze speciali (SOF) che l'Alleanza può schierare rapidamente, ovunque sia necessario. Oltre al suo ruolo operativo può essere utilizzata per una maggiore cooperazione nell’istruzione e nella formazione, maggiori esercitazioni e un migliore utilizzo della tecnologia.

Dal 2012 il periodo di rotazione NRF dura 12 mesi a partire dal 1gennaio. Il comando operativo della NRF si alterna annualmente tra i due NATO Joint Force Commands (JFC) - Brunssum, nei Paesi Bassi, e Napoli.

Headquarters: SHAPE Belgio

Piena capacità operativa: ….11.06

Dal 2015 è capace di schierare in zona d'operazioni una grande unità elementare a livello brigata interforze, la Very High Readiness Joint Task Force (VJTF) (vedi n. 29),  entro 5 giorni dall'attivazione. Il Comando strategico della NRF è gestito dal Supreme Headquarters Allied Powers Europe e viene attivata in seguito alla decisione del Consiglio Nord Atlantico, organo politico dell'Alleanza. 

 

Componente marittima:

MCC Marittime Component Commader Allied Joint Force Command HQ Napoli

 

Componente terrestre   :

LCC Land Component Commader Allied Joint Force Command HQ Lisbona

 

Componente aerea  :

ACC Air Component Commander Allied Joint Force Command HQ Brunssum

 

Comandi italiani Componente marittima:

 

01.07.05-31.12.05 NRF  5  A.D. Andrea Toscano

31.12.05-11.07.06 NRF  6  A.D. Giuseppe De Giorgi

01.07.09-31.12.09 NRF 13 A.D. Claudio Gaudiosi

01.01.10-30.06.10 NRF 14 A.D. Claudio Gaudiosi

01.01.14-11.09.14 NRF      A.D. Paolo Treu

 

Comandi italiani Componente terrestre:

l’Italia si avvale del “Nato Rapid Deployable Corps- Italy” di Solbiate Olona

01.07.04-15.01.05 NRF   3 - B.Taurinense

01.07.07-15.01.08 NRF   9 - B. Friuli

12.01.11-10.06.11 NRF 16 - B. Friuli

10.01.18-09.01.19 NRF 18 -  B. Ariete – G.B. Michele Ristuccia

Per il 2018, la Brigata terrestre della Very High Readiness Joint Task Force è costituita su base 132° Brigata corazzata “Ariete” (Comando Brigata, 11° Reggimento Bersaglieri, del 10° Reggimento Genio guastatori, Reggimento logistico “Ariete”, Reparto Comando e Supporti Tattici “Ariete”), con il rinforzo del 187° Reggimento Paracadutisti, il supporto del 7° Reggimento Trasmissioni, del 1° Reggimento artiglieria da montagna, della Scuola di Commissariato di Maddaloni e di una compagnia di Polizia Militare fornita dal 13° Reggimento Carabinieri. Sotto il Comando del NRDC-ITA

 

Componente aerea:

01.01.21-31.12.21 NRF 21 Italian Joint Force Air Component (ITA-JFAC) Poggio Renatico - G.D.A. Claudio Gabellini

 

E’ stata impegnata:

Olimpiadi Atene 2004

Elezioni in Afghanistan 2004

Guerra civile in Libia 2011

Aiuti umanitari uragano Katrina settembre 2005

Aiuti umanitari terremoto ottobre 2005 in Pakistan

 

38) Norvegia 23.10.03-  attuale   Joint Warfare Center (JWC)

Il Joint Warfare Center fornisce il punto focale di addestramento della NATO per la guerra a livello operativo congiunto a spettro completo. Il Joint Warfare Center, come parte della NATO Command Structure, sostiene direttamente le missioni di Supreme Allied Commander Transformation (SACT) e Supreme Allied Commander Europe (SACEUR). Il Centro contribuisce alla preparazione generale alla lotta contro la guerra del Comando della NATO e dei quartieri generali della struttura delle forze e, quando diretti, dei quartieri generali nazionali e / o della NATO che si schierano nelle operazioni.

Organizzazione NATO multinazionale e multi-servizio con  militari e civili provenienti da diciassette nazioni, tra cui Canada, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia , Portogallo, Romania, Spagna, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti.

HQ a Stavanger, subordinato all’Headquarters Supreme Allied Commander Transformation (HQ SACT), in Norfolk, Virginia, Stati Uniti.

 

Programme Director:

….09.16-  attuale Vincenzo Ruggiero

 

39) Polonia 31.03.04- in corso Joint Force Training Centre (JFTC)

Centro di addestramento flessibile ed economico per le operazioni correnti, i requisiti emergenti, la prontezza, gli esercizi di certificazione e una moderna piattaforma per la sperimentazione. Assiste ACT e ACO

Rappresentanti NATO di 19 nazioni: Belgio, Bulgaria, Canada, Ceca Republica, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Slovakia, Spagna, Turkia, U.K. e USA.

Hq a Bydgoszcz

 

Italian Senior Officer:

2012   T.Cl.Governale Antonino

………20-  attuale T.C. Gianluca Bonci

 

Intestazione su etichette:

Joint Force Training Centre ul. Szubinska 285-915 Bydgoszcz 15 Poland

Timbri amministrativi:

Joint Force Training Centre Bydgoszcz - Poland

Joint Force Training Centre ul. Szubinska 285-915 Bydgoszcz Poland

Senior National Representative NATO Joint Force Training Centre

 

 

 

Uso di poste locali

  

40) Olanda 01.07.04- attuale Joint Force Command Brunssum

Struttura di comando multinazionale e interforze ha il compito di gestire la missione Resolute Support (RS) in Afghanistan e di pianificare, preparare e gestire l’impiego della Forza di Risposta della NATO (NATO Response Force – NRF) in alternanza con il Comando JFC di Napoli.

Il comando venne istituito nel 1953 come Allied Forces Central Europe (AFCENT) con sede a Fontainebleau, nei dintorni di Parigi. Nel 1967, in seguito al ritiro della Francia dalla struttura militare della NATO la sede venne spostata a Brunssum. Nel 2000 in seguito alla chiusura dell'Allied Forces Northern Europe (AFNORTH) il comando è stato rinominato Regional Headquarters Allied Forces Northern Europe (RHQ AFNORTH) per assumere poi dal 2004 l'attuale denominazione.

- Resolute Support (RS) in Afghanistan

- NATO Response Force (NRF) (dal 22.11.02)

Preparazione e gestione dell’impegno della Forza di risposta rapida della NATO NRF in alternanza annuale con il Comando JFC di Napoli

E’ stata mobilitato:

Olimpiadi Atene del 2004 - elezioni in Iraq - aiuti umanitari in Afghanistan - Uragano Katrina in USA - aiuti umanitari Pakistan terremoto del 2005.

-  Very High Readiness Joint Task Force (VJTF) (dal 2015)

Componente di elevata prontezza.

Italia, Francia, Germania, Polonia, Spagna, Regno Unito e Turchia assumono il comando a rotazione annuale.

                * Comando operativo Brunssum e Napoli

                * Initial Follow on Forces Group (IFFG) forze terrestri di pronto intervento

                * Componente marittima - SNMGs e SNMCMGs

                * Componente aerea

                * Forze per Operazioni Speciali (SoF)

                * Task Force per la guerra chimica, biologica, radiologica e nucleare (CBRN)

                        L’Italia ha fornito:

                        2015 Supporti logistici con il Joint Logistic Support Group - JFC Napoli

                        2016 Forza aere con JFAC

                        2018 Land Brigade: 132^ Brigata Corazzata Ariete – 187° Rgt Par.Folgore (sotto la direzione del NRDC-ITA)

-  Enhance Forward Presence (eFP) (dal 2016)

Rafforzamento della presenza militare nella parte orientale del territorio dell’Alleanza, 4 Battle Group multinazionali a guida tedesca, statunitense, britannica e canadese.

L’Italia partecipa con l’Operazione “Baltic Guardian”

  

Comando:

04.03.16-21.02.18 G.C.A. Salvatore Farina

21.02.18-31.05.19 Gen. Riccardo Marchiò

 

Staff Officer:

….08.10-….08.13 C.V. Alessandro Tosolini

….08.13-….08.16 C.V. Marcello Abbate

 

Buste intestate:

General Salvatore Farina Commander Allied Join Force Commander Postbox 270 6440 AG Brunssum

Timbri amministrativi:

Office of the Commander Joint Force Command Brunssum British Forces Post Office 28

Office of the Commander OTAN NATO JFC Brunssum

Joint Force Command Headquarters Brunssum (JFC HQ BRUNSSUM) Italian NSE

Contiene dati sensibili Da trattare a cura del personale autorizzato ai sensi del D.L. nr 196 in data 30/06/2003 e successive modificazioni

 

 

 

 

Uso posta locale

postalizzazioni in Italia

 

 

41) Turkia   11.08.04-22.05.13 CC Air HQ-Izmir (Component Command Air Headquarters Izmir)

Responsabile di tutte le attività connesse con la pianificazione e la condotta delle operazioni aeree nel Sud-Europa.

Comando a rotazione tra Italia e Spagna

 

21.08.07-30.06.10 Gen. Mario Renzo Ottone    

 

Timbri amministrativi:

Allied Air Component Command DCOM Office Izmir Turkei

Italian National Support Element presso Allied Air Component Command Headquarters Izmir (Turkey)

Nucleo di Supporto Nazionale Presso CC Air HQ Izmir

Italian N Support Izmir Turkei

 

 

Poste locali e tramite postalizzazione in Italia dei militari al rientro

Uso di annullo meccanico: “Nato Karargahi SB – Sirinyer- Izmir A-418”   

 

42) USA/Inghilterra 24.09.04- in corso International Submarine Escape and Rescue Liaison Office - ISMERLO

Servizio di consulenza mirata a prevenire incidenti a bordo dei sottomarini

HQ Northwood - UK

fino all’11.06.15 a Norfolk USA

Ful operational capability 11.06.15

 

Head of Branch Chief Liaison office

…..08.14…..07.17 C.F. Aniello Cuciniello (1^ volta un ufficiale italiano al vertice di ISMERLO)

…..07.17-  attuale  C.F. Gennaro Vitagliano

 

Nave: Anteo

 

43) Bosnia 18.12.04- in corso    NHQSa  (Nato Headquarters Sarajevo)

Costituito al termine di SFOR e inizio ALTHEA

Il NATO HQ Sarajevo, retto da un Senior Military Representative (SMR), è alle dirette dipendenze del Joint Force Command Naples (JFC Naples) e provvede al supporto delle Autorità bosniache ed ai coordinamenti tra queste ultime e la NATO.

 

HQ Comando NATO Sarajevo:

14.01.09-18.01.10 Gen. Sabato Errico (1° Comandante italiano)

 

Deputy Commander:

2006 1° Mar.Capo Lorenzo Conti

2007  Col. Franco Miana

2019  T.C. Gianfranco Rosset

 

Buste intestate:

NHQSa & HQ Eufor Grafhic Section Sarajevo

European Union Force Headquarters Camp Butmir 71000 Sarajevo BH

EUFOR HQ European Union Force Bosnia and Herzegovina - The Deputy Commander

HQ EUFOR SPTD/J1 Branch Camp Butmir, Sarajevo BiH

Timbri amministrativi:

Comando Eufor Nucleo di Supporto Nazionale Italiano

Comando Eufor IT - NSE

Comando EUFOR IT SNR SPT

HQ European Union Force Bosnia and Herzegovina - The Commader

HQ European Union Force Bosnia and Herzegovina - Deputy Commader

HQ EUFOR - IT NSE  Data .... Prot.n. ..... Classifica ......

HQ EUFOR - IT SNR SPT Data …… Prot. …….. Classifica ……

HQ Eufor & HQ Nato Sarajevo, Graphic Section  ...(data)...

EUFOR

EUFOR Duty Free Authorized Stamp

EUFOR HQ-Sarajevo BiH Support Division Branch J1

NHQSa & HQ Eufor Graphic Section Sarajevo

Italian National Support Element Sarajevo

Italian Senior Support Sarajevo

European Union Force Headquarters

European Union Force Headquarters Camp Butmir

Commander NHQ Sa Nato Headquarters Sarajevo

Commander NATO Headquarters Sarajevo Camp Butmir 71000 Sarajevo Bosnia and Herzegovina

Comeufor

Comeufor Althea

Comeufor ADC

Comeufor ADM CHIEF

Chief of Staff EUFOR

Office Manager Comeufor Office

Office of the CMDR NHQSa – Official Seal

ITA Army NHO Sa DCOM Admin

NATO/SFOR Unclassified

NATO Headquarters Sarajevo Office of the Commander and Senior Military Representative 71000 Sarajevo Bosnia and - Herzegovina

Branch Chief

Sarajevo

 

 

 

Uso guller “Bosnia Operazione Althea”

Uso poste locali

           

44) Francia 01.07.05- in corso Rapid Deployable Corps France - RDC FRA

Forza di intervento rapido. E’ in grado di svolgere un'ampia varietà di missioni, dall'ingresso iniziale alle operazioni di stabilizzazione. Può essere impegnato in un ambiente multinazionale, nel quadro della NATO, dell'Unione Europea (UE) o anche sotto un mandato nazionale.

HQ Lille

15 diverse nazioni contribuiscono al personale su base permanente: Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Olanda, Romania, Spagna, UK, USA, Albania, Canada,Turchia.

  

45) Belgio .....09.05-  attuale  Active Layered Theatre Balistic Missile Defence Project Office ALTMD PO

Si tratta di un programma della NATO finalizzato a sviluppare, a partire dal 2012, la capacità di assicurare la protezione delle proprie forze rischierate in aree di operazioni da attacchi di missili balistici di gittata fino a 3000 km. Tale capacità è assicurata mediante un network difensivo composto da sistemi anti-missile e sensori messi a disposizione dai paesi NATO e da sistemi di Comando e Controllo dell’Alleanza Atlantica - l’Air Command and Control System (ACCS), il Bi-Strategic Commands Automated Information System (Bi-SC AIS) e il NATO Ground Communications Segment (NGSC).

presso NATO del Combined Air Operations Center della NATO Uedem,

integrata nella NCIA 01.07.12

 

Integrated Test Bed nazionale:

 “Centro Sperimentale di Volo” (CSV) di Pratica di Mare dell’Aeronautica Militare, che funge anche da “concentratore“ delle capacità nazionali e da punto di collegamento con l’ITB NATO, utilizzando il collegamento disponibile presso il GRASCC (Gruppo Automazione Sistemi Comando e Controllo) anch’esso ubicato presso l’aeroporto di Pratica di Mare; - “Centro Addestramento e Sperimentazione dell’Artiglieria Controaerei” (CASACA) ed il “Centro di Simulazione e Validazione” (CESIVA) di Civitavecchia dell’Esercito Italiano; - “Centro di Programmazione” (MARICENPROG) di Taranto della Marina Militare.

L’Italia contribuisce con:

EI: Surface to Air Missile Platform/Terrani SAMP/T - Sistema missilistico controaerei

AM: Radar AN/TPS77 - Sistema radar a lungo raggio per la sorveglianza aerea

MM: Fregate classe Orizzonti - Andrea Doria e Caio Duilio

 

Programme manager:

......02.10-31.01.13 G.B. Alessandro Pera

 

46) Grecia 29.09.05- in corso NATO Rapid Deployable Corps - Greece

Forza di intervento rapido. Il compito del Comando è quello di fare fronte, in caso di necessità immediata, allo schieramento di una forza multinazionale in un'area di crisi. Il comando deve essere pronto a condurre operazioni difensive, offensive, in supporto delle operazioni di peacekeeping, di aiuti umanitari ed altre operazioni da condurre sia dentro che fuori l'area di responsabilità dell'Alleanza Atlantica e di interagire, nelle aree di crisi, con attori non militari, quali organizzazioni governative, organizzazioni non-governative e agenzie di aiuto umanitario.

HQ a Thessaloniki

 

Deputy Chief off Staff to Rear Support - IT SNR:

15.01.03-14-05.04 G.B. Prizzi Leonardo

23.08.05-21.06.09 G.B. Filippi Bruno

22.06.09-02.07.13 G.B. Pasquale Terreri

03.07.13-31.07.16 G.B. Bruno Morace

Deputy Chief off Staff to Plans - IT SNR

01.08.16-29.09.19 G.B. Stella Vittorio Antonio

30.09.19-  attuale   G.B. Scopigno Manlio

 

Buste intestate:

NDC-GR Headquarters Thessaloniki Greece

NATO RAPID DEPLOYABLE CORPS GREECE DCOS PLANS OFFICE Pedion Aeros Camp 903 BST THESSALONIKI GREECE

Timbri amministrativi

NATO Rapid Depoyable Corps - Greece - Headquarters

 

 

 

Uso posta locale

 

47) Portogallo 28.03.06- in corso Joint Analysis and Lessons Learned Centre JALLC

Monsanto Lisbona - PT

La missione è di servire come centro della NATO per l'esecuzione di analisi congiunte di operazioni, addestramento, esercitazioni e sperimentazione, compresa la creazione e il mantenimento di un database delle lezioni apprese della NATO gestito interattivamente.

Nazioni partecipanti: Italia - Canada - Croazia - Rep.Ceka - Danimarca - Francia - Germania - Grecia - Ungheria - Olanda - Norvegia - Polonia - Portogallo - Romania - Spagna - Turkia - UK - USA.

  

IT SNR:

...............- attuale C.F. Marcello Fardelli

 

Buste intestate:

North Atlantic Teatry Organization Joint Analysis and Lessons Leardned Centre Avda. Tenente Martins, Monsanto 1500-589 Lisboa, Portugal

Timbri amministrativi:

Ufficio sprovvisto di bollo IT DEL JALL

 

 

Uso posta locale

 

48) Grecia 06.07.06- in corso NATO Maritime Interdiction Operational Training Center NMIOTC

la missione di NMIOTC è: "Condurre l'addestramento combinato necessario alle forze e ai partner della NATO per eseguire meglio le attività di superficie, sub-superficie, sorveglianza aerea e operazioni speciali a sostegno delle operazioni di interdizione marittima (MIO)

Istituita il 12.06.03 – operativa dal 06.07.06 – piena operatività 17.03.08

- Hq Souda Naval Base -

Nazioni partecipanti: Italia - Grecia - Bulgaria - Rep. Ceka - Germania - Polonia - Romania - Turkia - UK - USA.

 

……..13-….10.17  G.B. Corrado Campana

….10.17- attuale   G.B. Rosario La Pira

 

49) Serbia 18.12.06- in corso NATO Military Office MLO Belgrado

si colloca nel contesto della organizzazione di Comando e Controllo del JFC di Napoli con lo scopo principale di agevolare la cooperazione tra la NATO e le Forze Armate Serbe nell'ambito del "Partnership for Peace programme" dell'EAPC della NATO (Consiglio di partenariato euro-atlantico della NATO) del 2006 e delle Riforme nel settore della Difesa serba.

  

Capo Missione e ITSNR

…....….07-….…..08 G.B. Lucio Batta

.....12.11-08.02.12 G.B. Mauro De Vincentis

08.02.12-13.02.14 G.B. Ornello Baron

13.02.14-03.02.16 G.B. Lucio Batta

03.02.16-….01.20 G.B. Cesare Marinelli

….01.20-  attuale  G.B. Tommaso Vitale

 

Buste intestate:

NATO Military Liaison Office Belgrade

Timbri amministrativi:

NATO Military Liaison Office Belgrade

NATO Military Liaison Office Belgrade 5, Bircaninova Street, 11000 Belgrade

Brigadier General Ornello Baron Head of NATO Military Liaison Office Belgrade

 

 

uso posta locale

1^ data postale conosciuta 30.10.13

  

50) Olanda   01.07.07- in corso     NATO Movement Coordination Centre Europe MCCE

Obiettivo principale del MCCE è quello di far sì che mezzi terrestri, aerei e navali destinati al movimento strategico e/o tattico-militare o al rifornimento in volo vengano razionalizzati e, per quanto possibile, condivisi tra le varie forze armate partecipanti abbattendo i costi ed aumentandone l'efficienza.

nato dalla fusione del Centro Airlift Europeo (EAC) e il Centro di Coordinamento del trasporto Marittimo (SCC).

Partecipano all'accordo MCCE le seguenti nazioni: Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America, Svezia, Turchia, Ungheria.

HQ Eindhoven - Olanda

 

Rappresentanza Aeronautica Militare Italiana RAMI

dal 01.08.09 Rappresentanza Militare Italiana RMI

 

Vice direttore MCCE:

01.07.07-............. Col. Luca Tonello

 

Capo Rappresentanza italiana:

01.07.07-…….....08 T.C. Leonardi Pilastri

..........12-01.08.13 T.C. Gioacchino Cassarà

01.08.13-  ……….... Col. Mario Losasso

 

Buste intestate:

Rappresentanza Militare Italiana Eindhoven MCCE

 

Uso di posta locale

  

51) Germania 01.03.10-  attuale Combined Air Operations Center Uedem

Controlla lo spazio aereo dell'Alleanza a nord delle Alpi. Include il controllo dell’Operazione Baltic Air Policing della NATO per la Lituania, Lettonia, Estonia e Islanda

Il CAOC Uedem è inserito nel NATO Integrated Air and Missile Defence System.

In precedenza nel 1993 Combined Air Operations Center CAOC 2 Kalkar

Nel settembre 1996 istituito un distaccamento a Ramstein

Nel 2005 ridistribuito a Uedem

30.06.08 viene disattivato il CAOC 4 di Mebstetten

01.03.10 il CAOC 2 e il distaccamento di Ramstein sono unificati in Combined Air Operations Center CAOC - Uedem

 

Responsible for tactical management of air defense piloted systems:

….08.03-….02.07 Col. Maurizio Marozzi

 

 

52) Italia 04.10.10- in corso Comando Operazioni Aeree COA (ex COFA)

Hq a Poggio Renatico

Il COA, costituito sul sedime di Poggio Renatico il 4 Ottobre 2010, ha il compito di esercitare il Comando e Controllo degli assetti SAR (Search and Rescue), del Trasporto Aereo cosiddetto “Operativo” (incluso quello da/per i teatri fuori dai confini nazionali, ma ad esclusione dei voli di stato) e della Difesa Aerea. Questi compiti sono svolti tutti i giorni dell’anno, senza soluzione di continuità, mediante la Sala Operativa Nazionale (AOC) del COA che gestisce e coordina tutti gli assetti e le risorse assegnate. In aggiunta alle attività operative di Istituto, il COA può essere chiamato a realizzare un’idonea cornice di sicurezza aerea in occasione di eventi di 'elevata visibilità', come avvenuto ad esempio per il vertice G8 dell’Aquila nel 2009. Il COA, inoltre, è l’elemento di congiunzione tra la catena di Comando e Controllo della NATO e l’Organizzazione nazionale, in quanto il relativo Comandante espleta la duplice funzione di Comandante COA e del CAOC5, ovvero il Centro di Comando e Controllo NATO per le operazioni di Difesa Aerea in Italia, Slovenia, Ungheria, Croazia ed Albania.

 

01.01.98 dalla fusione del 1° R.O.C. della base NATO Venda e dell’11° Gruppo Radar,  fu costituito il Comando Operazioni Forze Aeree (COFA) con sede a Vicenza che dal 1951 ospitava la 5^ Forza Aerea Tattica della NATO (ATAF) predecessore del CAOC-5.

Nel 1970 a Poggio Renatico fu trasferito l'I 1° Gruppo Radar che venne integrato nel sistema di comando e controllo NATO denominato "Nadge", volto a sorvegliare i confini dei paesi dell'Alleanza, dalla Turchia alla Norvegia. Nel 1983 la base acquisì maggiore importanza grazie all'installazione di una nuova e più potente stazione radar e del sistema di collegamento con i velivoli NATO AWACS entrati in funzione in Europa.

l’ 01.01.1998 la base accolse il quartier generale del Centro COFA sino ad allora ospitato a Vicenza presso la sede della 5° Forza Aerea Tattica della NATO (ATAF). L'anno successivo il COFA di Poggio Renatico ebbe il suo battesimo di fuoco partecipando alla pianificazione e alla conduzione dei bombardamenti in Serbia e Kosovo durante l'operazione "Allied Forces";

il centro, che vedeva originariamente la partecipazione di solo personale italiano, passò ad ospitare militari provenienti da tredici paesi dell'Alleanza (Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Norvegia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Turchia e Ungheria).

Il trasferimento delle funzioni da Vicenza a Ferrara proseguì con gradualità fino il 1.09.03, quando fu completato ufficialmente.

 

Comando COFA e CAOC-5:

2000-2003 Gen. Giovanni Sciandra

……........-06.10.05 G.S.A. Giampiero Gargini

06.10.05-08.06.09 G.S.A. Roberto Iacomino

08.06.09-05.05.10 G.S.A. Leandro De Vincenti

25.05.10-02.08.10 G.S.A. Carmine Pollice

02.08.10-04.10.10 G.S.A. Mario Renzo Ottone

 

 

Comando COA - CAOC-5 - DACCC:

04.10.10-26.04.12 G.S.A. Mario Renzo Ottone

26.04.12-02.07.13 G.S.A. Mirco Zuliani

02.07.13-17.09.15 G.S.A. Roberto Nordio

17.09.15-28.09.16 G.D.A. Giovanni Fantuzzi

28.09.16-01.06.17 G.D.A. Gianni Candotti

01.06.17-06.03.19 G.D.A. Antonio Conserva

06.03.19-  attuale  G.D.A. Claudio Gabellini

 

Vice Comando COA:

….09.11-….09.16 G.B.A. Paolo Mazzi

….08.18-  attuale  G.B.A. Gianluca Ercolani

  

Il COA è articolato in:

- Italian Air Operations Center (ITA-AOC)

Coordinamento attività di volo militare e non.

2011 G.B.A. Elia Baldazzi

….08.18-  attuale  G.B.A. Gianluca Ercolani

 

- Reparto Preparazione alle Operazioni (RPO)

Addestramento personale ad operare nei Centri di Comando e Controllo per le operazioni aeree nazionali, di coalizione e multinazionali ONU, NATO, UE.

 

- Reparto Difesa Aerea Missilistica Integrata (Rep. DAMI)

Comando e controllo assetti difesa Aerea e Missilistica.

 

Dal COA dipendono:

- Reparto Supporto Servizi Generali (RSSG) - - Poggio Renatico

Servizi di supporto (tecnici, logistici e amministrativi) per il funzionamento degli enti, nazionali, NATO e europei ubicati a Poggio Renatico

 

2011 Col. Leonardo Vitadello

……...…..-10.09.15 Col. Alberto Barugolo

10.09.15-10.10.17 Col. Angelo Mega

10.10.17-12.10.20 Col. Vincenzo Girardi

12.10.20-  attuale  Col. Antonino Monaco

- Servizio Coordinamento e Controllo  A.M. (SCCAM) di Ciampino, con 3 dipendenti SCCAM di Albano Terme, Milano Linare e Brindisi.

Controlla la condotta per tutti i voli operativi nello spazio aereo italiano.

- Reparto Mobile di Comando e Controllo di Bari (RMCC)

Comando e controllo da una sede di rischieramento in Italia o fuori dai confini nazionali.

- R.A.M.I. presso il Centro per Analisi e Simulazioni di Limonest in Francia 

Preparazione alle Operazioni aeree (CASPOA CoE)

- R.A.M.I. presso European Air Transport Command (EATC) di Eindhoven

 

Ambito RPO:

01.01.13 -  attuale  Joint Force Air Component - Core JFAC

alle dipendenze dell' Air Command HQ di Ramstein

Impiegato per esigenze nazionali o disponibile per operazioni NATO

Su richiesta della NATO è stato utilizzato per la NATO Response Force 2016

 

Comando RPO e Capo Core JFAC:

01.01.13 -….09.16 G.B. Paolo Mazzi (anche Deputy Commander COA)

  

 Italian Air Warfare Centre - AWC

Funzione di raccordo fra tutte le attività nel settore warfare distribuite fra i diversi Enti di FA.

Direttore AWC:

03.12.15-….06.17 Col. Luca Manieri

…..06.17-….…..18 Col. Maurizio De Angelis Masa

……....18-  attuale Col. Michele Ciuffrida

 

Non sono ancora in dotazione di buste su carta intestata

Lettera su carta intestata:

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Italian Air Waefare Centre

  

 

 Alle dipendenze del COA:

Air Operation Trainig Centre AOTC

Scuola di Comando e Controllo operazioni Aeree

Capo AOTC:

 

2011 Col. Stefano Micheli

.............- ……….    Col. Flavio Danielis

.….09.17-  attuale  Col. Mauro Gabetta

 

08.07.15-  attuale European Personnel Recovery Center - EPRC

HQ Poggio Renatico

Procedure di recupero personale militare e civile impegnati in operazioni o territori ostili.

Nazioni partecipanti: Italia, Francia, Germania, Belgio, Olanda, UK e Spagna

Il Centro è retto da una "Steering Commitee" composta dai rappresentanti nazionali che a rotazione biennale ne hanno il Comando.

 

Rappresentante nella "Steering Committee" - EPRC Director:

17.09.15-28.09.16 G.D.A. Giovanni Fantuzzi

28.09.16-01.06.17 G.D.A. Gianni Candotti

 

Comando:

08.07.15-.............  Col. Domenico Fanelli

 

04.12.14-  attuale  European Air Transport Command EATC

alle dipendenze dall' EATC di Endhoven in Olanda

Coordinamento degli obiettivi formativi e di esercizio, nonché l'armonizzazione delle norme di legge di trasporto aereo

R.A.M.I. Endhoven

L’EATC è regolata da una governance denominata “Multinational Air Transport Committee” o MATraC che non è altro che il livello decisionale più alto ed è composto dai direttori dei reparti volo dei paesi membri. Il presidente è scelto tra i direttori per un mandato di due anni.

Paesi membri dell’EATC: Paesi Bassi, Germania, Spagna, Italia, Francia, Belgio, Lituania.

 

Deputy Commander EATC:

ruota su base triennale tra Italia, Belgio, Spagna e Paesi Bassi

13.11.17-01.10.20 G.B.A. Francesco Saverio Agresti

 

Chairman del Multinational Air Transport Committee (M.A.Tra.C.):

Tale comitato, composto dai Capi di Stato Maggiore delle Aeronautiche dei Paesi partecipanti 

 

12.01.16 L’Aeronautica Militare effettua il “trasferimento di autorità” all’EATC di 31 velivoli tra C-27J, C-130J e KC 767, appartenenti alla 46^ Brigata Aerea di Pisa e al 14° Stormo di Pratica di Mare

 

01.09.99-31.12.13 Combined Air Operations Center (CAOC 5)

Poggio Renatico - in precedenza 5 ATAF a Vicenza.

Responsabile difesa spazio aereo italiano-sloveno-ungherese

 

2000-2003 G.S.A. Giovanni Sciandra

……………-06.10.05 G.S.A. Giampiero Gargini

06.10.05-08.06.09 G.S.A. Roberto Iacomino

08.06.09-05.05.10 G.S.A. Leandro De Vincenti

25.05.10-02.08.10 G.S.A. Carmine Pollice

02.08.10-26.04.12 G.S.A. Mario Ranzo Ottone

26.04.12-31.12.13 G.S.A. Mirco Zuliani

 

Dall’ 1.07.13 cede le proprie funzioni operative al CAOC Torrejon, in Spagna.

 

Timbri amministrativi:

N.A.T.O. 5° Centro Operazioni Aeree Combinate Poggio Renatico

Combinated Air Operations Centre Five CAOC5 - Official

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Ufficio Comando 44028 - Poggio Renatico (FE)

 

01.01.13-  in corso  Deployable Air Command and Control Centre DACCC

Comando e controllo aereo NATO - alla dipendenza del AAC di Ramstein

In precedenza CAOC 5

01.12.15 piena capacità operativa

 

Deputy Commander

 

02.10.15-30.01.19 Gen.B. Roberto di Marco 

 

Il DACC è suddiviso in 2 strutture:

- Deployable Air Operations Center  DAOC

Responsabile della pianificazione, dell'assegnazione e della condotta delle missioni aeree  

 

- Deployable Air Control Center Recognised Air Picture Production Center and Sensor Fusion Post  DARS

Centro di Comando e Controllo rischierabile responsabile del controllo tattico degli assetti impiegati, nonché della sorveglianza dello spazio aereo nell’Area di Operazioni.

 

01.11.14-18.06.15 Col. Arturo Cattel

18.06.15-15.03.17 Col. Roberto Ferrando

Dal 15.03.17 inserito nel Reparto Difesa Aerea Missilistica Integrata

 

 

15.03.17-  in corso Reparto Difesa Aerea Missilistica Integrata - Rep. DAMI

Uso del sistema NATO Air Command Control System (ACCS) - La capacità operativa viene potenziata dall’impiego di velivoli AWACS, da sensori su navi ADS (Air Defense Ship) e da velivolo Gulfstream CAEW

Formato dalle unità operative integrate nella catena di comando e controllo di Difesa Aerea Nazionale e NATO:

 

Comando Rep.DAMI:

15.03.17-11.07.19  Col. Cristiano Turrin

11.07.19-  attuale  Col. Dario Tarantino

 

- 22° Gr.R.A.M. di Licola

15.03.17-13.09.17 Col. Gianluca Capasso

13.09.17-18.09.19 T.C. Massimiliano Abbate

18.09.19-  attuale  T.C. Maurizio Tancredi

 

- 11° Gruppo DAMI costituito a Poggio Renatico ex ARS

15.03.17-  attuale T.l. Massimiliano Mazzini

 

12.04.21-  attuale  Brigata Controllo Aerospazio - BCA

Obiettivo dirigere e armonizzare il complesso delle attività della Forza Armata per lo svolgimento del suo compito primario di Difesa Aerea e l’utilizzo ordinato e coordinato dello Spazio Aereo nazionale da parte del Traffico Aereo Operativo.

La Brigata Controllo Aerospazio si pone come Service Provider e referente di Forza Armata, attraverso il Comando Operazioni Aerospaziali, nei settori di Difesa Aerea Missilistica Integrata (DAMI) e di Coordinamento e Controllo del Traffico aereo Operativo. Essa si occupa della gestione e dello sviluppo dei sistemi e dei programmi di Comando e Controllo (C2) Nazionali e NATO; sovraintende la formazione e l’addestramento del personale del settore DAMI e Traffico Aereo Operativo ed è l’interfaccia di Forza Armata con i settori Difesa Aerea della NATO e dell’Unione Europea.

La BCA ha alle sue dirette dipendenze il Reparto Difesa Aerea e Missilistica Integrata (ReDAMI) con sede a Poggio Renatico, il Reparto Servizi Coordinamento e Controllo A.M. (RSCCAM) di Ciampino, il Reparto Mobile di Comando e Controllo (RMCC) di Bari, il Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo (RACSA) con sede a Pratica di Mare e la Rappresentanza Aeronautica Militare Italiana (RAMI) di Geilenkirchen in Germania. La BCA mantiene inoltre un collegamento tecnico con il 2° Stormo di Rivolto e il 14° Stormo di Pratica di Mare per quanto concerne le attività dei loro assetti Difesa Missilistica e Conformal Airborne Early Warning (CAEW).

 

12.04.21-  attuale Col. Giuseppe Mega

 

 

12.04.21-  attuale Reparto Operazioni (R.O.)

ingloba il Core JFAC, il National Air and Space Operations Centre (NASOC) ed il Centro Space Situational Awareness (C.S.S.A.), che si affiancano al ricostituito Italian Air Warfare Centre (IT-AWC).

L'IT-AWC si pone come supporto, di carattere dottrinale e formativo, al processo decisionale del COA e della F.A., mentre il Reparto Operazioni è il vero e proprio staff operativo del Comandante del COA, deputato ad assicurare l'efficace impiego del Potere Aerospaziale.

Il NASOC, invece, è deputato alla gestione a 360 gradi delle operazioni correnti tanto sul trasporto aereo, meteo, Ricerca e Soccorso sotto egida nazionale, mentre il CSSA è l'elemento organizzativo che simboleggia meglio la transizione "aerospaziale" del COA, comprendendo anche il "desk" spazio deputato allo studio e al tracciamento di tutto ciò che orbita intorno alla Terra.

 

------------------------------------------------------------

  

Timbri amministrativi:

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Ufficio Comando 44028 Poggio Renatico (FE)

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Sezione Affari Generali/Cerimoniale/Comunicazione 44028 Poggio Renatico (FE)

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Reparto Preparazione delle Operazioni Centro Add.to C2

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Reparto Preparazione delle Operazioni Via Ponte Rosso,1 44028 Poggio Renatico (FE)

Aeronautica Militare Comando Operazioni Aeree Reparto Difesa Aerea Missilistica Integrata Via Ponte Rosso,1 44028 Poggio Renatico (FE)

N.A.T.O. Deployable Air Command And Control Centre Via Ponte Rosso,1 44028 Poggio Renatico (FE) - Italy

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

53) Portogallo 01.08.12-  attuale  Naval Striking and Support Forces – STRIKFORNATO

Pianificare, comando e controllo delle operazioni marittime in tutta l'intera gamma delle missioni dell'Alleanza

Il 1º luglio 2004 STRIKFORSOUTH è diventata una forza NATO, cambiando la sua denominazione in STRIKFORNATO, e la sua responsabilità estesa a tutta l'area di responsabilità NATO e il successivo 17 agosto il comando operativo è passato dal Comando alleato di Napoli al SACEUR. A seguito delle ristrutturazioni della NATO che ha disposto la chiusura nel marzo 2013 del Comando marittimo alleato di Napoli, le cui responsabilità sono confluite nel Comando marittimo alleato di Northwood, diventato l'unico comando Marittimo della NATO, anche STRIKFORSOUTH è stata interessata dal processo di riorganizzazione evolvendosi nella Naval Striking and Support Forces NATO, trasferendo la sua sede di comando a partire dal 1 agosto 2012 da Napoli a Oeiras in Portogallo.

  

Deputy Chief of Staff of Operation:

21.09.15-….10.18 Amm. Francesco Covella

….03.21-  attuale  C.A. Marco Papi

 

 

Non sono utilizzate buste e carta da lettere intestate

 

Poste locali e tramite postalizzazione in Italia dei militari al rientro

 

  

54) Belgio 01.07.12- in corso  NATO Communication & Information Agency - NCIA

In precedenza:

1951 U.S. 7th Signal Brigade assegnata in servizio presso SHAPE a Fontainebleau in Francia

1955 apre il Centro Tecnico di Difesa Aerea SHAPE

1963 apre il Centro Tecnico SHAPE (STC) dell’Aia Paesi Bassi

1996 STC si fonde con l’Agenzia NATO per la gestione dei Sistemi di Comunicazione integrate

1967 viene creato il SHAPE Signal Support Group (SSSG)

1971 viene creata la NATO Integrated Communications System Management Agency (NICSMA)

1981-1985 viene fondato il Service Support Group (SSG)

1985 viene creato il Regional Signal Grupo SHAPE (RSGS) - sostituisce il SSG

1986 apertura NATO Communications and Information System Agency (NACISA)

1987 viene fondata la NATO CIS Operating and Support Agency (NACOSA)

1991 viene creata la NATO ACCS Management Agency (NACMA)

1996 viene creata la NATO Consultation, Control and Command Agency (NC3A) - fusione del STC e NACISA

2004 viene creata la NATO CIS Services Agency (NCSA)

….09.005 viene creato il programma di difesa contro i missili balistici (ALTBMD) della NATO

2007 viene istituita la Comunicazione delle Informazioni e la gestione della Tecnologia (ICTM) per l’HQ NATO

01.07.2012 viene creata l’Agenzia NATO Communication & Information Agency -NCIA

L’agenzia fornisce la più avanzata tecnologia e le migliori capacità di comunicazione nel campo del Command, Control, Communications, Computers, Intelligence, Surveillance and Reconnaissance (C4ISR) e si occupa anche delle nuove minacce e sfide quali la cyber-defence e la difesa missilistica. Inoltre, si occupa della pianificazione, dell’ingegnerizzazione, dell’implementazione e della configurazione del NATO Air Command and Control System (ACCS) Programme.

Tale agenzia è il risultato della fusione delle precedenti agenzie che si occupavano delle tematiche citate ovvero: la NATO C3 Organisation, la NATO Communication and Information Systems Services Agency (NCSA), la NATO Consultation, Command and Control Agency (NC3A), la NATO Battleground Information, Collection and Exploitation System Agency (BICES), la NATO Air Command and Control System Management Agency (NACMA) e la NATO Headquarters Information and Communication Technology Service (ICTM).

 

 HQ Bruxelles - 30 settori in tutto il mondo

                        - NATO C3 Organisation

                        - NATO CIS Services Agency

                        - NATO Consultation, Command and Control Agency

 

Rappresentante italiano:

2013 G.B. Idalo Lazzari

 

Chief of Staff/Deputy Director NCSA:

30.07.10- …….. A.D. Vittorio Emanuele Di Cecco

 

Liaison Officer e IT SNR:

01.07.12-01.08.12 Mauro Mantegazza

01.08.12-  attuale   T.C.  Massimo Martinelli

 

Director Service Operations:

01.01.14-  attuale  G.B. Luigi Tomaiuolo

           

Distaccamenti a: Napoli - Poggio Renatico - La Spezia - Latina - Lughezzano - Sigonella - Tarquinia

 

CIS Support Units (CSU) Commanders:

CSU Napoli:

……...04-12.07.14 Gen. Dario Nicolella

12.07.14-….06.19 Col. Marcello Turchetta

……...…..- attuale   Col. Raffaele Mauriello

CSU Poggio Renatico:

01.07.12-29.10.13 Col. Giancarlo Di Nuzzo

29.10.13-……....19 T.C. Sebastiano Franco

....……19-  attuale  T.C. Marco Locati

CSU Sigonella:

………....-  attuale   T.C. Michel Totaro

 

 

Buste Intestate:

NCI Agency NATO Communications and Information Agency - Headquarters: Avenue du Bourget 140, 1140 Brussels, Belgium

 

 

Deployable CIS - DCIS:

                        - NATO CIS Group - Mons Belgio

                        - Signal Bn Wsel - DE

                        - Signal Bn Grazzanise - IT

                        - Signal Bn Bydgoszcz - PO

                        - 17 Deployable Comunication Information System Module - DCM

 

01.10.04- in corso   Deployable CIS - DCIS

Sistemi di informazione e comunicazione a supporto delle operazioni NATO dipendente dalla NCIA

dal 01.02.12 HQ a Grazzanise (precedentemente a Verona e Bagnoli)

 

Deployable Comunication Information System:

- 2° NATO Signal Battalion -2NSB

                  - Commad Group

                  - Cp Manutenzione

                  - 6 Deployable CIS Module DCM - 2 USA, 2 Italia,1 Romania, 1 Bulgaria

 

Operazioni:

.....07.12-28.01.13 Magg. Valerio Golino a supporto HQ ISAF a Kabul

.....01.14-.....07.14 DCM "Bravo" - Cap. Mazzitello a supporto HQ ISAF a Kabul

.....01.14-.....04.14 DCM "Delta"  - Magg. Valerio Golino in Turkia  operazione "Active Fence"

22.09.18-24.01.19 DCM "Delta"  a supporto HQ ISAF a Kabul

24.01.19-….07.19 DCM "Bravo" - Cap. Mazzitello a supporto HQ ISAF a Kabul

……..20-  attuale   DCM "Delta" - Ten. Morino a supporto MATO Mission Iraq

 

 

Comando italiano ad interim:

06.06.14-31.07.14 C.F. Sgrosso Dante Elio

 

Deputy Commander:

….……..-06.06.14 C.F. Sgrosso Dante Elio

….07.16-….07.20 T.C. Viscito Luigi

….07.20-  attuale T.C. Carmine Squeglia

 

55) Turkia 30.11.12- attuale HQ Allied Land Command - Izmir TK - LANDCOM

Comando NATO a livello tattico (operazioni di terra)

 

Vice Comandante :

14.01.16-22.02.19 G.C.A. Paolo Ruggiero

 

56) Inghilterra 01.12.12- in corso Allied Maritime Command - AMC - MARCOM

nato dalla fusione di:

- Allied Component Command Maritime Headquarters - Northwood (ex CINCEASTLANT)

- Allied Component Command Maritime Headquarters - Naples

Comando Centrale Forze Marittime della NATO

Pianifica le Operazioni di:

- Ocean Shield

- Active Endeavour

- N.R.F.

 

- NATO Shipping Centre

- NATO Maritime Air

- NATO Submarines

- Standing NATO Maritime Group 1 - SNMG1

- Standing NATO Maritime Group 2 - SNMG2

- Standing NATO Mine Countermeasures Group 1 - SNMCMG1

- Standing NATO Mine Countermeasures Group 2 - SNMCMG2

 

Chief of Staff:

20.05.13-19.12.16 Contram. Giorgio Lazio

29.08.19-  attuale  C.A. Francesco Milazzo 

 

Timbri amministrativi:

HQ Marcom Northwood (GB)

 

Uso di posta locale

 

 

57) Germania 01.01.13-  attuale HQ Allied  Air Command

Ramstein 

Per portare a termine i compiti assegnati l’AIRCOM di Ramstein si avvale di altri elementi di Comando di livello tattico:

- CIS Group con sede a Mons (BE) che fornisce i sistemi per le comunicazioni necessari per la condotta delle operazioni e delle esercitazioni del Comando Alleato per le Operazioni

- NATO Air Policing (AP) è una missione svolta in tempo di pace che prevede l’uso di assetti dell’Air Surveillance and Control System (ASACS) e dell’Air Command and Control (Air C2) e appropriati assetti dell’Air Defence (AD) compresi intercettori al fine di preservare l’integrità dello spazio aereo NATO

- Communications and Information Systems. Ha alle dipendenze tre Signal Battalion di stanza a Wesel (GE), Grazzanise (IT) e Bydgoszcz (PL);

- Naval Striking and Support Forces NATO (STRIKFORNATO) che è un quartier generale navale rapidamente rischierabile al quale partecipano i Paesi NATO ed è ubicato a Lisbona (PO);

- NATO Airborne Early Warning and Control Force (NAEW & CF) che costituisce uno dei pochissimi assetti che sono di proprietà della NATO (e non delle nazioni) e rappresenta la più ampia forma di collaborazione attraverso la quale le nazioni aderenti al programma mettono in comune le proprie risorse e le proprie professionalità. La NAEW& Control Force è in grado di condurre un’ampia gamma di operazioni quali air policing, anti terrorismo, non-combatant evacuation (NEO), embargo, initial entry, crisis response (CRO) e forza dimostrativa. Il quartier generale della NAEW&CF (cosiddetto Force Command), situato a Mons (BE) e co-ubicato con SHAPE, esercita il comando sulla forza formata da due componenti operative:  la E-3A Component di Geilenkirchen (GE) che ha in dotazione i 17 velivoli Boeing NE-3A della NATO e i cui stormi sono composti da personale proveniente da 16 nazioni;  la E-3D Component della RAF a Waddington – Lincolnshire (UK) che ha in dotazione 7 velivoli Boeing E-3D aircraft e il personale è solo inglese. La Forza si avvale anche di 3 forward operating bases (FOBs) una a Konya (TU), una a Aktion (GR), una a Trapani (IT) e di una forward operating location (FOL) a Oerland (NO).

- La componente Air Ground Surveillance (AGS) in seguito alla decisione del NAC del febbraio 2012 volta a dotare l’Alleanza di USA (lead nation), Grecia, Italia, Turchia, Regno Unito, Paesi Bassi, Germania, Spagna, Francia, Polonia e Portogallo. Queste sono le 11 Nazioni che oggi fanno parte di STRIKFORNATO elencate in ordine temporale di adesione all’MOU che regola la partecipazione multinazionale. In realtà sia la NAEW & CF sia l’AGS, pur dipendendo dalla catena gerarchica militare integrata NATO, non sono parte della NATO Command Structure poiché si tratta di iniziative che interessano solo alcune nazioni e non la totalità dei paesi Alleati Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Turchia, Stati Uniti e Ungheria. Il Regno Unito ha una propria flotta di E-3D AWACS che consente di partecipare al programma in qualità di 'contribution in kind”. La NATO ha un proprio sistema di sorveglianza common funded e che coinvolge 13 nazioni. Tale componente, situata a Sigonella, dovrà essere in grado di generare 2 orbite H24 geograficamente separate, anche attraverso rischieramenti fuori area, con funzioni di sorveglianza, ricognizione, tracciamento spostamenti e capacità di integrazione in ambiente netcentrico in tempo reale.

 

Comando a livello tattico

            - Combined Air Operations Center CAOC - Torrejon SP (da luglio 2013)

            - Combined Air Operations Center CAOC - Uedem DE (da luglio 2013)

            - Deployable Combined Air Operations Center DCAOC - Poggio Renatico IT (da luglio 2013)

 

 

La missione dei CAOC è quindi duplice: quella cosiddetta standing che consiste nel pianificare e gestire tutte le operazioni di Air Policing relative agli assetti assegnati sia in tempo di pace sia in caso di crisi e secondo le disposizioni del Comandante dell’AirCom di Ramstein. La seconda missione è quella di formare il personale del DAOC e mantenere un DAOC pronto a sostenere il JFAC di AIRCOM come richiesto per la pianficazione, il coordinamento e il compimento delle missioni aeree.

Il Deployable Air Command and Control Centre (DACCC) a Poggio Renatico la cui missione può essere ricondotta a 3 pillars, DAOC, DARS e DSS.

Il DAOC, Deployable Air Operations Center, ha il compito di addestrare il personale destinato ad operare in ambito JFAC e di rinforzare il JFAC una volta attivato, sia nella sede stanziale sia quando schierato in teatro.

Il DARS, Deployable Air Control Centre, Recognised Air Picture Production Centre, Sensor Fusion Post.

Il DSS, Deployable Sensor Section, è la capacità rischierabile di sensori (DSS) ed elementi operativi (Shelters dell’ARS) per controlli delle missioni aeree, controllo e gestione traffico aereo (air traffic management), sorveglianza aerea, produzione di air picture, esecuzione delle funzioni di controllo tattico.

 

In precedenza:

28.06.74-01.07.93 Allied Air Forces Central Europe (AAFCE)

01.07.93-03.03.00 AIRCENT

03.03.00-….03.04 AIRNORTH (nato dalla fusione di AIRNORTHWEST High Wycombe UK e AIRCET)

…..03.04-….…..10 Component Command Air HQ Ramstein

….…..10-01.01.13 HQ Component Command Air (in seguito alla disattivazione di Allied Air Command Izmir)

 

Capo di stato Maggiore - Chief of Staff COS:

01.10.16-….02.19 G.D.A. Claudio Gabellini (1° CoS)

 

Etichette intestate:

Italian Senior National Representative   AC HQ Ramstein    Ramstein Air Base   D-66876 Ramstein-Miesenbak

 

Uso posta locale

 

58) Lettonia/Lituania 13.06.14-21.07.14 NATO Forward Integration Team (NFIT)

La missione del NFIT è quella di facilitare l’acquisizione di lessons learned da parte della NATO affinché l’Alleanza possa utilizzarle integrandole in future esercitazioni, operazioni o processi di pianificazione, nonché di accrescere le conoscenze delle capacità tecnico-militari e logistiche e dei Paesi alleati più prossimi al confine orientale della stessa Alleanza. Altre missioni di simile natura sono già state eseguite in Slovacchia.

Il NFIT è parte di un più ampio programma di misure difensive messe in atto dal Consiglio Nord-Atlantico (North-Atlantic Council, NAC) a seguito dei recenti avvenimenti legati alla crisi Ucraina, volte a rassicurare e supportare i Paesi alleati più vicini alle aree di crisi.

 

13.06.14-23.06.14 Lettonia

13.07.14-21.07.14 Lituania

 

C.F. Marcello Abbate - C.F. Giuseppe Porta

in forza presso il NATO Joint Force Command di Brunssum

 

59 Belgio 01.07.14-  attuale NATO Standardization Office (NSO)

In precedenza:

La prima agenzia di standardizzazione della NATO, la Military Standardization Agency (MSA), fu istituita il 15 gennaio 1951 a Londra.  Un anno dopo, l'agenzia è stata ribattezzata Agenzia militare per la standardizzazione (MAS). Nel novembre 1970, l'agenzia è stata trasferita nella sua attuale sede a Bruxelles , in Belgio , che è anche la sede del quartier generale della NATO. 

Nel 1994 viene istituito l’Ufficio per la Standardizzazione della NATO (ONS) e successivamente implementato nel 1995 dal Consiglio Nord Atlantico . Dal 1998 al 2000, la NATO unì formalmente le due agenzie, MAS e ONS, e la ribattezzò in NATO Standardization Agency, che serviva sia il personale militare che quello civile. 

Il 1 ° luglio 2014 la NATO Standardization Agency (NSA) è diventata NATO Standardization Office (NSO).

L'NSO è composto da personale militare e civile che è stato creato per essere responsabile della standardizzazione sia per il Comitato militare che per il Consiglio Nord Atlantico. Fornisce inoltre la standardizzazione alle forze militari dei membri della NATO , con l'obiettivo dell'interoperabilità tra i paesi membri. È anche responsabilità della NSO avviare, amministrare e promulgare un accordo di standardizzazione (STANAG). Ufficio per la standardizzazione della NATO.

- Paesi: nazioni NATO

 

Branch Head:

….10.12-….07.16 T.C. Pierfrancesco Valente

 

Army Branch Head:

2014 Col. Levato Giuseppe

 

60) Italia 01.09.15-  attuale  NATO Alliance Ground Surveillance  - AGS

Il Sistema risponde all'esigenza dell'Alleanza di dotarsi di una propria capacità operativa, basata su tecnologia radar, esclusivamente per sorveglianza del territorio con l’uso  di 5 velivoli da ricognizione Global Hawk e la realizzazione presso la base aerea italiana di Sigonella delle apparecchiature per il controllo perassicurare la protezione delle truppe sul campo, la popolazione civile, il controllo aereo delle frontiere e la sicurezza marittima, il contrasto al terrorismo e gli aiuti umanitari.

 

Sotto il commando di Shape

Partecipano: Italia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Germania, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia e Stati Uniti e avrà una funzionalità vitale per le operazioni e le missioni Nato.

Piena attività: 17.01.20

 

Vice Comandante:

….09.14-…08.18 Col. Paolo Bruno

….08.18-  attuale Col. Stefano Bianca

 

61) Stati Uniti 17.09.20-  attuale  Joint Force Command Norfolk

JFC Norfolk è stato creato al vertice di Bruxelles del 2018 come nuovo comando di livello operativo congiunto per l'Atlantico. JFC Norfolk è l'unico comando operativo della NATO in Nord America ed è strettamente integrato con la seconda flotta statunitense recentemente riattivata.

 

 

 

 

 

 

 

UNIONE EUROPEA

 

nasce l' 1.11.1993 a seguito del trattato di Maastricht

 

Promuovere un progresso sociale equilibrato e sostenibile, segnatamente mediante la creazione di uno spazio senza frontiere interne, il rafforzamento della coesione economica e sociale e l instaurazione di un unione economica e monetaria che comporti a termine una moneta unica». Il secondo obiettivo essenziale è l affermazione della propria identità a livello internazionale, soprattutto attraverso una politica estera e di sicurezza comune (PESC) dalla quale non può essere esclusa la definizione, in un secondo tempo, di una politica di difesa (PESD). In terzo luogo, il rafforzamento della tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini degli Stati membri viene suggellato dall’ istituzione di un cittadinanza dell’ Unione e sviluppare una stretta cooperazione nel settore della giustizia e degli affari interni.

Strutture attuative della PESD:

- Comitato Politico e di Sicurezza (COPS)

- Comitato Militare (MC)

- Stato Maggiore (MS)

Il Comitato Politico e di Sicurezza (COPS) È un organo permanente, con sede a Bruxelles, composto di rappresentanti nazionali a livello di alti funzionari/ambasciatori. Il COPS è il fulcro della politica europea in materia di sicurezza e di difesa (PESD) e della politica estera e di sicurezza comune e quindi ad esso spetta il compito di seguire l andamento della situazione internazionale, contribuire alla definizione delle politiche e controllare l’ attuazione di quelle adottate; in particolare il COPS tratta tutte le questioni relative alla PESC/PESD, conformemente alle disposizioni del trattato dell’ UE, fatta salva la competenza della Commissione Europea con cui si coordina. In caso di operazioni di gestione militare delle crisi, il COPS assicura, sotto l autorità del Consiglio, il controllo politico e la direzione strategica dell’ operazione, esaminando tutte le opzioni praticabili per la risposta dell’ Unione, nel quadro istituzionale unico. Il COPS fornisce inoltre orientamenti al Comitato militare. In tale organismo siede permanentemente un Rappresentante Diplomatico italiano, con rango di Ambasciatore.

 

Rappresentanza Permanente presso l’Unione Europea:

Ambasciatori

03.11.95-07.02.00  Luigi Guidobono Cavalchini Garofoli

07.02.00-02.03.01  Silvio Fagiolo

02.03.01-25.09.01  Roberto Nigido

25.09.01-01.03.04  Umberto Vattani

01.03.04-23.06.08  Rocco Antonio Cangelosi

26.03.08-02.07.13  Ferdinando Nelli Feroci

02.07.13-21.03.16  Sannino Stefano

21.03.16-01.06.16  Carlo Calenda

01.06.16-11.03.21  Massari Maurizio

11.03.21-  attuale   Pietro Benassi

 

Addetto per la Difesa e Consigliere Militare alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea:

 

05.12.02-……….. G.B. Sergio Giordano

….02.07-….02.10 G.C.A. Carmine De Pascale

2014 A.D. Emilio Foltzer

11.07.16- ....08.19  G.B.A. Fabio Giunchi

.....08.19-  attuale   G.D.A. Roberto Lodovico Boi

 

 

 

- European Union Military Committee - EUMC dal 22.01.01

Dirige tutte le attività militari dell’UE e offre consulenze militari al Comitato politico di Sicurezza (CPS).

In situazioni di crisi l’EUMC assume la direzione delle attività militari.

 

Stati membri: 01.01.58 Belgio - Francia - Germania - Italia - Lussemburgo - Paesi Bassi; 01.01.73 Danimarca - Irlanda - Regno Unito; 01.01.81 Grecia; 01.01.86 Portogallo - Spagna; 01.01.95 Austria - Finlandia - Svezia; 01.05.04 Cipro - Estonia - Lettonia - Lituania - Malta - Polonia - Repubb.Ceka - Slovacchia - Slovenia - Ungheria; 01.01.07 Bulgaria - Romania; 01.07.13 Croazia.

 

L’ EUMC è composto dai Capi di Stato Maggiore della Difesa degli stati membri rappresentati dai loro delegati militari.

Il presidente dell’ EUCM è un Generale 4 stelle.

 

Presidenza italiana:

09.04.04-06.11.06 Gen. Rolando Mosca Moschini

06.11.18-……….     Gen. Claudio Graziano

 

Deputy of the National Permanent Representative:

……..07-……..10  Gen. Pier Paolo Lunelli

2014 G.B. Salvatore Buetto

……….-  attuale    C.A. Francesco Procaccini

 

Chief Support Assistant to the Chairman of the European Union Military Committee:

….11.20-  attuale  Mauro Marchegiani

 

 

 

 

Buste intestate:

Rappresentanza Permanente presso l'Unione Europea

Rappresentanza Militare Italiana presso i Comitati Militari della NATO e della U.E. Bruxelles               

Timbri amministrativi:

Italian Military Representative to the NATO and E.U. Military Committees Bruxelles

Representation Militaire Italienne aupres des Comites Militaires ETAN et UE Bruxelles

Rappresentanza Militare Italiana presso i Comitati Militari della NATO e della U.E. Bruxelles

 

Uso di posta locale

 

- European Union Military Staff - EUMS dal 22.01.01

Esperti militari stati membri, lavora sotto la direzione dell’EUCM.

 

Deputy Director EUMS:

….03.17-  attuale Mag.Gen. Manione Giovanni

 

Director of Logistic:

Logistica

 15.03.13-....10.17  Brig.Gen. Dionigi Maria Loria

 

Director Communications and Informations System (CIS)

Comunicazione e sistemi informativi

 2011-2013 Gen. Giuseppe Santomartino

 

- Civil-Military Cell dal giugno 2005

Esperti civili e militari

 

- Political-Military Group - PMG

Gruppo di lavoro composto da funzionari e diplomatici degli stati membri

 

- Committee for Civilian Aspects of Crisis Management - CIVCOM

Gruppo di lavoro composta da esperti degli stati membri e dalla Commissione Europea

 

- Civilian Planning and Conduct Capability - CPCC dal giugno 2007

Esperti in ambito PESD, ufficiali di Polizia, esperti di diritto, logistica e finanza

 

17.09.18-….05.19 G.C.A. Vincenzo Coppola

 

- Policy Planning and Early Warning Unit/Policy Unit attiva dal 1999

Funzionari degli stati membri, dal Segretariato del Consiglio e dalla Commissione

 

- DG E External and Political-Military Affairs

- Funzionari del Segretariato Generale del Consiglio e diplomatici stati membri

Direzione Difesa: Missioni militari, relazioni NATO, gestioni crisi

Direzione Gestione civile delle crisi: gestione politico-strategico missioni civili

 

- European Defence Agency - EDA  dal 12.07.04

sostiene gli stati membri nella gestione delle crisi per la sicurezza europea

Hq a Bruxelles

Il Capo dell’ EDA è l’Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza 

 

01.11.14 Federica Mogherini

 

Il Comitato direttivo è l’organo decisionale ed è composto da un rappresentante di ciascuno degli tati membri

 

Timbri Amministrativi:

European Defence Agency Rue des Drapiers 17-23 1060 Brussels

 

 

  

 Uso di posta locale

 

- European Union Satellite Centre - SATCEN dal 01.01.02

sicurezza e difesa nel settore spaziale

Hq Torrejon - Madrid

 

- European Union Istitute for Security Studies - EUISS dal 20.07.01

Contribuisce allo sviluppo della PESC/PED conducendo ricerche accademiche e analisi settori di rilevante importanza

Hq Parigi

 

-European Security and Defence College - ESDC  genn.2006

Favorisce lo sviluppo di una cultura di sicurezza e difesa degli stati membri.

 

- NATO Permanent Liaison Team to the EUMS dal novembre 2005

da marzo 2006 una cellula e stata istituite presso SHAPE

Cellula di collegamento tra EU e NATO

 

Chief NPLT:

................-  attuale Cap. Sandro Fabiani Latini

 

 

- Military Planing and Conduct Capability - MPCC dal 06.03.17

Comando militare unificato dell’Unione Europea - HQ Bruxelles

Responsabile per le missioni di formazione dell’UE in Somalia, Mali e Repubblica Centrafricana

 

 

S.e. & o.  -  curato da Vassallo Ernesto

 

Per visionare le scansioni di cover di corrispondenza proveniente dai teatri operativi e degli annulli postali in uso consultare il mio sito http://www.francovass.info/web/

Si accettano con la massima gratitudine suggerimenti o correzioni

Contattare sig. Ernesto Vassallo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Fonti:

- Rivista Marittima

- siti istituzionali NATO/UE

 

 

 

 

 

 

 

 

Joomla templates by a4joomla